scuola di enduro

Lezioni di enduro con Gio Sala: la salita

- Il grande campione di enduro Gio Sala ci spiega come affrontare una salita impegnativa su fondi differenti: il sasso smosso, le radici, il canale e il gradino. Puntata 1/4

Moto.it vi presenta la nuova serie di puntate video in cui sveliamo tutti i segreti dell’enduro professionale.
Il nostro e il vostro maestro è il mito dell’enduro mondiale, Gio Sala. Sei titoli mondiali, diciannove campionati italiani e dieci Dakar in Africa sono l’incredibile palmarés del campionissimo bergamasco. 
Il Gio è affiancato dal nostro tester Aimone Dal Pozzo (campione italiano di enduro nel 2002 e istruttore federale FMI). Le lezioni del Gio si rivolgono agli enduristi esperti, che vogliono mettersi alla prova e che desiderano migliorare il proprio stile di guida.


Come affrontare la salita

Gio Sala ci spiega nel video in apertura come affrontare la mulattiera in salita. E' una delle difficoltà tipiche dell'enduro, che può a sua volta offrire diverse situazioni che variano al cambiare del fondo. Il nostro maestro-campione segue l'allievo sul campo e gli dà le indicazioni in diretta, parlandogli nel casco con l'Interphone Offroad by Cellularline. In questo modo Aimone riceve le correzioni di Gio in tempo reale e può subito rimediare agli errori di guida.

1. Partiamo con le radici, tipiche dei fondi del Nord Europa, ma presenti spesso anche sulle nostre montagne. Qui è essenziale spostare il peso indietro e alleggerire la ruota davanti. Il motore va tenuto in tiro, usando la frizione per modulare la trazione. Ricordiamoci poi il colpo di gas per superare le radici più grandi e non perdere l'abbrivio.

2. Passiamo ora al sasso smosso, croce e delizia dell'endurista. E' importante far galleggiare l'avantreno, mentre il motore deve spingere sempre. Con la frizione gestiamo la potenza del motore e la trazione, evitando ogni effetto on-off che ci farebbe fermare. Lo sguardo va tenuto lontano, per individuare la traiettoria migliore e più scorrevole. 

3. Le salite non sono sempre scorrevoli, anzi. Spesso sono rese ancora più impegnative dalla presenza di gradini (o gradoni!) inaspettati.
Qui dovremo buttare la ruota oltre l'ostacolo con una leggera impennata, portando subito il corpo in avanti. E se non riusciamo a superare il gradone? No problem, giriamo la moto e riproviamo. Non intestardiamoci a ripartire dal gradone, rischieremmo solo di bruciare la gomma e mandare in ebollizione l'acqua del radiatore. 

4. Nei canali in salita cerchiamo di contrastare l'impennata e teniamo le braccia libere sul manubrio. E' infatti fondamentale muoversi di lato sulla moto per tenere la moto centrale nel canale. Teniamo la velocità costante e guardiamo sempre molti metri in avanti per individuare la linea migliore. 

Le pillole del Gio: l'allenamento

Gio Sala consiglia di allenarsi tanto con la moto, alternando l'enduro al motocross. Il primo allena il pilota a saper improvvisare in una frazione di secondo. Il motocross dà invece la velocità e la preparazione fisica adatte ad affrontare le competizioni di enduro al 100%.

  • Dado07, Pescara (PE)

    Che gran piacere rivedere il Giò nazionale (e anche internazionale, a dire il vero!). Persona eccezionale, di grande simpatia e comunicativa. La sua calma e la sua pacatezza nello spiegarti le cose sono inversamente proporzionali alla manetta che ha quando sale in moto. Un abbraccio!
  • giampietro5539, Varese (VA)

    QUARANT'ANNI fa anch'io andavo per boschi con una montesa
    i tempi sono cambiati e anch'io
    non dite che amate la tranquillità e l'ambiente
    io per rispettare la natura ho poi sempre girato con la mtb
    trovando anche problemi di convivenza con gli altri fruitori del bosco
    nonostante questo ho appena ordinato una nuova KTM (bici ovviamente)
    PROVARE PER CREDERE diceva un tale !!!!
Inserisci il tuo commento