SBK 2022. A Most, Hickman porterà di nuovo le road race in pista

SBK 2022. A Most, Hickman porterà di nuovo le road race in pista
Carlo Baldi
Dopo la wild card di Donington Park Peter Hickman salirà sulla M1000RR ufficiale per sostituire Van der Mark. Scopriamo chi è il pilota inglese che ha vinto al TT e a Macao
26 luglio 2022

Anche se le sue prestazioni a Donington Park non sono state certamente esaltanti, in occasione del prossimo round WorldSBK di Most in Repubblica Ceca, la BMW ha voluto promuovere Peter Hickman nel team ufficiale, in sostituzione di Michael Van der Mark. L’olandese dovrebbe rientrare a Magny Cours, nelle gare che si correranno ai primi di settembre, ma nel frattempo sarà il nove volte vincitore del TT a portare in pista la M1000RR ufficiale, con il compagno di squadra Scott Redding.

A Donington Park “Hicky” aveva corso come wild card con il team FHO Racing BMW, la stessa squadra con la quale disputa il BSB Superbike. Dopo aver concluso la Superpole in ventiduesima posizione, nelle tre gare non ha raccolto punti: ancora ventiduesimo in Gara1, sedicesimo nella Superpole Race e diciannovesimo in Gara2. Anche se conosceva bene il tracciato inglese, la moto che Peter utilizza nel BSB è priva di controlli elettronici e per questo motivo sia lui che il Campione BSB uscente Tarran Mackenzie, hanno fatto fatica ad adattarsi alle loro moto in versione WorldSBK.

Hickman è nato l'8 aprile del 1987 e ha vinto per ben nove volte al Tourist Trophy, dove corre dal 2014. Da sempre Peter si cimenta sia nelle tremende gare stradali del TT e di  Macao, che nel BSB Campionato Inglese Superbike, dove ha vinto la sua prima gara a Caldwell Park sempre nel 2014.

Negli ultimi due anni del BSB Hicky ha corso con la moto della casa tedesca, ed ha concluso quattordicesimo nel 2020 e quinto nella passata stagione, nella quale ha avuto come compagno di squadra lo spagnolo Xavi Fores, vecchia conoscenza del mondiale Superbike.

Il suo nome è però maggiormente legato alle gare stradali, grazie ai successi ottenuti sull’Isola di Man nel 2018 (due gare) e del 2019 (tre gare). Quando la più famosa gara al mondo è stata ripresa dopo la pausa Covid-19 il pilota inglese ha vinto ben quattro gare in una settimana, impresa riuscita in precedenza solo da altri due piloti, Phillip McCallen e Michael Dunlop. Meglio di loro solo Ian Hutchinson, cinque volte vincitore nel 2010.

Peter detiene anche il record come il più veloce esordiente in assoluto all'Isola di Man, quando la sua velocità media sul giro in prova fu di  207,773 km/h e quella in gara di 201,78 km/h.

La “leggenda” narra che per prepararsi al TT Hickman abbia noleggiato un auto ed abbia percorso il tracciato per circa 70 volte. Nella sua prima vittoria sull’isola nella categoria Superstock del 2018, Hickman ha dovuto superare piloti del calibro di Michael Dunlop e Dean Harrison, battendo due volte il record sul giro di Ian Hutchinson, Inoltre ha vinto il Senior TT stabilendo il nuovo record assoluto, con una velocità media di 217,989 km/h.

Oltre che al TT Peter ha corso anche all'Ulster Grand Prix, vincendolo nel  2015, e al Gran Premio di Macao. Sul tremendo circuito cittadino cinese si è aggiudicato la gara del 2015, con una BMW S1000RR, e del 2016, precedendo di soli 0,533 secondi l'otto volte vincitore di Macao Michael Rutter. Nel 2017, Hickman si è dovuto accontentare del secondo posto, ma l’anno successivo ha portato sul gradino più alto del podio la BMW preparata da Smiths Racing per Aspire Ho.

Sono molti i piloti del mondiale Superbike, primo tra tutti Scott Redding, che giudicano pericolosa la pista di Most, con l’asfalto che in alcuni punti è a pochi centimetri dal guardrail, ma per chi ha corso a Macau il tracciato della Repubblica Ceca non rappresenta certamente un problema.

Ultime da Superbike

Da Automoto.it

Caricamento commenti...