Motomondiale

MotoGP: Marc Marquez costa troppo?

- Speculazioni di un sito francese sull’ingaggio quadriennale del sei volte iridato della MotoGP. Il pilota è nelle condizioni di chiedere quello che vuole e la HRC non poteva permettersi di lasciarlo andare. Ma la coperta potrebbe essere troppo corta…
MotoGP: Marc Marquez costa troppo?

Sul sito francese Paddock-GP, il collega Paul Emile Viel analizza il contratto quadriennale di Marc Marquez tentando di valutarne gli aspetti economici. Secondo alcune fonti, riflette il giornalista, Marc potrebbe ricevere da HRC, a partire dal 2021, una cifra compresa tra i 12 e i 16 milioni di euro l’anno. Sono valori allineati con il superingaggio di Lorenzo alla Ducati, per dirne uno. Ma la suggestione è che i valori possano essere considerevolmente più alti.

E’ noto che la HRC, dice Viel, da molto tempo attribuisca un aumento automatico di due milioni di euro al suo pilota che vince il titolo MotoGP, in aggiunta allo stipendio base concordato. Nel caso di Marc, insomma, lo “stipendio” del 2014 già sarebbe stato due milioni più alto del 2013. E con lo stesso ragionamento i cinque titoli successivi, dal 2016 al 2019, varrebbero dieci milioni in più. Per ogni anno, anche se francamente tutto ciò ci sembra piuttosto improbabile.

Non è dato sapere su quali basi si regga tutto questo, ma per pura curiosità leggiamo oltre. HRC avrebbe molte buone ragioni per strapagare il suo numero Uno. Senza Marc Marquez, ragiona il francese, la teca dei trofei della Honda sarebbe molto più scarna: nelle sei stagioni dominate da Marc, il secondo pilota Honda ha chiuso rispettivamente al terzo, quarto, sesto, quarto, settimo e nono posto. E fino a lì non ci piove.

La HRC doveva assolutamente trattenere Marquez, la Ducati ha tentato di accaparrarselo dopo il naufragio di Jorge Lorenzo che si era messo a vincere troppo tardi. E poi c’è anche KTM: Marc è un atleta Red Bull dal 2009, quando era sulla KTM in 125, la RC16 sta progredendo ed è filosoficamente molto vicina alla RC213V, la Red Bull non si pone limiti di investimento e con Marquez sarebbero al top. Senza contare che verrebbe ricreato un tandem eccellente con Pedrosa collaudatore.

Queste opzioni avranno senza dubbio pesato sulla negoziazione, riflette Viel, e naturalmente a favore del pilota. Considerando anche un altro aspetto importante, e cioè che a Marc è già stata concessa una modifica organizzativa: la politica di rotazione degli ingegneri del programma MotoGP, che tradizionalmente avviene ogni tre anni, è stata portata a quattro per espressa richiesta dello spagnolo. Insomma, l’influenza di Marquez in Honda sarebbe senza precedenti.

 

 

Quanto potrebbe chiedere Marc, si domanda il giornalista. Potrebbe pretendere fino a 25 milioni l’anno? Il budget totale annuo di HRC per la MotoGP varrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro all’anno, secondo le stime che circolano, e pare difficile che un terzo del totale finisca nelle mani del pilota: significherebbe dover tagliare altri costi, magari sulle aree di sviluppo: perché non è pensabile che, in tempi difficili come questi per l’economia mondiale, la Honda aumenti il suo finanziamento sulla HRC.

Sono speculazioni che lasciano il tempo che trovano, ma Viel si spinge a scrivere che la faccenda Marquez potrebbe trasformarsi addirittura in un problema con un effetto boomerang. Se per pagare lo stipendio del suo fenomeno venissero ridotte le risorse destinate allo sviluppo, la moto, che è difficile da guidare, resterebbe difficile. E se Ducati facesse un passo avanti, se Yamaha trovasse più potenza per la M1 e Suzuki migliorasse ancora, la sfida di Marc diventerebbe sempre più ardua. E la Honda strapagherebbe un pilota che non vince più. Ma qualcuno, per concludere, potrebbe pensare alla favola della volpe e dell’uva.

  • ZioOdo

    Ma qualcuno, per concludere, potrebbe pensare alla favola della volpe e dell’uva.
    Appunto: io, ad esempio.
    Saluti
  • MAXPAYNE IT, Fusignano (RA)

