Prova su strada

Borile B300 CR

- La café racer padovana si rivela bella e facile. Qualche vibrazione di troppo dal motore
Borile B300 CR

E' dallo scorso Novembre, quando fu annunciata in occasione del Salone di Milano, che gli appassionati aspettavano l'ultima nata di casa Borile. Una manciata di settimane fa la B300 CR è stata finalmente presentata al pubblico da Umberto Borile e Alberto Bassi, rispettivamente Presidente ed Amministratore Delegato di Borile Motociclette.

Già dal nome si capisce da dove arriva e quale strada la B300 CR stia percorrendo. Il richiamo alla BR500 realizzata da Borile vent'anni fa è fortissimo, e lo stesso Umberto da tempo non faceva mistero di voler riproporre una Cafè Racer (ecco svelato il segreto delle lettere CR nel nome) ma con un motore di minor cilindrata. E' una moto sicuramente destinata ad un uso urbano, ma che non disdegna brevi passeggiate domenicali e con una manciata abbondante di cavalli in più sarebbe la moto ideale per divertirsi sulle strade dei passi alpini.

La B300 CR è pensata non solo per gli amanti del marchio Borile, ma anche per tutti quelli che apprezzano le cose costruite con le mani, che desiderano un pezzo unico, dove dietro a ogni saldatura ci sono la cura e il lavoro di un artigiano. E' una moto indiscutibilmente particolare, a nostro giudizio bella nella sua semplicità, e capace di attirare gli sguardi anche quando la si parcheggia per il famigerato aperitivo modaiolo. La semplicità di utilizzo e la sua sensibile leggerezza la rendono poi l'ideale anche per il pubblico femminile.

Verrà prodotta nello stabilimento di Cinisello Balsamo, alle porte di Milano. Le prime moto dovrebbero essere ultimate entro fine anno e saranno vendute ad un prezzo di 5.850 euro.
 


Com'è

La nuova B300 CR ci colpisce immediatamente per le sue dimensioni. La lunghezza totale è di 205 cm, con un interasse di 136 cm e piano sella a 83 cm da terra. Il peso a secco dichiarato è di soli 119,5 kg! La moto è piccola, raccolta e piacevolmente sproporzionata. La parte bassa - pneumatici, dischi freno, forcella e parafanghi  - dà l'impressione di essere più grande di quanto la parte superiore della moto (sella e serbatoio etc...) abbia bisogno. Questo studiato squilibrio dà una sensazione di prestanza e potenza, ma al contempo anche di leggerezza e agilità. Il serbatoio a goccia da 8,45 litri - richiamo inconfondibile alla BR500 - è realizzato in alluminio, come anche le fiancatine. La forcella è a steli rovesciati da 41 mm, con piastre di sterzo in Ergal ricavate dal pieno. L'inclinazione del canotto sterzo è di 24,5°. Il telaio in lega leggera 7020 saldato al TIG è in tubi tondi, con forcellone omologo abbinato ad un monoammortizzatore verticale. Le ruote sono a raggi con mozzi ricavati dal pieno, e con cerchi in alluminio da 17” (gomme da 120/70 e 150/70). La frenata è affidata a un disco da 320 mm davanti e 220 dietro, con tubazioni in treccia. Nella versione che abbiamo provato, il silenziatore a bottiglia e i due collettori di scarico sono verniciati in grigio, ma in quella definitiva saranno in acciaio inox. La strumentazione non poteva che essere analogica, con contagiri e tachimetro a lancetta, sfondo bianco e involucri cromati.

Le finiture, pur trattandosi quasi di un prototipo, ci hanno convinto. Serbatoio e fianchetti sono rifiniti a mano e i filetti delle grafiche sono realizzate a pennello. La mano dell'artigiano si vede in ogni dettaglio!
 

 

Il motore

Il motore è un Loncin di derivazione Suzuki: un monocilindrico a 4 tempi con distribuzione monoalbero a 4 valvole azionata a catena, con alesaggio e corsa di 78x61,2 per una cilindrata di 292,4 cc. L’alimentazione è affidata ad un carburatore Keihin da 32 mm. La potenza dichiarata è di 27,2 cv (20 kW) a 7.500 giri, con una coppia massima di 2,45 kgm (24 Nm) a 6.000 giri. Il cambio è a 5 marce, e l’avviamento è elettrico.
 


