MotoGP

MotoGP, test in Qatar: il Day 1 entra nel vivo

- A tre ore dal termine, la classifica vede l'Aprilia di Aleix Espargaro davanti a tutti. Meglio Dovizioso, in difficoltà in Malesia, mentre la Suzuki si conferma veloce. Ancora in difficoltà (per il momento), la Honda
MotoGP, test in Qatar: il Day 1 entra nel vivo

A circa tre ore dal termine, davanti a tutti c’è l'Aprilia di Aleix Espargaro, davanti alla Yamaha di Maverick Vinales e alla Ducati di Danilo Petrucci.

Stando ben attenti a non trarre conclusioni dopo pochi giri effettuati (tra 10 e 20, a seconda del pilota), si può dire che: la Suzuki si conferma competitiva; la Ducati, vincitrice nel 2018 e nel 2019, qui è più suo agio rispetto a Sepang, anche con le gomme; Vinales è davvero in ottima forma: ha girato meno di tutti, ma gli sono bastati un paio di passaggi per portarsi nelle prime posizioni.

I primi giri hanno confermato la buona competitività di KTM e Aprilia, perlomeno nel singolo giro.

La Yamaha ha quattro piloti nei primi nove posti, mentre la Honda, dopo un inizio in sordina, ha ritrovato buoni tempi, con Marc Marquez più che con Takaaki Nakagami, Cal Crutchlow e Alex Marquez (caduto senza conseguenze).

Pochi giri per Alex Rins, mentre continua ad essere in difficoltà Johann Zarco con la Ducati. Si va avanti fino alle 18 italiane (le 20 locali).

Novità dei test

Non si sono viste grandi novità, per il momento: si continua a lavorare su quanto già visto in Malesia. In Casa Ducati, tutti i piloti stanno provando il “variatore di assetto in movimento”, già testato a fine 2019 da Jack Miller e a Sepang da Danilo Petrucci: in pratica, si può abbassare la moto in rettilineo, e non più solo in partenza.

Marc Marquez, come aveva già fatto in Malesia, continua a testare il freno posteriore a leva, (a trazione e non a pressione). In Casa Yamaha, si continua a lavorare sul blocco della sospensione posteriore per le partenze, con il solo Franco Morbidelli che utilizza il forcellone in carbonio.

Gomme

La Michelin ha comunicato le gomme portate a Losail per questi test: "Piloti e squadre avranno a disposizione soffice e media anteriore; soffice, media e dura posteriore. Questi saranno gli pneumatici che verranno utilizzati nei primi 4 GP (Qatar, Thailandia, USA e Argentina) della stagione. In questi test, tutti i piloti avranno a disposizione due anteriori dure, mentre solo i team ufficiali potranno testare un’anteriore asimmetrica. A partire da questi test, l’anteriore scelto verrà aggiunto alla scelta per i GP.

Michelin userà questi test soprattutto per adattare la scelta delle gomme al nuovo orario di gara (dalle 20 alle 18 locali, quindi con una temperatura sicuramente più calda, NDA). La gomma 2021 provata a Sepang tornerà disponibile nei test Irta di Jerez, Barcellona e Misano".

Qatar Test - La classifica del Day 1 alle 17:03 locali

Pos   Rider Team Fastest lap Lead. Gap Prev. Gap Laps Last lap
1   ESPARGARO, Aleix Aprilia Racing Team Gresini 1:55.337     20 / 20 1:55.337
2 P VIÑALES, Maverick Monster Energy Yamaha MotoGP 1:55.388 0.051 0.051 10 / 10 Pit In
3 P PETRUCCI, Danilo Ducati Team 1:55.442 0.105 0.054 19 / 19 Pit In
4 P DOVIZIOSO, Andrea Ducati Team 1:55.478 0.141 0.036 24 / 24 Pit In
5 P MIR, Joan Team SUZUKI ECSTAR 1:55.536 0.199 0.058 12 / 13 Pit In
6 P MORBIDELLI, Franco Petronas Yamaha SRT 1:55.680 0.343 0.144 15 / 22 Pit In
7 P QUARTARARO, Fabio Petronas Yamaha SRT 1:55.694 0.357 0.014 20 / 20 Pit In
8   ESPARGARO, Pol Red Bull KTM Factory Racing 1:56.069 0.732 0.375 10 / 15 22:32.215
9 P ROSSI, Valentino Monster Energy Yamaha MotoGP 1:56.088 0.751 0.019 11 / 16 Pit In
10 P MILLER, Jack Pramac Racing 1:56.176 0.839 0.088 16 / 23 Pit In
11   RINS, Alex Team SUZUKI ECSTAR 1:56.230 0.893 0.054 4 / 4 1:56.230
12 P MARQUEZ, Marc Repsol Honda Team 1:56.479 1.142 0.249 15 / 24 Pit In
13   OLIVEIRA, Miguel Red Bull KTM Tech 3 1:56.492 1.155 0.013 11 / 17 1:56.627
14   NAKAGAMI, Takaaki LCR Honda IDEMITSU 1:56.493 1.156 0.001 18 / 21 1:57.245
15 P CRUTCHLOW, Cal LCR Honda CASTROL 1:56.573 1.236 0.080 10 / 18 Pit In
16 P ZARCO, Johann Reale Avintia Racing 1:56.610 1.273 0.037 27 / 27 Pit In
17   MARQUEZ, Alex Repsol Honda Team 1:56.783 1.446 0.173 24 / 25 1:59.192
18 P RABAT, Tito Reale Avintia Racing 1:56.848 1.511 0.065 28 / 29 Pit In
19 P BAGNAIA, Francesco Pramac Racing 1:57.066 1.729 0.218 12 / 23 Pit In
20   LECUONA, Iker Red Bull KTM Tech 3 1:57.485 2.148 0.419 20 / 20 1:57.485
21   SMITH, Bradley Aprilia Racing Team Gresini 1:57.610 2.273 0.125 18 / 22 1:58.914
22   BINDER, Brad Red Bull KTM Factory Racing 1:57.848 2.511 0.238 21 / 25 1:57.920
  • Aspes 125 yuma, Cascina (PI)

    Questo Zarco, eh? Una bella spina nel fianco per tutti...

    Scherzi a parte, provando un po' a ragionare, ci saranno piloti più portati per i V4, ed altri ai quali proprio non vanno giù? E ci può essere un modo per valutarli prima di ingaggiarli? Che guida ci vuole per un V4, rispetto ad un 4iL, volendo dire perché uno che è forte sulla Yama fatica non poco su una V4?
  • kevin666, Stazzano (AL)

    Pero' che Aprilia,speriamo sia solo il "buongiorno" altrimenti in Yama prenderanno Iannone al posto di Lorenzo.....
Inserisci il tuo commento