motomondiale

Husqvarna correrà in Moto3 nel 2014 con Danny Kent

- Husqvarna Motorcycles annuncia il debutto in Moto3 col team ufficiale Red Bull Husqvarna Factory Racing diretto da Aki Ajo. A portare la moto in pista saranno Danny Kent e Niklas Ajo
Husqvarna correrà in Moto3 nel 2014 con Danny Kent

La lista dei partenti in Moto3 nel 2014 si allunga e si arrichisce di un marchio glorioso che per la prima volta sbarca nei circuiti del Motomondiale. 
Husqvarna Motorcycles annuncia infatti il debutto in Moto3 col team ufficiale Red Bull Husqvarna Factory Racing diretto da Aki Ajo. A portare la moto in pista saranno Danny Kent e Niklas Ajo.
A ben guardare lo storico brand svedese aveva già solcato le piste di asfalto con gomme slick, ma si trattava dei campionati Supermoto (specialità in cui ha vinto cinque allori), tecnicamente più vicini all'offroad di quanto ovviamente non sia la velocità.
E, a cavallo dei due conflitti bellici, Gunnar Kalén portò l'Husqvarna al successo nel Campionato Europeo di velocità Classe 500.
Nel 2014 la Casa motociclistia punta ambiziosamente a rimpinguare il suo palmares, schierandosi su più fronti in modo ufficiale sia nel motocross che nella velocità.
Infatti il Red Bull Iceone Husqvarna Factory Team, di proprietà di Kimi Raikkonen, gareggerà nel mondiale di cross, classe MX1, con due piloti d'esperienza come il sudafricanoTyla Rattray, classe 1985, campione MX2 nel 2008, e il 23enne australiano Tod Waters.
L’ex campione del mondo Jacky Martens sarà invece alla guida del Wilvo Nestaan Husqvarna Factory Racing Team in MX2. Roman Febvre e Aleksandr Tonkov saranno i piloti responsabili del rilancio Husqvarna nella classe minore.

In Moto3


In Moto3 il giovanissimo Danny Kent sarà affiancato dal finlandese Niklas Ajo. Non ci sono ancora dettagli inerenti la moto, ma visto il regolamento attuale della Moto3 è logico pensare che le Husqvarna portate in gara saranno delle KTM Moto3 riviste in qualche dettaglio tecnico (nella foto sopra vedete la nostra ricostruzione di come potrebbe essere la Moto3 Husqvarna).
In questa categoria possono infatti correre solo motori monocilindrici fino a 250 cc, a quattro tempi, mentre il peso complessivo minimo per moto e pilota è fissato in 148 kg.
Proprio Maverick Vinales ha vinto il titolo 2013 in sella alla KTM Moto3. E' facile ipotizzare quindi un esordio potenzialmente vincente per le nuove Husqvarna, che saranno spinte dal motore oggi più performante della Moto3.
La partecipazione di Husqvarna al campionato di velocità destinato ai prototipi lascia presagire anche un concreto interesse della Casa verso il mercato delle moto stradali.
Interesse che ha trovato riscontro a Milano, durante EICMA 2013, nella presentazione del concept 701, votato proprio all'utilizzo stradale.

Husqvarna 701
Husqvarna 701


Stefan Pierer, CEO di KTM: «Far correre Husqvarna nel mondiale di velocità porterà interesse sia a questo sport, sia al nostro marchio.
Con 110 anni di storia Husqvarna è conosciuta in tutto il mondo e dall'esperienza in Moto3 riceverà una ulteriore spinta che la renderà ancora più forte, ci aspettiamo grandi cose per l'anno prossimo».


Pit Beirer, capo di Husqvarna Motorsport
: «La nostra sfida con Husqvarna in Moto3 rappresenta un passo fondamentale per l'azienda. Siamo esaltati da questo nuovo progetto. Porteremo le migliori risorse e competenze in Moto3 per raggiungere presto il successo. Danny Kent sarà il nostro pilota ufficiale, mentre Niklas Ajo riceverà il nostro supporto. Non vediamo l'ora di cominciare».
 

  • markovic, Saronno (VA)

    ..niente cinesi..indiani..

    ..le vecchie Husky finiranno in mano agli indiani della TVS con i quali BMW sta sviluppando una nuova piattaforma per fare concorrenza a KTM..the vicious circle keeps spinnin'!!
  • AlbertoD76, Crevacuore (BI)

    w i cinesi

    La reperibilità dei pezzi della mia 610 carburatore è ridicola, ha dovuto spesso rivolgermi al aftermarket. Se i cinesi si mettessero a produrre vecchie Husky con nome diverso, avrei più possibilità di attingere a componentistica recente meglio che le soluzioni pagliative attuali.
Inserisci il tuo commento