Test

Test SBK 2021. Jonathan Rea più veloce anche di Dani Pedrosa

- Rea arriva e mette tutti fila, precedendo anche Pedrosa con la KTM GP. Lowes è secondo delle SBK davanti a Razgatlioglu e Davies. Sykes è il più veloce dei piloti BMW
Test SBK 2021. Jonathan Rea più veloce anche di Dani Pedrosa

Proseguono i test al Motorland Aragon, dove alcuni team della Superbike si stanno preparando al primo round del mondiale che si correrà tra tre settimane proprio su questa pista. Lunedì il tracciato era umido e scivoloso, condizioni che sono poi migliorate nel corso del pomeriggio. Ieri invece splendeva il sole e la pista era in condizioni quasi perfette. Questo ha permesso ai piloti di lavorare con i propri staff tecnici, alla ricerca di un assetto che possa essere utile anche nel weekend di gare. Ieri erano scesi in pista solo Chaz Davies e i piloti BMW, ai quali oggi si sono aggiunti i due piloti ufficiali Kawasaki Jonathan Rea ed Alex Lowes, Isaac Vinales con la Ninja privata del team Orelac VerdNatura, ed i due piloti del team Pata Yamaha: Toprak Razgatlioglu ed Andrea Locatelli.

Al termine della giornata Rea ha preceduto tutti con il tempo di 1’49”547, risultando più veloce anche di Dani Pedrosa (1’49”921) che sta collaudando la KTM MotoGP. Il Cannibale ha dimostrato ancora una volta di aver trovato un ottimo feeling con la sua nuova ZX-10RR e di essere pronto a prendere il via nel mondiale. Che la nuova “verdona” vada forte lo ha confermato anche il suo compagno di squadra Alex Lowes autore di un best lap di 1’49”929. I due piloti della Kawasaki sono stati gli unici SBK a scendere sotto il muro del 1’50, in quanto Razgatlioglu ha fermato i cronometri sul tempo di 1’50”045. Nonostante sia solo al suo primo giorno in pista, il turco ha fatto meglio di Chaz Davies che aveva testato la V4 del team Go Eleven anche nella giornata di ieri e che oggi ha fatto registrare il suo miglior giro in 1’50”234. Tra i piloti BMW il più veloce è stato Tom Sykes che ha preceduto il compagno di squadra Michael Van der Mark.
 

Eugene Laverty con una M1000RR concessa in prestito al team RC dalla squadra ufficiale, è stato autore del settimo tempo assoluto, ad un secondo e mezzo da Rea. Una prestazione positiva se si considera che per il nordirlandese è solo il secondo giorno in assoluto sulla nuova moto tedesca. Dietro al pilota/collaudatore BMW troviamo Andrea Locatelli, che ha preceduto Jonas Folger con la quarta BMW e lo spagnolo Isaac Vinales con la Kawasaki privata già in versione 2021.

Oggi seconda ed ultima giornata di test per i piloti Yamaha e per la squadra KRT, con Rea che proverà a dare l’assalto al giro veloce della pista aragonese che già gli appartiene (1’48”7). 

Chaz Davies ed il team GoEleven sono invece già in viaggio verso il circuito di Navarra, nel nord della Spagna, dove svolgeranno altri due giorni di prove insieme al team Aruba.it Racing Ducati ed al team Motocorsa Racing.

  • Picinin se, Padova (PD)

    moto GP contro Superbike: il record motogp della pista è 01’47,33, quindi una Superbike gira circa 2 secondi più lenta di una moto GP. Però c'è un però: le Superbike derivano da moto di serie, le moto GP sono prototipi che costano decine di milioni di euro di sviluppo all'anno. Perché c'è così poca differenza tra prototipi guidati da piloti di livello e ingaggio nettamente superiori e le derivate dalla serie con team dai budget ridottissimi rispetto ai prototipi e piloti di livello inferiore rispetto ai colleghi di moto GP, quando nelle automobili la differenza dal tempo su giro di una Formula Uno e di una GT 2 è di decine di secondi? Come si giustificano questi investimenti? Gomme?
Inserisci il tuo commento