Davide Brivio: "A Le Mans Valentino sarà al 100%"

Davide Brivio: "A Le Mans Valentino sarà al 100%"
Giovanni Zamagni
Dopo anni in Yamaha, Davide Brivio ha deciso di seguire Valentino Rossi: adesso lavora per il nove volte campione del mondo. Brivio giudica il GP del Qatar nel modo più "imparziale" possibile | G. Zamagni, Losail
22 marzo 2011

Punti chiave


Dopo anni in Yamaha, Davide Brivio ha deciso di seguire Valentino Rossi: adesso lavora per il nove volte campione del mondo. Brivio giudica il GP del Qatar nel modo più "imparziale" possibile.

«La prima gara ha confermato la grande competitività della Honda, già emersa durante i tersi invernali: hanno qualcosa in più rispetto a tutti gli altri. Jorge Lorenzo, con una Yamaha comunque buona, è riuscito, grazie al suo talento a lottare, agevolato questa volta dai guai fisici di Pedrosa: per quello che si è visto in prova e nella prima parte della gara, la posizione di Jorge sarebbe stato terzo. Probabilmente, quindi, vedremo un campionato nel quale la Yamaha cercherà di infastidire la Honda, ma non sarà facile. Per quanto riguarda Valentino con la Ducati, direi un buon, anzi ottimo debutto perché è riuscito a girare nei tempi previsti finché ha potuto. In questo momento ci sono due problemi sui quali lavorare: quello più grande è la spalla e solo attorno a Le Mans vedremo Valentino al 100%. Speriamo da giugno in poi di non sentire più parlare della spalla... Dall'altra parte, Rossi sta dando quante più indicazioni possibile perché i tecnici della Ducati possano lavorare. Quindi questi due mesi, nei quali deve sistemarsi fisicamente, potrebbero servire al reparto corse per migliorare la moto. Ci vuole solo un po' di pazienza: speriamo di vedere verso il finale di stagione lottare Honda, Yamaha e Ducati più alla pari».


Qual è la delusione del GP del Qatar?
«Mi aspettavo di più da Spies: ha impiegato troppo a iniziare nel clima della gara. Anche da Hayden mi sarei aspettato qualcosa in più».


Chi è andato oltre le tue aspettative?
«Lorenzo: non pensavo riuscisse a fare secondo».

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now