Mobilità

Scooter sharing Enjoy: la prova a Milano

- Dopo l'iniziale fase di rodaggio, il primo scooter sharing free floating europeo è a regime a Milano. Abbiamo provato il Piaggio MP3 di Enjoy e vi raccontiamo pregi e difetti del servizio

Inaugurato ufficialmente a Milano lo scorso 15 luglio, lo scooter sharing Enjoy è in assoluto il primo servizio di scooter in condivisione in Europa. Una partenza giunta in leggero ritardo rispetto all'annunciato via in concomitanza con l'apertura di Expo 2015, e soprattutto iniziata con una flotta di appena una decina di scooter Piaggio MP3 sui 150 veicoli promessi a regime. Si tratta dei tre ruote Piaggio resi speciali non soltanto per avere la stessa colorazione rossa delle auto condivise di Enjoy.

Una manciata di scooter sono stati però più semplici da gestire in una prima fase e questo ha aiutato nel mettere a punto il servizio che non aveva altri riferimenti a cui rifarsi. A fine agosto gli MP3 Enjoy disponibili a Milano sono diventati una cinquantina e la previsione dei 150 veicoli totali, ci dicono, sarà rispettata a breve. A questo punto il servizio è diventato appetibile e competitivo con altri mezzi di trasporto, pubblici e privati.
Per verificare il funzionamento del sistema free floating Enjoy, presa e consegna libera all'interno dei confini di Milano e di alcuni comuni dell'hinterland, ci siamo quindi iscritti come farebbe qualsiasi utente e abbiamo noleggiato un MP3. Nel video qui sopra vi raccontiamo com'è andata.

 

Facile come con il car sharing

La registrazione al servizio è semplice e rapida, è gratuita ed è del tutto identica a quella attiva dal 2013 per le auto. La differenza sta nella presa visione di un video tutorial che spiega alcune procedure d'uso che sono meno semplici rispetto al noleggio dell'auto. Dopo di che si riceve un codice PIN personale e si è pronti a partire.

All'iscrizione occorre indicare una carta di credito (o prepagata) di appoggio e bisogna possedere la patente A oppure la B (dai 21 anni di età per le patenti A e B, patente A2 e 21 anni di età se presa prima del 19 gennaio 2013), oppure essere in possesso di una patente straniera riconosciuta dal servizio Enjoy. In ogni caso occorre avere compiuto il 21esimo anno d'età.
Basta la patente B, nonostante al cilindrata superiore a 125 cc, perché l'MP3 beneficia com'è noto della norma che riguarda i veicoli a tre ruote aventi determinate dimensioni e comandi dei freni, ovvero quello a pedale aggiunto.

La prenotazione dello scooter si può fare dal PC, meglio ancora dallo smartphone scaricando una App dal funzionamento intuitivo: informa anche sulla distanza in minuti che separa dallo scooter e indica la percentuale di benzina presente nel serbatoio. I primi 15 minuti di prenotazione non si pagano, poi la tariffa è di 10 centesimi di euro al minuto fino a un massimo di altri 75 minuti.
Gli scooter, come le auto, si possono anche prelevare direttamente dalla strada usando un codice identificativo riportato sullo parabrezza e inviando un SMS; oppure utilizzando appunto la App - la stessa che si adopera per le auto Enjoy - che consente di sbloccare la sella e iniziare effettivamente il noleggio.

 


Si parte

Sollevata la sella si accede al computer con display touch sul quale digitare il codice PIN, dare il consenso al nolo dopo aver visionato l'integrità del mezzo e infine dare il comando per terminarlo. Accanto al display c'è la chiave di contatto che permette di accedere al bauletto posteriore (dall'apertura un po' imprecisa), dentro il quale ci sono due caschi demi jet dotati di visierino e nelle taglie M e XL, in grado quindi di adattarsi alla grande maggioranza dell'utenza: due interruttori ne verificano la presenza anche al momento della consegna.

Sempre nel sottosella si trovano il dispenser per le cuffiette sottocasco anallergiche monouso (i caschi vengono igienizzati periodicamente dagli addetti chi si occupano anche del rifornimento del carburante, del controllo dei pneumatici e dei freni) e la “scatola nera”. Quest'ultima geolocalizza lo scooter, ne monitora l'uso e memorizza le immagini che arrivano da due videocamere OctoCam.
Ogni MP3 è infatti dotato di una telecamera frontale e di una posteriore: sono sempre attive quando in marcia e la memoria interna ne conserva le immagini in caso di urti, accelerazioni o decelerazioni anomale. Quindi la registrazione è disponibile in caso di cadute, incidenti e anche nel caso di utilizzi impropri come scendere da una scalinata o saltare dal marciapiedi.
Gli MP3 sono coperti da assicurazione RCA, Kasko (con franchigia di 250 euro), incendio, furto e copertura PAI conducente (dall'invalidità permanente al decesso) della compagnia Allianz.

L'MP3 Piaggio è il modello 300LT Business, ovvero quello dotato di ABS, controllo di trazione ASR e motore da 23 cavalli. Oltre alla speciale dotazione ricordata ha anche una batteria di capacità aumentata. Per ragioni di maggiore sicurezza, la velocità massima è limitata a 90 km/h, ferma restando l'accelerazione che non cambia rispetto al noto MP3, fino appunto al raggiungimento dei 90 orari. Con lo scooter Enjoy si può viaggiare in tangenziale e autostrada, il solo vincolo è la restituzione entro i confini cittadini. Confini che sono stati recentemente allargati ad alcuni comuni dell'hinterland milanese come San Donato, Buccinasco, Settimo Milanese e Sesto San Giovanni.

