Team

MotoGP. Aprilia svela la nuova RS-GP 2020

- La Casa di Noale svela in Qatar la nuova moto con il motore a V di 90°

Aprilia ripone nella stagione 2020 grandi speranze. Ripone grande fiducia nei piloti e soprattutto nella RS-GP, una moto interamente riprogettata. Alla prima occhiata colpisce l'aerodinamica pesantemente rivista, ma è sotto alla carena la novità più importante: un nuovo motore a V di 90°. Nuovi sono anche in cambio seamless, sviluppato internamente, e un telaio a doppio trave in alluminio, materiale ripreso anche dal forcellone posteriore. Grande attenzione è stata riservata anche al comparto elettronico, forte di un organico interno ad Aprilia Racing potenziato durante la scorsa stagione.

MASSIMO RIVOLA - APRILIA RACING CEO
"Quello appena concluso è stato per Aprilia Racing l'inverno più lungo degli ultimi anni. Ragazze e ragazzi del reparto corse hanno profuso uno sforzo veramente incredibile, arrivare a Sepang con due prototipi è stata già per noi una piccola vittoria. La nuova RS-GP ha mostrato nel primo test buoni segnali, da quelli dobbiamo ripartire per costruire la nostra stagione. L'ho detto e lo confermo: non possiamo aspettarci un percorso netto, avremo sicuramente una prima parte di stagione complicata con una moto estremamente acerba, ma sono certo che da metà campionato si riuscirà a vedere il vero valore del grande lavoro svolto a Noale. Con la speranza di avere con noi Andrea al più presto e poter disporre, assieme ad Aleix e Bradley, del nostro tridente di piloti al completo".

ROMANO ALBESIANO - APRILIA RACING TECHNICAL DIRECTOR
"La RS-GP 2020 rappresenta per Aprilia Racing una sfida tecnica unica. La nuova moto nasce raccogliendo i concetti cardine del reparto corse e rielaborandoli alla luce dell'esperienza accumulata durante le ultime stagioni. E' un prototipo innovativo sotto molti aspetti, a partire da quelli più chiaramente visibili, ed in questo conferma l'attitudine di Aprilia Racing che ha proprio nell'innovazione tecnologica il suo principale valore. Come tutte le riprogettazioni avrà bisogno di un periodo di affinamento, la nostra tabella di marcia negli ultimi mesi è stata estremamente serrata ma sono assolutamente soddisfatto del risultato raggiunto. Una soddisfazione che ho il piacere di condividere con il gruppo di lavoro di Noale".

FAUSTO GRESINI - TEAM MANAGER
"Sapere che la nuova moto è subito piaciuta ai piloti nei test malesi è stata la prima, buona notizia per la nostra stagione 2020. Lo sforzo di Aprilia Racing è stato incredibile, una dimostrazione di volontà e dedizione per questo campionato. L'inizio non sarà semplice, la moto è giovane e necessita ovviamente di essere sviluppata. Ma credo che la forza di una squadra si veda proprio in questi momenti, quando c'è il bisogno di compattare i ranghi e puntare tutti allo stesso obiettivo. Dopo l'entusiasmo per un buon debutto aspettiamo il responso di altre piste, a partire proprio dal Qatar. Dobbiamo rimanere tutti concentrati con una unica ambizione: portare questo progetto il più in alto possibile".

 

  • ilbardoblu, Milano (MI)

    Una moto Aprilia gp competitiva,deve essere il sogno di ogni appassionato di questo sport,si tratta sempre di una casa italiana di piccole dimensioni,che lotta contro dei giganti giapponesi.
    Una valanga di ingegneri in Giappone,contro pochi in casa Aprilia,tifare e sperare in buoni risultati diventa un obbligo morale.
  • alec_leamas, Genova (GE)

    Forme molto ardite e originali, spicca fra le altre moto della categoria.
    Alettone davvero enorme, ma anche cupolino e serbatoio hanno linee e sviluppo particolari, come pure l'asimmetria del terminale di scarico alto.
    Auguro ad Aprilia che la moto sia anche performante, oltre che fascinosa.
    Sul piano puramente estetico, resto comunque dell'idea che i prototipi Suzuki e Yamaha abbiano una maggiore armonia formale, che me le rende più piacevoli alla vista.
Inserisci il tuo commento