Royal Enfield Scram 411. Fotografata durante i collaudi

Royal Enfield Scram 411. Fotografata durante i collaudi
Antonio Privitera
  • di Antonio Privitera
Sembra derivare strettamente dalla Himalayan ma abbandona la ruota anteriore da 21 pollici: le foto parlano di un esemplare già piuttosto avanti nella definizione del modello
  • Antonio Privitera
  • di Antonio Privitera
29 dicembre 2021

Avvistato sulle strade indiane uno dei prototipi della futura Royal Enfield Scram 411: l'avvistamento del muletto - anche se lo stato di finitura sembra piuttosto vicino a quella che potrebbe essere la versione definitiva - è stato riportato da motorbeam.com insieme ad alcune foto.

Alcune ipotesi davano la Scram 411 presentata, almeno in India, entro la fine del 2021: così non è stato, ma adesso sembra proprio che la versione definitiva sia quasi pronta per l'industrializzazione e il successivo disvelo al pubblico.

Come avevamo già scritto, la Scram appare derivata strettamente dalla Himalayan: il telaio, il serbatoio e il motore (il noto monocilindrico con potenza di 24,3 cavalli a 6.500 giri, coppia massima di 3,4 kgm a 4.000 giri, cambio a cinque marce e Euro 5) sono identici e le sospensioni potrebbero avere qualche millimetro in meno di escursione. La differenza più sensibile è certo quella della misura del cerchio anteriore che passa ai 19 pollici, diametro più consono a una Scrambler rispetto ai 21 della Himalayan, mentre la sella perde la divisione in due parti, gli indicatori di direzione posteriori sono riposizionati in ossequio alla nuova coda più rastremata, i fianchetti leggermente diversi nel disegno ma identici nelle dimensioni e la strumentazione sembrerebbe quella della Adventure ma dietro un inedito cupolino.

 

 

La Scram potrebbe diventare un'intera famiglia di modelli, ipotizzando la futura adozione del bicilindrico 650 cc che muove le Continental GT e Interceptor 650, trapianto che sembrerebbe molto probabile anche per la Himalayan cui aprirebbe le porte di quell'utenza che desidera più dei 24,3 cavalli della 411 cc.

Per quanto riguarda il suo arrivo in Europa, se la presentazione dei nuovi modelli Royal Enfield continuasse a seguire quanto tracciato dall'introduzione della Classic 350 (presentata prima sul mercato interno e qualche mese dopo a EICMA 2021 per il mercato europeo), potrebbe essere possibile vedere la Scrambler sulle nostre strade entro il primo semestre 2022, ma sono soltanto supposizioni che troveranno conferma - o smentita - quando Royal Enfield rilascerà notizie ufficiali anche sul prezzo di vendita che immaginiamo molto vicino a quello della Himalayan da cui deriva e che tra l'altro devono anche essere messe in relazione con la probabile presentazione di un altro modello, quella Super Meteor 650 che pare ormai sui blocchi di partenza.

Fonte e foto: Motorbeam.com

 

Caricamento commenti...