Dopo due minuti dall'apertura della sella scatta la tariffazione di 35 centesimi di euro la minuto, contro i 25 che si pagano per le auto Enjoy, e vale per i primi 50 km percorsi. La tariffa massima giornaliera, applicata fino a 24 ore consecutive di noleggio, è di 60 euro (escludendo la tariffa al chilometro, che viene applicata superati appunto i 50 km e che è di 35 centesimi al chilometro).

Se si decide di sostare momentaneamente, per riutilizzare lo stesso veicolo, si pagano comunque 35 centesimi di euro al minuto contro i 10 centesimi che si pagano con le auto.
Nell'utilizzo pratico, istruzioni da seguire eccetera, serve soltanto un minimo di apprendistato nella sequenza di operazioni da svolgere, dalla digitazione del codice PIN in avanti, anche perché l'MP3 è particolare di suo nella presenza del freno a mano, come nel blocco delle sospensioni.
Per il parcheggio occorre controllare che non ci siano divieti di sosta nelle successive 48 ore (ad esempio per il lavaggio strade), oltre agli spazi dedicati o ammessi ai motocicli si possono utilizzare i parcheggi Enjoy segnalati dalla App: è escluso soltanto quello dell'aeroporto di Linate. Una volta terminato il noleggio occorre soltanto verificare il lampeggio corretto della spia rossa di segnalazione presente nel cruscotto, per non correre il rischio di pagare più del previsto.

 

Punti forti scooter sharing

 

Iscrizione gratuita e medesima App del car sharing targato Eni

Disponibilità di due caschi in grado di coprire la maggioranza delle necessità

Copertura assicurativa Kasko e per il conducente

Registrazione video in caso di incidente

Superiore rapidità di spostamento e parcheggio rispetto al car sharing

Tipologia tre ruote per una maggiore stabilità in curva e tenuta di strada in frenata

Conferma del pagamento e dei costi sostenuti. A fine noleggio la ricevuta ci è arrivata immediatamente


 

Punti deboli scooter sharing

 

Prezzo al minuto più alto rispetto al car sharing (0,35 contro 0,25 euro) e costo maggiore in sosta (0,35 contro 0,10 euro). Costo che, va riconosciuto, è compensato dalla superiore velocità media nel traffico, quindi dal minore tempo necessario per raggiungere la meta e trovare parcheggio. Nella nostra ora di noleggio, alla fine sono stati 60 minuti esatti, abbiamo speso 21 euro.

La procedura di inizio e fine noleggio è più complessa rispetto al car sharing. Adottare gli scooter di serrature keyless, ad esempio, potrebbe semplificarla.

Taglie caschi limitate. Chi ha taglia una XS troverà il casco M a disposizione grande, mentre chi ha la XXL avrà meno difficoltà grazie a una forma poco costrittiva della calotta. Resta ovviamente la possibilità di portare il proprio casco. Come i propri guanti se non il giubbino tecnico.

Niente corsie preferenziali. Con gli MP3 Enjoy non si possono percorrere le corsie preferenziali aperte a motocicli e ciclomotori. Nessun problema invece per l'Area C, accessibile già normalmente con le due ruote.

Niente strisce gialle e blu a disposizione per parcheggiare gratuitamente: con il car-sharing si può.

Protezione dalle intemperie. Aggiungere un completo antipioggia sarebbe stato effettivamente poco attuabile. Meno difficile sarà potere avere in futuro la classica copertina e un parabrezza maggiorato per l'inverno.

 

 

  • Sportyerre, Milano (MI)

    L'ho provato, devo dire che è stato il mio primo "tre ruote" e che ero partito mooolto prevenuto.
    Ed invece devo ammettere che è piacevole da guidare e ti da una inaspettata sicurezza in curva anche sullo sconnesso.
    Non sono riuscito a prendere confidenza con il blocco delle sospensioni quando ci si ferma al semaforo, meglio mettere giù i piedi.
    Passiamo ad Enjoy: prezzo esageratamente alto, casco di pessima qualità e scomodo, il secondo che ho noleggiato non era dotato di sottocasco.
    Certo può essere più veloce nel traffico di una 500 ma non si parcheggia ovunque come con l'auto ma solo nei parcheggi UFFICIALI per moto (niente strisce gialle e blu), oppure ci si prende il rischio di una bella multa con il ricarico di ENI.
    Bravi per l'iniziativa ma il risultato è appena sufficiente, meglio la 500
  • Gibix, Casnate con Bernate (CO)

    @licciardiello: non é vero. non si possono percorrere le preferenziali con i modelli omologati come triciclo, tipo MP3 LT (quello appunto di Enjoy) che é guidabile con patente B (auto). io ho un MP3 RL quindi omologato come motociclo e le percorro senza problemi. poi siamo d'accordo, sfido a trovare un vigile che ne colga subito la differenza, anche se é facile, basta guardare le frecce.
Inserisci il tuo commento