Mondiale Superbike

Superbike 2021, Rinaldi ufficiale Ducati. Davies in uscita?

- Arriva l'annuncio: Michael Ruben Rinaldi entrerà nel team Aruba.it affiancando Scott Redding
Superbike 2021, Rinaldi ufficiale Ducati. Davies in uscita?

Alla vigilia dell'ultimo round di questo Mondiale 2020 arriva quell'annuncio che era nell'aria ormai da mesi - sostanzialmente da quando Michael Ruben Rinaldi ha vinto una manche ad Aragon - ovvero la conferma dell'ingaggio del pilota riminese nel team ufficiale Ducati. Dopo l'ipotesi delle tre moto ufficiali con la terza V4R affidata al team Go Eleven, per consentire a Rinaldi di continuare nella sua crescita in un ambiente "a pressione controllata", si è poi tornati a quella iniziale, con Michael che andrà a sostituire Chaz Davies nella squadra ufficiale.

Il comunicato Ducati non fa menzione del destino di Chaz Davies, ma cita esplicitamente il solo Scott Redding come compagno di squadra di Rinaldi, lasciando quindi intendere la partenza del gallese verso altri lidi. Rinaldi torna così a far parte di quel team Aruba.it dove aveva già militato nel 2016 con la Ducati Panigale R nella categoria Superstock, classe che ha vinto l'anno successivo. Sempre nelle fila del team junior Aruba.it, Rinaldi esordisce in classe regina nel 2018 partecipando alle sole gare europee, per poi disputare tutta la stagione con il team Barni.

Nel 2020, Rinaldi ha vinto Gara-1 ad Aragon, salendo poi sul podio anche nella Superpole Race e nella seconda manche con la Ducati Panigale V4R del team Go Eleven.

“Con grande entusiasmo diamo il benvenuto nel nostro team a Michael" ha commentato Stefano Cecconi, team principal della squadra Aruba.it Ducati. "Questo è per noi motivo di profonda soddisfazione oltre che una conferma della bontà del progetto che abbiamo intrapreso cinque anni fa con il nostro Junior team. Proprio Rinaldi ne è stato uno dei grandi protagonisti, ottenendo importanti risultati: gli stessi che ci aspettiamo possa conquistare nella prossima stagione. Un forte ringraziamento a Chaz Davies per tutti gli anni passati insieme fin da quando, con Aruba.it, abbiamo deciso di intraprendere questa affascinante avventura e durante i quali si è creato un legame di profonda stima e fiducia. L'affetto per l'uomo e per il pilota rimarrà sempre intatto e per questo vogliamo augurare a Chaz il meglio per il futuro, sia dentro che fuori dal circuito".

“Siamo contenti di dare il benvenuto a Michael Ruben Rinaldi nella squadra ufficiale" fa eco il direttore generale di Ducati Corse Gigi Dall'Igna. "Quest’anno Michael ha dimostrato una grande competitività, coronata dalla vittoria di Aragon, ed è sempre stato in lotta per le posizioni di vertice. Crediamo che sia giunto per lui il momento di passare nella squadra ufficiale e siamo convinti che abbia davanti a sé un brillante futuro.  Desidero ringraziare Chaz, che in questi sette anni è stato un ottimo ambasciatore per il nostro marchio ed ha ottenuto dei risultati molto importanti con noi: 27 vittorie più altri 59 podi e per tre volte consecutive vice-campione del mondo. Cercheremo di chiudere nel migliore dei modi questa nostra avventura insieme nel prossimo weekend di gara a Estoril."

“Dopo un appassionante percorso in Ducati, approdare nel team ufficiale è per me un onore, oltre che la conferma della qualità del lavoro svolto in questi anni" chiude infine Michael Ruben Rinaldi. "Il mio primo obiettivo sarà quello di ripagare la fiducia che mi è stata concessa e potrò farlo soltanto attraverso i risultati che riuscirò ad ottenere. Per un pilota italiano, correre con la Ducati è una sensazione straordinaria e sono certo che la passione del popolo ducatista mi darà una spinta in più. Vorrei ringraziare Stefano Cecconi e la famiglia Aruba che ha sempre creduto in me e Daniele Casolari, Serafino Foti e tutta la Feel Racing per avermi supportato in questi anni. Un pensiero particolare a Claudio Domenicali, Gigi Dall’Igna e Paolo Ciabatti per avermi fatto partecipe di questo nuovo progetto. Vorrei infine coinvolgere in un ideale abbraccio la famiglia Ramello, Denis Sacchetti e tutti i ragazzi del team Go Eleven. Grazie a loro sono riuscito a fare un salto di qualità importante che mi ha permesso di raggiungere questo fantastico traguardo. E naturalmente voglio ringraziare anche la mia famiglia per avermi sostenuto fin dall’inizio, insieme a Germano Bertuzzi il cui sostegno è stato fondamentale per me. A tutti sento di promettere il mio massimo impegno con l’obiettivo di ottenere insieme dei grandi risultati".

  • Guido Marrucci, San Miniato (PI)

    Io me ne stavo in Go Eleven.....

    I team ufficiali all'italiana devono estiguersi sono dei carrozzoni pieni di sistemati senza fame.

    È la ricetta per vincere solo delle gare!

    Spero che ci vada Davies in Go Eleven che la sua forza è essere umile, volenteroso ed educato poi si ride.....🤭
  • roberto.biagi3807, Genova (GE)

    Dopo sette stagioni di Davies nel team ufficiale, mi sembra sensato dare la possibilità ad un giovane pilota. Lasciando stare lo scorso anno, con evidenti problemi di adattamento alla V4 nella prima parte di stagione, quest'anno Redding gli arriva davanti in campionato, per cui è logico che Ducati tenti di rafforzare la squadra assumendo un pilota promettente. Non è affatto certo che faccia meglio di Davies, ma nell'ottica della squadra ci sta la scelta di cambiamento.
Inserisci il tuo commento