Motomondiale

MotoGP 2021: Aprilia conferma i piloti

- Espargaró, Savadori e Smith. Il collaudatore verrà definito dopo i test invernali
MotoGP 2021: Aprilia conferma i piloti

Aprilia Racing conferma la line-up 2020 anche per il prossimo anno. Saranno Aleix Espargaró, Lorenzo Savadori e Bradley Smith a portare in gara la RS-GP anche nel 2021: il mercato piloti, al risolversi della situazione di Andrea Iannone - a cui Aprilia è rimasta fedele fino all'ultimo, dimostrando grande correttezza - era ormai praticamente definito. A fronte di soluzioni poco soddisfacenti, per l'una o per l'altra parte, fra quelle circolate nelle ultime settimane, a Noale hanno scelto di confermare i piloti già in forza al team.

 

L'evidente crescita di cui è stata protagonista la RS-GP, migliorata con il passare delle gare, fa sì che anche una scelta nel nome della continuità per gettare le basi, nel 2021, a quel percorso previsto per i prossimi cinque anni in cui Aprilia vuole aumentare la propria presenza in classe regina, creando un vivaio per alimentare poi il team ufficiale sulla falsariga di quanto avviene in altre realtà (e avveniva quando la Casa di Noale era protagonista nelle cilindrate inferiori). Ancora da decidere, al di là dell'ovvio ruolo di prima guida per Aleix Espargaró, Savadori e Smith. Chi sarà il collaudatore? Chi sarà il secondo pilota e chi il collaudatore fra Savadori e Smith.

“Non è un segreto, abbiamo offerto un'opportunità a tre giovani piloti perché ritenevamo che il nostro progetto potesse essere molto interessante per dei giovani talenti", ha commentato il CEO Aprilia Racing Massimo Rivolafacendo riferimento - fra gli altri - a Marco Bezzecchi"Ma non si sono sentiti ancora pronti al grande salto, e allo stesso tempo i team per i quali si sono impegnati per la stagione 2021 hanno preferito trattenerli: ne prendiamo correttamente atto rispettando la loro decisione. Preferiamo continuare coi nostri piloti piuttosto che scegliere soluzioni ancora aperte, ma che non ci convincono pienamente. Anche nelle difficili condizioni di questa stagione, particolarmente penalizzanti per un progetto al suo esordio, la moto si è migliorata tantissimo e ha ridotto significativamente i distacchi sia in gara che in prova  praticamente su tutti i circuiti. Aleix ha chiuso in crescendo, e proprio ieri ha girato in gara coi tempi dei migliori. Anche Lorenzo ha mostrato progressi importanti in solo tre gare, e sappiamo di poter contare sulla professionalità e l’esperienza di Bradley. Aleix sarà ovviamente la nostra punta, mentre la seconda guida, e quindi il ruolo di tester, saranno decisi al termine del programma di test invernali”.

  • Francino83, Senigallia (AN)

    Un pò come quando a fine serata vai con l'unica che ci sta :-)
    Si scherzaaaaaaa
  • JaeeP, Roma (RM)

    L'errore sta a monte, sotto forma di due aspetti. Il primo, è stato aspettare Andrea Iannone; dovevano correre ai ripari subito, lasciando una porta aperta qualora la vicenda con la WADA fosse finita bene, e per bene intendo comunque 18 mesi, periodo che comprende anche parte del 2021.
    Il secondo errore, se vogliamo chiamarlo così, lo ha commesso lo stesso Iannone, non liberando LUI l'Aprilia, in attesa di giudizio. Andrea doveva tirare fuori le palle e chiamarsi fuori, combattendo la sua battaglia rinunciando al "posto fisso" per permettere all'Aprilia di ingaggiare un pilota che potesse far crescere la RSGP. L'ho trovata una mancanza di rispetto per una azienda che gli ha dimostrato fiducia oltre ogni misura, arrivando a compromettere i propri sforzi in MotoGP.
    Sono molto contento per Savadori, spero abbia l'umiltà di voler imparare ad adattarsi alla moto, e la cattiveria che serve per vincere. E' un debuttante, ma non lo erano anche Binder, Oliveira, Quartararo, Rins ? Alzi la mano chi ci avrebbe scommesso un euro...
    Il problema forse è Smith. I miei dubbi sono legati alle sua capacità di collaudatore e di quanto sappia dialogare con i tecnici, stesso dubbio che avevo nei confronti di Cal Crutchlow.
Inserisci il tuo commento