Come va

Basta inclinarla per alzare il cavalletto e si capisce immediatamente qual è il vero pregio di questa Borile B300 CR: è leggerissima! Meno di 120 kg a secco, che una volta in movimento sembrano sparire letteralmente tra le mani.

Scende in curva decisa e perfetta. Chiede immediata fiducia e in cambio restituisce precisione e sicurezza. Basta un filo di gas per raddrizzarla e anche grazie anche a un assetto relativamente rigido bastano un paio di curve per iniziare a divertirsi senza temere nessuna sorpresa.
 

Scende in curva decisa e perfetta. Chiede immediata fiducia e in cambio restituisce precisione e sicurezza.


La posizione di guida è comoda e, nonostante sia piuttosto eretta, grazie a un azzeccato bilanciamento si ha l'impressione di “guidare” sull'anteriore. Un appunto per i più alti: abbiamo già detto che è una moto dalle dimensioni contenute, l'effetto “orso in bicicletta” è dietro all'angolo (altezza tester: 170 cm). Gli 83 cm di altezza da terra del piano di seduta sembrano ancora meno grazie a una sella snella ma comoda. E' fastidioso invece il "cilindro" del filtro dell'aria, posizionato proprio sotto la coscia sinistra.

Della B300 CR ci è piaciuta anche la frenata: decisa e modulabile, anche grazie a un impianto superiore a quanto la spinta del propulsore e il peso della moto possano richiedere.

Le note dolenti arrivano quando si parla del motore. Il monocilindrico da 292,4 cc è gradevole alle basse andature, ma appena gli viene chiesto un piccolissimo allungo risponde con pochi cavalli e tante vibrazioni, soprattutto sul manubrio. Tocca allora mettere mano al cambio e riportare i giri motore nei regimi in cui si trova più a suo agio. Come già detto, l'habitat di questa moto è la città: è agile nel traffico e comoda anche sul pavé. Fermi al semaforo il motore non scalda particolarmente (nonostante la giornata sia torrida, Nda) dettaglio da non trascurare, soprattutto per una moto pensata per la mobilità urbana.

La B300 CR non ha certo pretese da supersportiva, ma è proprio l'essere così ben progettata e costruita che ci fa sentire la mancanza di un motore più potente che permetta di sfruttarla anche nei percorsi extraurbani, e di godercela tra le curve fuoriporta.
 

Pregi e difetti

  • Maneggevolezza | posizione di guida | peso
  • Potenza | vibrazioni

 

  • Andrea.Turconi, Rho (MI)

    Stupenda solo una pecca ....i cv troppo pochi .... sono disposto a spendere 500 € in piu' ma vorrei minimo 80 cv.
  • capobutozzi, Roma (RM)

    è una di quelle moto che rende giustizia alle moto Italiane, ok il cuore è cinese ma la carrozzeria è il tipico made in italy, se non avessi comprato la moto da poco (kawasaki z300) mi comprerei certamente questa, anche perchè come faceva notare qualcuno le mash ormai te le sparano a 4000-5000€.
    ovviamente Borile è un altro pianeta e i mille€ in più ci stanno tutti fino all'ultimo centesimo
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Borile B 300 CR (2015 - 17)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Borile
  • Modello B 300 CR
  • Allestimento B 300 CR (2015 - 17)
  • Categoria Naked
  • Inizio produzione 2015
  • Fine produzione 2017
  • Prezzo da 5.850 - franco fabbrica
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.050 mm
  • Larghezza 720 mm
  • Altezza n.d.
  • Altezza minima da terra n.d.
  • Altezza sella da terra MIN 830 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.360 mm
  • Peso a secco 119,5 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 292,4 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 1
  • Configurazione cilindri n.d.
  • Disposizione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento ad aria
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione carburatore
  • Alesaggio 78 mm
  • Corsa 61,2 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione monoalbero
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 27 cv - 20 kw - 7.500 rpm
  • Coppia 2 kgm - 24 nm - 6.000 rpm
  • Emissioni Euro 3
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 5
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 8,5 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio telaio in lega leggera 7020 saldato al TIG, in tubi tondi e con forcellone omologo
  • Sospensione anteriore Forcella a steli rovesciati da 41 mm addirittura con piastre di sterzo in Ergal ricavate dal pieno.
  • Escursione anteriore n.d.
  • Sospensione posteriore Monoammortizzatore verticale
  • Escursione posteriore n.d.
  • Tipo freno anteriore disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 220 mm
  • ABS No
  • Tipo ruote raggi
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70/17"
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 150/70/17"
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Borile

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta