GP Austria

MotoGP 2019. GP Austria, Andrea Dovizioso vince all'ultima curva

- Fantastica vittoria del pilota Ducati, davanti a Marquez e Quartararo. Quarto Rossi, settimo Bagnaia (bravissimo), nono Petrucci (deludente), decimo Morbidelli, 16esimo e doppiato Iannone. Gara esaltante: voto 9
MotoGP 2019. GP Austria, Andrea Dovizioso vince all'ultima curva

ZELTWEG - E’ stata una sfida di nervi, coraggio, intelligenza, forza bruta, velocità pura. Un confronto tra grandissimi giganti del motociclismo, vinto di forza da Andrea Dovizioso, che nell’ultima curva ha compiuto qualcosa paragonabile a quello che aveva fatto Valentino Rossi nel 2009 con Jorge Lorenzo a Barcellona.

Un trionfo da applausi, forse il più bello della carriera del pilota della Ducati, ricco di significati: qualcuno in Ducati non crede in lui, pensa che con Jorge Lorenzo si vincerebbe di più. Chissà perché, poi, considerando quello che Andrea ha fatto nei due anni in Ducati di Jorge. Un successo che non riapre il campionato, ma che certifica la forza di un pilota troppo sottovalutato.

Una sfida meravigliosa

Dopo un quasi contatto alla curva numero 3 del primo giro, Dovizioso e Marquez hanno dovuto rincorrere, fino ad andare in testa al sesto giro, con Dovi davanti e Marquez secondo. Poi lo spagnolo è passato, ha forzato, ha provato a cambiare ritmo, ma Dovi è rimasto lì. Ha vacillato, sì, ma non ha mollato.

Poi è tornato al comando, lui con la soffice, l’altro con la media. Tra il 26esimo e il 28esimo giro si sono superati 8 volte, con il sorpasso finale, quello decisivo, effettuato da un Dovizioso immenso.

Questa volta non ha vinto la Ducati nella pista Ducati, ma ha vinto Dovizioso. La Desmosedici qui è sempre super competitiva, ma lo è anche la Honda con Marquez. Bravissimi tutti e due, piloti e marche: grazie!

Tre Yamaha in fila

Al terzo posto un grandissimo Fabio Quartararo, che si conferma pilota di grandissimo talento e carattere, con Valentino Rossi e Maverick Vinales al quarto e quinto posto.

Per il vecchietto un’altra soddisfazione, per il giovane Vinales un’altra sconfitta dura da digerire. Maverick a un certo punto sembrava averne di più di Valentino, ma non è riuscito a passare e nel finale ha dovuto resistere all’attacco di Alex Rins, finito a 0”021 dalla Yamaha.

Ottimo settimo posto per Pecco Bagnaia, davvero bravo, grandissimo ottavo posto per la KTM di Miguel Oliveira. Disastro Aprilia: l’immagine di Andrea Iannone che si sposta all’ultimo giro per far passare Dovizioso e Marquez è avvilente.

Qui il LIVE con i commenti dei piloti

La classifica della gara

Pos. Points Num. Rider Nation Team Bike Km/h Time/Gap
1 25 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 183.2 39'34.771
2 20 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 183.2 +0.213
3 16 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 182.8 +6.117
4 13 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 182.6 +7.719
5 11 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 182.6 +8.674
6 10 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 182.6 +8.695
7 9 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 182.0 +16.021
8 8 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 182.0 +16.206
9 7 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 181.9 +17.350
10 6 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 181.7 +20.510
11 5 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 181.5 +22.273
12 4 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 181.3 +25.503
13 3 6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team Honda 180.8 +31.962
14 2 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 180.6 +34.741
15 1 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 179.6 +48.109
16   29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 175.8 1 Lap
Not Classified
    53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 181.3 8 Laps
    43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 181.7 21 Laps
    55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 173.3 26 Laps
    44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 170.8 27 Laps
    35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 170.2 27 Laps
Leggi tutti i commenti 174

Commenti

  • Trillosumi

    Ciao sono Natale, forse è passata inosservata la Ducati nell`ultima gara, ma i più attenti hanno notato la cura e la ricercatezza del dettaglio, carenature nate qua e là, tutte in fibra di carbonio, la ricerca della massima penetrazione, la cura del flusso d`aria, la ricerca della massima trazione assistita da una elettronica di altissimo livello, li si giocheranno le partite!, non dimentichiamoci che ci sono le centraline uniche, ma come si sa gli ingegneri con una grandissima inventiva e capacità sono in grado di manipolare plasmare adattare alla moto e al pilota!, anche se non centra nulla con la MGP ..... fino ad un certo punto!, qualcuno si ricorda della mitica, Porsch 959 costruita nel 1983, anche se di elettronica si era all`età quasi della pietra! andatevi a rileggere le caratteristiche salienti Tecniche e vi fate una idea di come si è fatti passi da giganti nel campo dell`elettronica!, oppure signori qualcuno si è dimenticato che nel 1969 si è andati sulla Luna con una elettronica al tempo sofisticata, ma attualmente ridicola! tutte le operazioni del tempo, ora con un normale smarfon si comandava tutto! li ragazzi c`è una grande ricerca, ma ci sono anche cose che costano un botto che noi comuni mortali non vedremo mai!, le sfere dei cuscinetti in ceramica costruiti in assenza di gravità per la massima scorrevolezza? per abbattere gli attriti,

    è una provocazione, ma se si va a leggere il regolamento tecnico della MGP alla voce benzina si legge che i litri nel serbatoio devono essere 21!, fanno le verifiche i commissari, ma chi dice quanta lunga deve essere la cannetta che porta la benzina al motore e quanta benzina deve contenere l`apparato che la nebulizza nel motore?, una cannetta lunga due metri arrotolata quanta benzina contiene?, ecc, ecc. e non ho toccato il gonfiare il serbatoio, (poi ritorna normale! o il materiale delle palline per calibrare il serbatoio di materiale che passa da uno stato (diametro) piccolo a quello grande!.
    Ciao, Natale.
  • Strijbos, Alessandria (AL)

    Piccola ma importante considerazione:
    Prendo l'esempio di Rossi, ma vale per chiunque.
    Questa gara ha preso 7,71 sec. dal primo.
    Su 28 giri sono 27 centesimi al giro più lento.
    ORa chiedo ai tanti fenomeni del forum che danno dell'incapace a chi arriva a pochi secondi dal primo: voi lo sapete quanti sono 27 centesimi su un giro da 1'20"???
    e 7 secondi su 40 minuti sapete dirmi pecentualmente quanto fanno?
    Uno che offre una prestazione dello 0,0003% pià lenta del vincitore è un cretino?
    Ma di cosa stiamo parlando??
    Ripeto, non è per difendere Rossi, è un discorso generale per far rendere conto a certi leoni da divano che in MotoGP di cretini non ce ne sono.
    Sui forum parecchi, invece.
Leggi tutti i commenti 174

Commenti

Inserisci il tuo commento