    Aria fritta condita da mille domande e supposizioni,bisogna pur campare!!!
    Un pilota col talento e la capacita' di marquez, e la COSTANZA di rendimento,lo rendono praticamente alieno di fatto a quasi tutti i regolamenti finanziari e di investimento nel mondo motogp.
    Certo,i canarini obbietteranno che e' la moto che lo fa vincere,ma come ammesso dagli altri piloti hrc,dalla stampa del settore,da marquez stesso e anche dall'autore di questo articolo,e' marquez che fa vincere la honda,non il contrario,in maniera assoluta.
    Quindi le chiacchiere dei tavulliesi stanno a zero,da sempre,sono buone per riempire il bar di tavullia e gli affiliati al numero 46.
    Dico questo perche' i principali sostenitori del fatto che sia la moto a far vincere marquez sono proprio quelli che vestono sempre giallo col numero 46.
    Detto questo,marquez attualmente non ha rivali,come vittorie e costanza di risultati,in motogp,quindi e' piu' che naturale che abbia il coltello dalla parte del manico,in QUALSIASI trattativa,non solo con la honda.
    Lo stipendio faraonico di lorenzo in ducati,poi,la dice lunga,dati alla mano,su quanto il 93 possa chiedere in sede di contratto.
    Praticamente quello che vuole e le condizioni che vuole.
    Ed e' tutto GUADAGNATO sul campo,non lo ha rubato a nessuno,quindi tutte queste chiacchiere per me non hanno senso.
    Si tenta,a mio avviso,in qualche maniera di creare degli appigli a chi non sopporta marquez,affiche' il dream team honda,venga in qualche modo destabilizzato,andando a terminare una storia delle piu' vincenti di tutti i tempi,in motogp.
    Inoltre non sono affatto dell'idea,che pur essendo marquez un atleta redbull,consideri,come alternativa alla squadra piu' forte del mondo,la honda(ho detto squadra,non moto),di passare in ktm,con una moto e un organico non ancora all'altezza di honda,che gia' di suo e' difficile da guidare,come tutti dicono.
    Inoltre la ktm non ha il potenziale per fare immediatamente le modifiche che marquez chiederebbe,inevitabilmente,con la velocita' che hrc riesce a mettere in campo.
    A mio avviso ,ad oggi e fermo restando le caratteristiche di squadra e moto,l'unica alternativa valida a honda,marquez la troverebbe in Ducati.
    Una moto che nelle sue mani,una volta fatta la tara,potrebbe seriamente tornare a vincere mondiali.
    Ma per un operazione simile occorre che
    1 si incrini qualcosa fra marquez e honda,cosa che non credo,vista la venerazione che i giapponesi di hrc hanno per il loro pupillo,e vorrei vedere....
    2 la moto da difficile diventi pessima,inguidabile totalmente,anche per marquez stesso,ma anche qui,la vedo dura,honda alla fine non e' certo l'ultima arrivata sul campo
    3 l'ingaggio monetario sia talmente predominante che altri possano rischiare il crack finanziario per portarselo a casa,cosa che pero' da sola non basta. Marquez e' affamato di vittorie,di record,percio' a mio avviso,piu' che cercare di comprarlo finanziariamente,gli altri dovrebbero fare una moto talmente buona,talmente superiore,da costringere lo stesso marquez a salirci sopra per poter continuare a vincere,ma anche qui la vedo assai dura,attualmente alcune moto della concorrenza sono superiori a honda per alcune cose,ma non basta per contrastare la tecnica di guida di marquez e tanto basta per non fargli desiderare un altra due ruote....
    4 chi cerchera' il colpaccio con marquez,oltre che poter spendere cifre da bilancio statale,dovra' fare i conti con le sue regole,non con le proprie.
    Se marquez vorra' portarsi dietro la squadra da hrc a chi acquista,dovra' andar bene cosi',se marquez chiede una cosa ,devono correre,e muoversi.
    E questi particolari non sono cose di second'ordine,tutt'altro.
    Se il pacchetto soldi-moto-condizioni nel box,non sara' tutto al top,per marquez,lo spagnolo col cavolo che lascia honda. E a ben vedere,aggiungo io.
    D'altro canto,c'e' pure il rovescio della medaglia.
    Cioe' che marquez,amante delle sfide,vorra' vincere anche con un altra moto che non sia honda. E questo e' palese,i vincenti nn si pongono limiti,quando si parla di sfide.
    E per farlo deve ovviamente cambiare casacca,prima o poi.
    Tutto sta,a mio avviso,per prima cosa su chi fara' una moto talmente buona da invogliare al cambiamento il fenomeno spagnolo,poi ovviamente,come ho detto prima,tutto dovra' essere di pari passo,altrimenti marquez rimane li' dove sta.
    E non e' detto che in futuro solo ducati sia l'alternativa vincente per lo spagnolo.
    Se yamaha e suzuki riescono a fare quel benedetto passo in avanti di potenza pura,che manca,la' dove alla honda manca la loro guidabilita' e percorrenza,c'e' il caso che le alternative per lo spagnolo siano molte,e tutte valide.
    Ma per ora rassegnatevi a 9 titoli mondiali ci arriva in hrc,o magari fino al decimo,dopo si vedra'.
    Ricordate che nel mirino ha il record di mondiali di rossi,da battere.
    E una volta raggiunto quello,ci sara' il record di agostini,da battere.
    Marquez e' un animale affamato,e per saziarlo occorrono moltissime cose,non solo i soldi.....
Inserisci il tuo commento