Sospensione della patente per chi guida con il cellulare, ecco cosa cambia

Sospensione della patente per chi guida con il cellulare, ecco cosa cambia
Alberto Raverdino
Si annuncia una stretta sull’utilizzo dei cellulari durante la guida. La proposta deve passare al vaglio di Camera e Senato, in caso di approvazione saranno guai per i contravventori
22 febbraio 2024

Precedentemente era prevista la sospensione della patente da 1 a 3 mesi in caso di recidiva nel biennio. Ora, se ci sarà l’approvazione delle due camere, già dalla prima violazione scatterà la sospensione della patente da una settimana a quindici giorni. L’emendamento del Pd è stato riformulato dal governo con il benestare della commissione Trasporti della Camera i cui deputati hanno recentemente chiuso l’esame di ben 770 emendamenti presentati dalle diverse forze politiche. Una stretta che riguarda anche chi viene trovato alla guida in stato di ebrezza o sotto effetto di sostanze stupefacenti, in questi casi basterà un controllo per far scattare la sanzione.

La sospensione da sette a quindici giorni varrà nel caso in cui il trasgressore sia in possesso di un minimo di dieci e un massimo di venti punti; qualora fosse al di sotto di questo intervallo, la sospensione sarà pari a15 giorni senza possibilità di “sconti”. Inoltre, se il guidatore verrà pizzicato ad utilizzare il cellulare durante la guida e provocherà un incidente, i tempi e le sanzioni saranno raddoppiati. Elena Maccanti (Lega), che sta redigendo il testo della legge che andrà all’esame del parlamento verso i primi di marzo, racconta che è stato fatto un lavoro molto approfondito grazie anche alla consultazione di oltre 100 soggetti ascoltati nel campo dei trasporti, della mobilità e delle forze della polizia stradale.

Naturalmente rimarremo focalizzati sull’argomento e sugli sviluppi delle nuove regole della strada; certamente la distrazione al volante è un tema molto importante e che secondo le ultime statistiche è alla base di molti incidenti anche gravi.

Caricamento commenti...