GP del Portogallo

MotoGP. GP del Portogallo a Portimao. Fabio Quartararo in pole position

- Pole position per Pecco Bagnaia, che però si vede cancellati due tempi per le bandiere gialle. Quindi primo crono per il francese della Yamaha, davanti ad Alex Rins e Johann Zarco. Grandissimo sesto posto per Marc Marquez (passato dalla Q1). Italiani: Franco Morbidelli quinto, Luca Marini ottavo, Pecco Bagnaia 11esimo, 16esimo Enea Bastianini, 17esimo Valentino Rossi, 18esimo Danilo Petrucci, 20esimo Lorenzo Savadori
MotoGP. GP del Portogallo a Portimao. Fabio Quartararo in pole position

Sembrava una pole scritta nella pietra, fantastica per come era stata ottenuta. Invece, a fine sessione ecco la doccia gelatissima: cancellati due tempi a Pecco Bagnaia, il primo per la caduta di Johann Zarco, il secondo, decisivo, per quella di Miguel Oliveira.

"Andremo in direzione corse a chiedere spiegazione", sibila il team manager Davide Tardozzi a caldo. "Abbiamo espresso la nostra perplessità su questa decisione: il regolamento c’è e va rispettato, ma il nostro pilota non poteva vederle, perché erano all’esterno della curva, mentre il pilota, naturalmente, guarda all’interno. Non poteva vederla, c’è qualcosa che non funziona", ha poi spiegato Davide.

La regola è chiara, probabilmente non equa, ma è giusto fare delle verifiche. Al momento, Bagnaia, da primo e splendido protagonista, si trova 11esimo, con una gara apparentemente compromessa. La rimonta dalla quarta fila non è impossibile, sia chiaro, anche perché Pecco ha un passo da riferimento.

Ma è chiaro che la sua gara cambia un bel po’. “Hanno stufato con questa regola” dice Bagnaia tornando ai box usando naturalmente altre parole, proprio mentre lo Stewards Panel comunica che il tempo di Bagnaia è stato cancellato per le bandiere gialle alla curva 9.

Così, in pole si ritrova un consistente Fabio Quartararo, bravo e molto sportivo nelle sue dichiarazioni.

“La mia non è veramente una pole: so che Bagnaia ha fatto un tempo per me impossibile anche solo da pensare, Pecco si sarebbe meritato la pole. Sono molto contento del mio passo, sono in un’ottima posizione per fare bene”, ammette Quartararo. Lui è stato molto veloce e costante nelle FP4, è davvero messo bene per la gara.

Attenzione alla Suzuki

Ma lo è anche la Suzuki, in particolare con Alex Rins, secondo.

“Non è stato facile: con la prima gomma non riuscivo ad andare forte, ma con la seconda mi sono messo davanti a spingere. Non so cosa sia successo con Bagnaia, io sono contento di essere andato più forte del 2020”, sorride Alex, che, come sempre, è messo molto bene sulla distanza.

Lo è anche Joan Mir, che però scatterà dalla terza fila, ancora una volta costretto a passare dalla Q1. La Suzuki conferma tutto il suo equilibrio, come dice Mir non ci sono punti particolarmente forti, ma non ce ne sono nemmeno di deboli: anche Mir può puntare perlomeno al podio.

A salvare il bilancio della Ducati, che avrebbe potuto essere eccezionale, invece è deficitario per una penalizzazione discutibile, ecco il terzo tempo di Johann Zarco, caduto con la prima gomma.

“Qui è importante partire davanti. Stavo andando bene, sono caduto per provare una percorrenza diversa e si è chiuso l’anteriore. Per fortuna sono potuto tornare ai box con la moto, mi sono un po’ rilassato, ho colto un buon risultato. Ho l’opportunità di fare una bella gara”, dice il francese, che nelle FP4 ha messo in mostra un ottimo passo. Zarco c’è, come già successo in Qatar non si è fatto impressionare dalla caduta: bravo, anche psicologicamente.

Anche Vinales penalizzato

Anche Maverick Vinales è stato penalizzato, per aver “pizzicato” il verde: l’immagine televisiva, sinceramente, non conferma la circostanza: anche lui si è recato in direzione gara. Al momento è 12esimo: anche lui ha un buon passo, ma anche per lui è una gara se non compressa, certamente in salita.

