MotoGP 2021. GP di Aragon. Vittoria di Francesco Bagnaia

MotoGP 2021. GP di Aragon. Vittoria di Francesco Bagnaia
Giovanni Zamagni
Capolavoro dell'italiano della Ducati, che piega Marc Marquez dopo 14 sorpassi negli ultimi tre giri. Terzo Joan Mir, quarta l’Aprilia di Aleix Espargaro. Ottimo sesto Enea Bastianini, davanti a Fabio Quartararo, in grande difficoltà, 15esimo Danilo Petrucci, 19esimo Valentino Rossi e 20esimo Luca Marini. Gara noiosa fino a tre giri dalla fine, poi pazzesca: voto 9,5
12 settembre 2021

ALCANIZ - Ha dovuto aspettare a lungo la prima vittoria in MotoGP, ma l’ha conquistata in un modo pazzesco: Francesco Bagnaia si conferma pilota straordinario.

In testa dal primo giro, Pecco ha fatto selezione, con il solo Marc Marquez capace di resistergli. Bagnaia davanti, Marquez dietro, apparentemente in controllo, in studio dell’avversario. Era questo il dubbio: Marc ha margine?

La risposta è arrivata a tre giri dalla fine, quando Marquez ha cominciato ad attaccare, sempre con lo stesso esito: Bagnaia davanti a lui frenava fortissimo, per passarlo il pilota della Honda doveva allungare ancora di più, con la inevitabile conseguenza di finire lungo e Pecco bravo a incrociare e a riportarsi davanti.

Se non ho sbagliato i calcoli, negli ultimi tre giri ci sono stati 14 sorpassi (7 sorpassi e 7 controsorpassi) tra i due fino alla curva 13, quando il tentativo di Marquez è stato decisamente troppo esagerato e gli ha fatto perdere 3-4 decimi decisivi. L’arrivo sul traguardo, quindi, è stato in solitario per Bagnaia, che ha fatto una gara straordinaria, guidando in una maniera impeccabile, senza mai un errore dalla partenza fino alla bandiera a scacchi

“Sono davvero felice, abbiamo lavorato tanto per arrivare a questo risultato. Ci avvicinavamo, ma succedeva sempre qualcosa: è un sogno portare a casa la prima vittoria, è una liberazione rispetto al passato.

Grazie al team, alla mia famiglia, alla mia fantastica ragazza, tutti con me. Non riesco a dire altro, non è stato facile stare davanti a Marc qui: lui non è al 100%, ma oggi con la sua voglia di vincere, con la sua rabbia è stato velocissimo” spiega Bagnaia nel parco chiuso.

E’ vero, che Marc non è ancora al meglio, ma per come ci ha provato fino alla fine è giusto dare tutti i meriti del successo a Bagnaia: è un successo vero al 100%. D’ora in poi, il pilota della Ducati sarà ancora più forte.

Un nuovo avversario

Marquez si è trovato per la seconda volta in carriera a lottare con Bagnaia: la prima era stato in Austria2, ma la pioggia ci aveva tolto un finale che avrebbe potuto essere altrettanto infuocato. Marc l’ha studiato a lungo, conscio di perdere molto nel T4 e quindi di dover affondare il sorpasso nelle curve precedenti a quella che immette sul rettilineo. Ci ha provato in tutti i modi, ma facendo sempre lo stesso errore, perché passare Bagnaia era quasi impossibile.

“Il vecchio Marquez è tornato dice qualcuno, oggi un po’ l’ho dimostrato. Non sono ancora al mio miglior livello, la sfida con Pecco è stata bellissima, ero al limite con moto e gomme. Venivo da due cadute, ma ci ho provato, lui è stato più forte di noi. Felice di questo podio in una stagione difficile” sono le prima parole di Marc, che chiaramente non è ancora al suo meglio, ma in gara non si è risparmiato, facendo vedere di avere di nuovo in mano questa Honda come ce l’aveva in passato.

Non è ancora quello di prima, ma è lì vicino. Il problema, per lui, è che adesso trova avversari più forti e consapevoli delle proprie possibilità.

Mir terzo al traguardo e in campionato

Al terzo posto Joan Mir.

“Sono stanco, ho dato il mio 110%. Sono un po’ deluso, mi aspettavo di fare meglio, mi aspettavo un passo più veloce. Speravo di stare più vicino ai primi, ma partire dalla settima posizione ci ha penalizzato. Spingeremo ancora di più nella prossima gara” dice Mir chiaramente poco soddisfatto. Si aspettava di più ed è anche stato superato in classifica da Bagnaia, anche se solo per 4 punti.

Al comando, Fabio Quartararo vede ridursi il vantaggio a +53, comunque tanti punti considerando che a cinque gara dal termine, ne ha due di margine.

Fabio è stato in grande difficoltà fin dal via, con l’unica possibilità di limitare i danni, forse in difficoltà con le gomme, più probabilmente - almeno secondo la mia analisi - in linea con quanto aveva dimostrato in prova. Questo era il peggior circuito per Fabio, quindi, teoricamente, dalle prossime volte, Quartararo tornerà competitivo. Ha sempre un bel vantaggio, ma con un Bagnaia così, qualche timore in più lo potrebbe avere.

Brava Aprilia, bravissimo Bastianini

Ancora competitiva l’Aprilia, quarta con Aleix Espargaro, mentre Maverick Vinales ha finito il suo primo GP con la RS-GP lontanissimo, al terzultimo posto, davanti solo a Valentino Rossi e Luca Marini.

Ma che bravo Enea Bastianini, sesto al traguardo dopo essere partito dalla terza fila. Enea è uno di quelli che ci arriva: magari ci mette un po’ di tempo, ma ci arriva. Bravissimo.

GP di Aragon 2021 - La classifica del GP

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team Ducati 167.8 41'44.422
2 20 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 167.8 +0.673
3 16 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 167.5 +3.911
4 13 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 167.2 +9.269
5 11 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team Ducati 167.0 +11.928
6 10 23 Enea BASTIANINI ITA Avintia Esponsorama Ducati 166.9 +13.757
7 9 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 166.9 +14.064
8 8 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 166.7 +16.575
9 7 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing Ducati 166.7 +16.615
10 6 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 166.7 +16.904
11 5 27 Iker LECUONA SPA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 166.7 +17.124
12 4 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 166.6 +17.710
13 3 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team Honda 166.5 +19.680
14 2 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 166.3 +22.703
15 1 9 Danilo PETRUCCI ITA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 166.1 +25.723
16   35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 166.1 +26.413
17   5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing Ducati 166.0 +26.620
18   12 Maverick VIÑALES SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 166.0 +27.128
19   46 Valentino ROSSI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 165.7 +32.517
20   10 Luca MARINI ITA SKY VR46 Avintia Ducati 165.2 +39.073
Non classificato
    96 Jake DIXON GBR Petronas Yamaha SRT Yamaha 156.8 22 Giri
Primo giro non terminato
    73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL Honda   0 Giro

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...