curiosità

Quanto piega una MotoGP?

- Vi siete mai chiesti quanto piega una MotoGP? E una SBK? O semplicemente lo scooter con il quale si va al lavoro ogni mattina? Professore d'eccezione, risponde Jorge Lorenzo
Quanto piega una MotoGP?

 

Con il grande sviluppo tecnologico negli pneumatici Bridgestone degli ultimi anni, è migliorato anche il grip con la moto inclinata il che permette ora ai piloti di raggiungere un grado massimo di inclinazione di 64º.

 

Alle porte del Gran Premio Iveco de Aragon, l’attuale Campione del Mondo Jorge Lorenzo si è presentato sul rettilineo di MotorLand con la Yamaha YZR-M1 per riprodurre il massimo angolo raggiungibile in MotoGP™.


Durante la diretta di questo fine settimana, due nuovi grafici verranno introdotti sul canale internazionale, entrambi a sottolineare l’inclinazione dei piloti in curva e paragonare così i vari stili di guida.

 

Partendo dall'angolo zero di quanto la moto è verticale, uno scooter piega fino a circa 40°, non molto meno di una normale moto stradale che arriva a 50, 55 per una Supersport. Una SBK arriva a 61° e una MotoGP 64°. Dati incredibili se si considera che la superfice dei pneumatici a contatto con l'asfalto è pari alle dimensioni di una carta di credito. 

 

  • fox.volpi, Carpi (MO)

    Bravo Tommaso.Poggi

    Visto che siamo in democrazia, è vero tutto e il contrario di tutto quello che viene affermato dai vari Amici, che però forse rpt forse non conoscono o non ricordano la legge delle 3P (pelle, patente e parafanghi), oltre al fatto che la lista è sempre aperta.
    Ciao e doppio lampeggio a Tutti.
    PS: ho notato che quando qualcuno cade e si fa male sono in pochi a fermarsi per chiedergli se ha bisogno ho se vuole una mano.
  • Tommaso.Poggi , Bologna (BO)

    Mi sa che ai 90 gradi ci siamo arrivati tutti

    Conta però tirarsi su non dal fosso a bordo strada.
    Per quanto mi riguarda le gomme le ho chiuse, ma certe pieghe le faccio solo nel 5% del totale delle curve in strada.
    La piega seria la faccio solo in una curva su 20 perché sono in STRADA:
    bisogna vedere: 1)Essere già passati di li e conoscere l'ampiezza della curva 2) stato asfalto 3) Uscita curva visibile, basta una macchina che supera una bici e se sei troppo vicino alla mezzeria patatrack 4) Condizioni ambientali, notte, freddo, bagnato, foglie secche...5) Assenza di mezzi provenienti nell'altro senso(se scivoli ci vai sotto) 6) Presenza nelle vicinanze di immissinioni da strade secondarie o cancelli privati 7) periodo di trattori in strada (perdono fango) o periodo di irrigazione campi o raccolta grano, mais bietole ( alcuni dei camionisti esagerano in velocità e carico, non tutti ma ne basta uno e fine) 8) Stato mentale mio (ink per qualcosa, stanco o poco feeling in genere 9) velocità di percorrenza (non cerco il max angolo in curvone da 180) 10) stato della moto (se devo cambiare le gomme due giorni dopo evito, come se le ho appena cambiate)
    In ogni caso un margine è da tenere, per sopperire agli sbagli altrui.

    Aver chiuso le gomme in strada non è sinonimo di pazzia, lo è se cerchi la massima piega in ogni curva.
Inserisci il tuo commento