Marquez straordinario

Al quarto posto Jack Miller, sempre un po’ altalenante nelle sue prestazioni, al quinto un Franco Morbidelli convincente e sicuramente in ripresa: ha un buon passo.

Straordinario sesto Marc Marquez, passato dalla Q1: nelle FP3 e nelle FP4 Marc era sembrato un po’ in difficoltà, ma nel giro secco ha ritrovato la velocità, prima sfruttando la scia di Mir in Q1, poi agevolato dalla penalizzazione di Bagnaia. Così Marc si ritrova in seconda fila, un risultato straordinario. Oggi, però, il campione della Honda ha mostrato qualche difficoltà fisica, inevitabilmente stanco, forse incapace di resistere per tutta la gara. Ma Marquez è straordinario, potrebbe anche fare un altro recupero imprevedibile. Bravissimo.

Aleix Espargaro porta l’Aprilia al settimo posto, con un bravissimo Luca Marini ottavo, nonostante una caduta nelle FP4: bravo Luca.

Decimo uno dei favoriti, Miguel Oliveira, caduto mentre stava tirando. Ma ha un buon passo. Sempre in grande difficoltà Valentino Rossi, 17esimo: si prospetta un’altra gara molto complicata.

Segui il GP del Portogallo 2021 sul nostro LIVE

Segui il commento delle qualifiche di Zam e Livio Suppo IN DIRETTA OGGI ALLE 21

Rivedi il commento delle prove libere di Zam e Manuel Pecino

Gli orari della corsa in TV domani su Sky, DAZN e TV8

L'editoriale di Nico sul ritorno di Marc Marquez

La classifica delle qualifiche

Pos. Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time Gap 1st/Prev.
1 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 334.3 1'38.862  
2 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 334.3 1'38.951 0.089 / 0.089
3 5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing Ducati 345.0 1'38.991 0.129 / 0.040
4 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team Ducati 341.7 1'39.061 0.199 / 0.070
5 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 328.2 1'39.103 0.241 / 0.042
6 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 332.3 1'39.121 0.259 / 0.018
7 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 337.5 1'39.169 0.307 / 0.048
8 10 Luca MARINI ITA SKY VR46 Avintia Ducati 337.5 1'39.386 0.524 / 0.217
9 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 330.2 1'39.398 0.536 / 0.012
10 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 330.2 1'39.445 0.583 / 0.047
11 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team Ducati 339.6 1'39.482 0.620 / 0.037
12 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 331.2 1'39.807 0.945 / 0.325
13 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL Honda 337.5 1'39.530 0.277 / 0.228
14 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team Honda 334.3 1'39.710 0.457 / 0.180
15 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 336.4 1'39.776 0.523 / 0.066
16 23 Enea BASTIANINI ITA Avintia Esponsorama Ducati 338.5 1'39.855 0.602 / 0.079
17 46 Valentino ROSSI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 334.3 1'39.943 0.690 / 0.088
18 9 Danilo PETRUCCI ITA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 336.4 1'40.202 0.949 / 0.259
19 27 Iker LECUONA SPA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 336.4 1'40.408 1.155 / 0.206
20 32 Lorenzo SAVADORI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 336.4 1'40.444 1.191 / 0.036
21 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda
  • Angelo142, Verdello (BG)

    Honda aveva impostato un buon progetto con Lorenzo. Adesso dipende solo da uno stuntman che con l età e per gli eventi potrebbe perdere la voglia e lo spirito per guidare sempre sul filo del rasoio. Le altre moto hanno fatto importanti passi in avanti e Marquez è quello che rischia sempre più di tutti con tutte le conseguenze già viste. Non ho visto il sesto tempo di oggi(che sarebbe 7' causa Bagnaia) mi è bastato vedere cosa ha dovuto fare ieri per il 6'.in campionato è già in una condizione che emotivamente non gli si addice, il rincorrere. Spero se la ragioni un po'. Il campionato è lungo, se si fa male ancora può essere molto pericoloso
  • Sberla1, Genova (GE)

    “La mia non è veramente una pole: so che Bagnaia ha fatto un tempo per me impossibile anche solo da pensare, Pecco si sarebbe meritato la pole.”
    Bravo Quartararo! Belle parole.
    L’unico marziano in pista oggi era Pecco e quel giro cancellato dai burocrati incamiciati non sposta di una virgola la prestazione stellare di #gofree!
Inserisci il tuo commento