Planet Explorer 2 South Africa. In viaggio con i rinoceronti

Il fotoreporter motociclista Luca Bracali, regista di Easy Driver su Rai 1 e vincitore del Pulitzer della fotografia naturalistica, percorrerà 2500 km in 10 giorni in Sud Africa con la Honda Crosstourer | Video
22 ottobre 2012


Entrare nel Chinaka Lodge ti riporta indietro nel tempo, una enorme fetta di terra adibita a riserva privata, lontana da furibonde orde di turisti che scorrazzano su e giù alla frenetica caccia dei big five…

Arriviamo alla 1 di notte dopo aver percorso i 420 chilometri che da Springs ci separano a Vivo, un villaggetto non troppo distante, pensate un po’, da Messina, che in quesot caso invece di stare in Sicilia ce lo ritroviamo alle porte del Botswana! La prima presa di contatto con la Crosstourer è stata ottima, ovvio che la moto ti impegna nelle manovre da fermo per la sua stazza, ma la spinta vigorosa e progressiva del motore ci toglie d’impiccio da moltissime situazioni.

Alle 2 in punto un paio di bistecche al sangue, cotte su un barbecue di 2 metri e mezzo, ci vengono servite in tavola, una prelibatezza che ci ripaga delle oltre sei ore di guida, interrotte solo da due brevi soste per il rifornimento. Seppur deliziati da romantici bungalow con letti adornati da zanzariere in seta, la nostra notte durerà solamente 3 ore, nemmeno il tempo di riprenderci un po’ che dobbiamo prepararci per la savana. Per legge nei parchi nazionali del Sud Africa non si entra con la moto ma, in una riserva privata, è una concessione che possono fare se accompagnati da una guida e scortati da un’auto.

La Crosstourer, gommata da strada, fatica decisamente a muoversi nella finissima sabbia rossa che circonda il vasto areale del Chinaka. Ma è il traction-control di questa granturismo, che strizza l’occhio all’avventura, a fare la differenza, consentendoci di percorrere svariati chilometri all’interno della proprietà finché non dobbiamo arrenderci, ma solo per ragioni di sicurezza. Due enormi rinoceronti bianchi ci hanno avvistato da distanza, e dal momento che è uno degli animali più irascibili della savana è meglio salire in jeep, perché calcolando che questo erbivoro da due tonnellate viaggia a 50 km/h in qualunque condizione, non avremmo scampo per tentare una eventuale fuga nel bush.


E pensare che proprio in Sud Africa si consuma una delle più assurde carneficine di tutto il continente: la caccia di frodo ai rinoceronti. E sapete il motivo? Per l’idiota credenza popolare della medicina asiatica, in prevalenza quella cinese e vietnamita, dove si dice che la polvere di corno sia un rimedio naturale contro il cancro. Bullshits, direbbero gli inglesi! Nel 2007 sono stati 13 i rinoceronti uccisi, nel 2012 siamo già a quota 448, ma l’anno deve ancora concludersi. Il corno di rinoceronte (che potrebbe anche essere segato, sedando l’animale invece che ucciderlo…) al mercato nero viene pagato una follia, ben più dell’oro, 65.000 dollari al chilo! Anche noi di moto.it , amanti della strada ma anche della natura, aderiamo alla campagna “Save a rhyno” sperando possa realmente servire a qualcosa.

Alle 10 del mattino la temperatura nella savana è già di 39 gradi e l’abbigliamento da turismo che indossiamo non è certo l’ideale per un escursione termica assolutamente imprevedibile. Planet Explorer inverte la sua marcia e dopo aver toccato una delle punte più settentrionali del Sud Africa scende verso sud, verso la regione dello Mpumalanga dove le temperature precipitano rapidamente visto che iniziamo a salire in quota. Ad ottobre dicono che convenga viaggiare fino alle 3 del pomeriggio perché dopo il meteo può cambiare rapidamente. Manco a dirlo, nel primo pomeriggio il cielo comincia ad incupirsi e verso le 17 inizia a piovigginare. Più continuiamo verso sud e più la pioggia si intensifica fino a giungere a scrosci torrenziali dove persino i camion fanno fatica a proseguire. Non ricordo in vita mia di aver visto e di aver preso così tanta acqua.


La Crosstourer non si è scomposta di un soffio: le coperture Bridgestone Battle Wing hanno garantito un ottimo drenaggio ed il traction-control, una volta ancora, è stato provvidenziale. Ma oltre all’elettronica di Honda è anche un hotel lungo la via a venirci incontro ed è proprio a 40 chilometri da Hazyview che decidiamo di tirare, ed è proprio il caso di dirlo, i remi in barca…

Luca Bracali

Argomenti

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now

Cambia moto
Honda Crosstourer ABS (2011 - 16)
Honda

Honda
Via della Cecchignola, 13
00143 Roma (RM) - Italia
848846632
https://www.honda.it/motorcycles.html

  • Prezzo 14.700 €
  • Cilindrata 1.237 cc
  • Potenza 129 cv
  • Peso 254 kg
  • Sella 850 mm
  • Serbatoio 22 lt
Honda

Honda
Via della Cecchignola, 13
00143 Roma (RM) - Italia
848846632
https://www.honda.it/motorcycles.html

Scheda tecnica Honda Crosstourer ABS (2011 - 16)

Cilindrata
1.237 cc
Cilindri
4 a V
Categoria
Enduro Stradale
Potenza
129 cv 95 kw 7.750 rpm
Peso
254 kg
Sella
850 mm
Pneumatico anteriore
110/80-R19"
Pneumatico posteriore
150/70-R17"
Inizio Fine produzione
2011 2016
tutti i dati

Maggiori info

Ultimi articoli su Honda Crosstourer ABS (2011 - 16) e correlati