GP delle Americhe

MotoGP 2021. GP delle Americhe a Austin. Trionfo di Marc Marquez

- Vittoria in solitaria per lo spagnolo della Honda, davanti a Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia, che in qualche modo limita i danni: tra Quartararo e Bagnaia 52 punti di distacco. Grandissimo, ancora una volta, Enea Bastianini, sesto; 13esimo Andrea Dovizioso, 14esimo Luca Marini, 15esimo Valentino Rossi, 18esimo Danilo Petrucci e 19esimo Franco Morbidelli. Gara noiosa: voto 6
MotoGP 2021. GP delle Americhe a Austin. Trionfo di Marc Marquez

Lo si era intuito bene durante le prove, lo si era capito perfettamente durante il warm up: il favorito a Austin era Marc Marquez.

E Marquez ha trionfato in solitario, alla sua maniera su questa pista, dando un distacco abissale a Fabio Quartararo, secondo al traguardo a 4”679.

Marquez aveva chiara la tattica in testa: andare subito al comando, imporre il ritmo, scappare, amministrare. Ha fatto tutto così: in partenza è stato perfetto, alla prima curva ha girato davanti, con Quartararo dietro e apparentemente in controllo.

Per i primi cinque giri, Marc è stato relativamente tranquillo, non ha forzato, per poi fare la differenza nel sesto e nel settimo giro: con due passaggi da primato, ha allungato a +1”5, per poi continuare ad aumentare il suo vantaggio, rimanendo in testa dal primo all’ultimo giro per la quarta volta su questo tracciato.

Anche perché, naturalmente, Quartararo non aveva nessuna intenzione di prendere più rischi del dovuto, perché Pecco Bagnaia, il rivale in classifica, era dietro di lui, addirittura sesto.

Fabio, quindi, ha pensato ad arrivare comodamente al traguardo, mentre Bagnaia cominciava a trovare ritmo, fino a salire al terzo posto, con un gran sorpasso su Jorge Martin, che era già stato penalizzato con un long lap penalty per aver tagliato la 4 e la 5 a tre giri dalla fine. Jorge ha effettuato la penalizzazione all’ultimo giro, finendo così quinto dietro a Alex Rins.

Che tensione Miller/Mir

Con Quartararo secondo e Bagnaia terzo, la differenza di punti sale a +52 a favore del pilota della Yamaha: come dire, che ha due gare di vantaggio, quando alla fine ne mancano solo tre.

Difficile ricucire lo svantaggio, ma anche oggi Pecco ha dimostrato di non mollare mai, di crederci sempre. Sembrava in difficoltà all’inizio, è finito sul podio, come primo pilota Ducati: è lui il più forte di Borgo Panigale.

Ma Martin ha comunque fatto un ottima gara, mentre è finita a sportellate tra Mir e Miller, superati entrambi da un grande Bastianini. Enea avrebbe chiuso ottavo senza il contatto tra i due, ma è stato comunque bravissimo.

Bravo Bastianini, mentre Miller ha preso malissimo la sportellata presa da Mir: “Non è la prima” gli ha detto chiaramente nel giro di ritorno ai box, con Joan Mir che ha provato a scusarsi, senza però convincere l’australiano. Brutta prestazione e brutta manovra per il campione del mondo, davvero in difficoltà su questo tracciato, oltre ogni aspettativa.

Il compagno di squadra Alex Rins, a un certo punto, si pensava potesse conquistare il podio, invece è calato nel finale, riuscendo a guadagnare una posizione solo per la penalizzazione di Martin, penalizzazione che, tra l’altro, a me personalmente lascia molto perplesso.

Non è stato un GP esaltante, tutt’altro, su una pista molto spettacolare nel suo andamento, ma dove spesso le gare sono state noiose: adesso va riasfaltato completamente. Pare che Marquez sia disposto a pagare di tasca sua, pur di continuare a correre qui...

GP delle Americhe 2021 - La classifica della MotoGP

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 158.6 41'41.435
2 20 20 Fabio QUARTARARO FRA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 158.3 +4.679
3 16 63 Francesco BAGNAIA ITA Ducati Lenovo Team Ducati 158.1 +8.547
4 13 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 157.9 +11.098
5 11 89 Jorge MARTIN SPA Pramac Racing Ducati 157.9 +11.752
6 10 23 Enea BASTIANINI ITA Avintia Esponsorama Ducati 157.8 +13.269
7 9 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 157.8 +13.406
8 8 43 Jack MILLER AUS Ducati Lenovo Team Ducati 157.7 +14.722
9 7 33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 157.6 +15.832
10 6 44 Pol ESPARGARO SPA Repsol Honda Team Honda 157.4 +20.265
11 5 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Factory Racing KTM 157.2 +23.055
12 4 73 Alex MARQUEZ SPA LCR Honda CASTROL Honda 157.1 +24.743
13 3 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 157.0 +25.307
14 2 10 Luca MARINI ITA SKY VR46 Avintia Ducati 156.9 +26.853
15 1 46 Valentino ROSSI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 156.9 +28.055
16   27 Iker LECUONA SPA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 156.7 +30.989
17   30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 156.4 +35.251
18   9 Danilo PETRUCCI ITA Tech 3 KTM Factory Racing KTM 156.0 +42.239
19   21 Franco MORBIDELLI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 155.5 +49.854
Non classificato
    41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 156.8 12 Giri
    5 Johann ZARCO FRA Pramac Racing Ducati 146.1 15 Giri

 

Rivivi il GP delle Americhe 2021 sul nostro LIVE

"Non ci sono le condizioni per correre [VIDEO]", l'opinione di Zam dopo le prove libere di venerdì

Leggi tutti i commenti 169

Commenti

  • Wezzo, Reggio nell'Emilia (RE)

    Ma solo io ho notato a fine gara quelli in pista vicino a MM che festeggiavano con lui, esultavano....ma che avevano la maglia di VR?? 😅 😅 😅
  • Andrea.Turconi, Rho (MI)

    A me dispiace poi per Bagnaia perchè il mondiale era a portata di mano .... penso sia il pilota più veloce dopo MM ... Fabio sembrava un top rider ma molto lo fa la moto ... la M1 tanto denigrata dai canarini per ovvi motivi è la moto con più velocità in curva ed essendoci più curve che rettilinei ... i mondiali arrivano facili facili, poi i canarini a dire che non ha potenza, in Yamaha hanno stra dimostrato che quella non conta .... andatevi sempre a vedere chi era Furusawa ...
Leggi tutti i commenti 169

Commenti

Inserisci il tuo commento