MotoGP 2022, GP di Indonesia a Mandalika. Pole position per Fabio Quartararo, davanti a Jorge Martin e Johann Zarco

MotoGP 2022, GP di Indonesia a Mandalika. Pole position per Fabio Quartararo, davanti a Jorge Martin e Johann Zarco
Giovanni Zamagni
Italiani: Enea Bastianini quinto, Pecco Bagnaia sesto, Fabio Di Giannantonio 11esimo, Franco Morbidelli 12esimo, Luca Marini 13esimo, Marco Bezzecchi 14esimo, Andrea Dovizioso 17esimo. Decima l’Aprilia con Aleix Espargaro
19 marzo 2022

Sembrava rassegnato, invece Fabio Quartararo si conferma campione di razza. Con questa M1 c’è una sola possibilità per puntare alla vittoria: partire dalla prima fila. Ecco perché la sua pole è fondamentale per la gara: adesso Fabio può pensare a sfruttare al meglio una Yamaha che con la pista libera davanti può fare la differenza. 

“È fantastico tornare qui, era tanto che non ero in pole. Sono molto felice e lo sono ancora di più per il passo che ho avuto nelle FP4. In QP ho fatto due giri veloci, non ho fatto troppi errori, devo ringraziare la squadra che non ha mai mollato”.

In prima fila, due Ducati, ma non quella di Pecco Bagnaia, passato bene dalla Q1, ma quelle del team Pramac, con Jorge Martin secondo e Johann Zarco terzo. Martin nel giro secco è un vero specialista, mentre Johann Zarco è stato costante in entrambi i giorni e in tutte le sessioni: può fare molto bene, come conferma lui stesso.

“Non è stato facile, sono molto contento. Alla curva 5 era un po’ complicato, dopo il primo giro ho spinto più forte. Se riesco a trovare il passo, un po’ di strada libera davanti posso fare bene”. Ottimista anche il compagno di squadra Zarco: "Le qualifiche sono importanti, è difficile superare in gara: mi sento positivo, meglio che in Qatar. Devo trovare ancora qualche decimo, siamo veramente al limite”

Bastianini bene, Bagnaia un po’ di rammarico

In Casa Ducati, Enea Bastianini conferma di aver ormai digerito le qualifiche: dopo la prima fila del Qatar, ecco la seconda fila: ha un buon passo. Come ce l’ha Pecco Bagnaia, passato molto bene dalla Q1. Anche in Q2 stava andando molto bene, per poi abortire il suo giro più veloce. Partire dalla seconda fila non è un grande problema per uno come lui, perché ha il passo ed è tornato a guidare la moto come nel 2021. Deve però partire bene.

Aprilia, solo A.Espargaro

L’Aprilia è solo quella di Aleix Espargaro, caduto nel finale delle Q2: purtroppo per Noale, Maverick Vinales continua a essere lontanissimo, è come se in pista ci fosse un pilota solo, come purtroppo avviene da anni. Bene la KTM, quarta con Brad Binder e settima con Miguel Oliveira. Può fare molto bene in gara.

Alle 14,30, in diretta su moto.it il team manager Francesco Guidotti.

Marc Marquez: due cadute e poca lucidità

Solo 15esimo Marc Marquez, una delle delusioni delle qualifiche assieme al compagno di squadra Pol Espargaro, immediatamente alle sue spalle. Marc è caduto a 7 minuti dal termine delle Q1: mentre rotolava nella sabbia (foto nel live), già pensava ad affrettare i tempi per tornare ai box. Una volta lì, è salito immediatamente sulla seconda moto, per l’ultimo tentativo per entrare in Q2.

Ha fatto “melina” lungo la pista, poi, con poca lucidità, ha scelto Takaaki Nakagami come riferimento. Il giapponese, però, era nettamente più lento, Marc ha forzato per cercare di transitare sul traguardo prima della bandiera a scacchi e poter effettuare così l’ultimo giro. E’ entrato deciso su Takaaki, ma poi ha nuovamente perso il controllo, per la seconda caduta in pochi minuti (foto nel live anche di questa), fortunatamente senza conseguenze. Così Marquez sarà costretto a partire dalla quinta fila, per un GP che si annuncia difficile. Qualifica disastrosa anche per Pol Espargaro, che dopo essere stato primo nelle FP1 ha continuato a retrocedere: anche il passo, non è buono.

Da Automoto.it

Caricamento commenti...