MotoGP 2022. Andrea Iannone. Dall'accusa di doping al ritorno su Aprilia

MotoGP 2022. Andrea Iannone. Dall'accusa di doping al ritorno su Aprilia
Il pilota è fermo dal 2019 a causa della squalifica per doping che scade a dicembre del 2023. Intanto però nel circuito di Misano è pronto a risalire in sella ad Aprilia domenica 8 maggio, insieme a Max Biaggi, Maverick Vinales ed Aleix Espargaro
15 aprile 2022

Andrea Iannone torna in Aprilia e lo fa in occasione dell’Aprilia Pro Experience in programma a Misano domenica 8 maggio.

Iannone in questo lungo periodo fuori dalle corse si è mantenuto in allenamento e più volte ha dichiarato di voler riprendere la carriera alla fine della squalifica.

La vicenda doping

La Fim il 17 dicembre 2019 aveva annunciato di aver momentaneamente sospeso Andrea Iannone dalle corse perché risultato positivo ad un controllo antidoping. In un campione delle sue urine erano state trovate tracce di steroidi anabolizzanti, relative a un controllo effettuato al Gran Premio della Malesia del 3 novembre 2019, quando il pilota correva per Aprilia in MotoGP.

Nel gennaio 2020 i risultati delle controanalisi hanno confermato la presenza della sostanza proibita. Il 10 novembre 2020 Iannone è stato squalificato per quattro anni dal Tas di Losanna e tutti i suoi risultati ottenuti dal 1º novembre 2019 vengono considerati non validi.

Il TAS, a novembre 2020, ha accettato il ricorso della Wada, l’organismo mondiale antidoping, inasprendo la pena, invece di azzerarla come richiesto da Iannone e dal suo avvocato.

Originariamente, Iannone era stato squalificato fino a giugno 2021, nonostante fosse stato provato (con sentenza scritta nero su bianco) la contaminazione alimentare e non il dolo.

Il ritorno in pista dell'ex pilota Ducati, Suzuki e Aprilia se lo vorrà, potrà avvenire a dicembre 2023, cioè tra più di un anno e mezzo.

Intanto farà l’istruttore insieme a Max Biaggi

Iannone, 247 gran premi disputati nel motomondiale con 13 vittorie e 35 podi, farà parte del team di istruttori all'Aprilia Pro Experience di domenica 8 maggio, al Misano World Circuit Marco Simoncelli.

L'Aprilia Pro Experience offre infatti a un numero molto ristretto di appassionati la possibilità di vivere una giornata incredibile in sella all'Aprilia RSV4 Factory, con tre coach eccezionali: Max Biaggi, Lorenzo Savadori e appunto Andrea Iannone.

Ognuno di questi seguirà 4 partecipanti, assicurando così ad ognuno la massima cura e supervisione possibile sia durante le attività didattiche nel box, sia durante la pratica in pista.

Il pacchetto comprende sei turni da venti minuti in sella alla Aprilia RSV4 Factory; ogni turno sarà intervallato da briefing e debriefing con analisi dei video onboard grazie a telecamere installate su ogni moto. Il trattamento esclusivo include anche il pranzo nell’hospitality Aprilia e un servizio fotografico dedicato.

Durante la giornata scenderanno in pista anche i due piloti del team Aprilia Racing in MotoGP, Aleix Espargaró e Maverick Viñales, a disposizione dei partecipanti durante le sezioni didattiche per condividere le loro esperienze in MotoGP: un ulteriore valore aggiunto a una giornata epica di passione e di divertimento.

MotoGP, GP di Misano 2021. Iannone: "Il fuoco c’è sempre"
MotoGP. Lo sfogo social di Andrea Iannone dopo le nuove regole su doping e uso di sostanze stupefacenti
Andrea Iannone tra passato, presente e futuro (in MotoGP)
MotoGP. Doping Andrea Iannone: 4 anni di squalifica
MotoGP. Andrea Iannone: "Mi hanno strappato il cuore"
MotoGP. Andrea Iannone e il caso doping: la decisione a metà novembre
MotoGP. Il caso Iannone resta incredibile

Hot now

Caricamento commenti...