GP di Aragon

MotoGP 2019. Spunti, considerazioni, domande dopo le qualifiche del GP di Aragon

- Quali potrebbero essere le chiavi della corsa? Come mai l’Aprilia è andata così forte? Perché Ducati è ancora così in difficoltà? Chi vincerà il GP?
MotoGP 2019. Spunti, considerazioni, domande dopo le qualifiche del GP di Aragon

ALCANIZ - Spunti, considerazioni, domande dopo le qualifiche del GP di Aragon 2019.

Ideal time delle QP.

L’ideal time (IT) è la somma dei migliori tempi realizzati da un pilota in ciascuno dei quattro settori in cui viene suddivisa la pista (tra parentesi il tempo reale ottenuto, BT).

Marquez 1’46”809 (1’47”009); Quartararo 1’47”336 (1’47”336); Vinales 1’47”423 (1’47”472); Miller 1’47”556 (1’47”658); A.Espargaro 1’47”727 (1’47”733); Rossi 1’48”015 (1’48”015); Morbidelli 1’48”114 (1’48”372); Crutchlow 1’48”190 (1’48”322); Dovizioso 1’48”225 (1’48”608); Mir 1’48”298 (1’48”458); Iannone 1’49”240 (1’49”240).

Considerazioni: L’IT conferma che Marquez non ha forzato più di tanto: poteva scendere “facilmente” sotto l’1’47”. Crutchlow e Dovizioso avrebbero guadagnato una posizione con l’IT.

Quali potrebbero essere le chiavi del GP?

  1. 1 giro. Marquez ha un passo irresistibile per tutti: se riesce a partire bene e stare davanti a tutti nel primo giro, difficilmente potrà essere battuto;
  2. Partenza Dovizioso. Andrea dice di avere il passo per giocarsi il podio, ma per arrivare nei primi tre dovrà obbligatoriamente scattare bene dalla quarta fila;
  3. Cambiamento condizioni. Domani potrebbe fare molto più caldo rispetto a oggi e se non pioverà più - come dovrebbe essere - potrebbero cambiare in maniera significativa le gomme sull’asfalto;
  4. A.Espargaro. Per chi crede di avere un buon passo, ma gli parte dietro in qualifica - come Rossi e Dovizioso - Aleix Espargaro potrebbe rappresentare una variabile importante per salire sul podio: superarlo non è facile, ma stargli dietro potrebbe significare perdere troppo tempo. Valentino e Andrea devono passarlo il prima possibile;
  5. Rins. Il pilota della Suzuki è tra quelli messi meglio come passo: se non perderà troppo nei primi giri, se la potrà giocare per il podio.

Il passo gara (in collaborazione con Antonio Lopez).

FP4: media dei migliori 10 giri:

1. Marquez 1’48”547; 2. Rins 1’49”460; 3. Miller 1’49”524; 4. Rossi 1’49”613; 5. Quartararo 1’49”678; 6. Vinales 1’49”741; 7. Morbidelli 1’49”907; 8. Dovizioso 1’50”157; 11 Petrucci 1’51”856; 12. Iannone 1’52”139.

FP4: media dei migliori 5 giri:

  1. Marquez 1’48”429; 2. Vinales 1’49”147; 3. Quartararo 1’49”155; 4. Rins 1’49”186; 5. Miller 1’49”358; 6. Morbidelli 1’49”376; 7. Dovizioso 1’49”418; 8. Rossi 1’49”444; 9. Petrucci 1’50”092; 12. Iannone 1’50”927.

Come mai l’Aprilia è andata così forte, piazzando per la prima volta in MotoGP due piloti in Q2?

Per una serie di combinazione. E’ una pista che piace molto ai piloti; in qualifica si sono trovati al posto giusto nel momento giusto; la RS-GP, come ripete spesso l’ingegnere Bernardelle, non è così male, è solo questione di esperienza e messa a punto al box. Qui, evidentemente, è stato trovato il giusto bilanciamento e non ci sono frenate importanti che mettono in crisi l’avantreno.

Aleix Espargaro: “Impressionato da Marquez”.

Il pilota dell’Aprilia ha conquistato il quinto tempo - miglior risultato in assoluto della storia della Casa di Noale in MotoGP - sfruttando la scia di Marc Marquez. A fine sessione, Espargaro si è detto impressionato da quello che riesce a fare Marc con la sua Honda: “E’ incredibile come guida: anche se io ero in scia a lui, frenava molto più tardi di me; poi, quando molla i freni, sparisce immediatamente con una velocità pazzesca”.

Perché Ducati è ancora così in difficoltà, specie con le gomme nuove?

Il problema è simile a quello di Misano: mancanza di grip sull’asfalto, questo comporta difficoltà al massimo angolo di piega. Ma anche i piloti hanno le loro colpe.

Pol Espargaro sarà al via?

Purtroppo no. Nella caduta nelle FP4, all’uscita della curva 9, ha riportato la frattura composta del radio mediale del polso sinistro. E’ già andato a Barcellona a farsi operare. Quindi i piloti dal 13esimo posto in poi guadagneranno una posizione sullo schieramento;

Come va giudicata la prestazione di Lorenzo?

Come posizione male, sicuramente, però è anche vero che Jorge in qualifica ha fatto vedere dei miglioramenti. Ma siamo ancora lontanissimi.

Tre frasi delle qualifiche

3) Carlos Checa a Jorge Lorenzo: “Jorge, guidi con il freno a mano tirato”;

2) Maverick Vinales: “Purtroppo, per fare prove per la Yamaha ho perso tempo nella ricerca della messa a punto;

1) Marc Marquez: “Prima dell’inizio della Q2, Santi (Hernandez, il capo tecnico, n.d.r.) mi ha detto di non fare il matto…”.

Pronostico.

Massimo Brizzi (Gazzetta dello Sport): 1. Marquez 2. Quartararo 3. Rins.

Flavio Vanetti (Corriere della Sera): 1. Marquez 2. Quartararo 3. Vinales.

Massimo Calandri (la Repubblica): 1. Marquez 2. Quartararo 3. Dovizioso

Manuel Pecino (PecinoGP): 1. Marquez 2. Quartararo 3. Vinales.

Antonio Lopez (PecinoGP): 1. Marquez 2. Quartararo 3. Vinales.

Zam: 1. Marquez 2. Quartararo 3. Rins.

Guarda gli Orari TV del GP di Aragon
Tutti i segreti della pista di Alcaniz
Leggi le statistiche del GP di Aragon
Tutte le notizie in diretta nel nostro LIVE

  • Federico Chiadini

    Vinales che si lamenta che deve far sviluppo dei pezzi nuovi è imbarazzante
  • ettorino2, Ancona (AN)

    È vero che per Espargaro sarà stato il circuito di casa e che avrà anche goduto del buon traino di Marquez, ma questa "ottima" qualifica testimonia senza smentita che l'Aprilia è ormai una moto matura e più che buona (altro competitiva) e che forse, potesse contare su almeno un pilota top la squadra, i risultati potrebbero essere ben altri...
    Magari non si lotterebbe coi Marquez e i Quartararo, ma al podio si potrebbe magari ambire con una certa frequenza.
    Perchè non pensare a "fermare" sotto contratto Zarco per i prossimi anni ora che è libero?
    Cmq felicissimo per l'Apriliona.
Inserisci il tuo commento