MV Agusta: aumento di capitale, Sardarov diventa CEO e nuovi modelli in arrivo

MV Agusta: aumento di capitale, Sardarov diventa CEO e nuovi modelli in arrivo
Finalizzato un aumento di capitale di 40 milioni di euro, MV Agusta rende note alcune strategie future, annuncia la nomina ad amministratore delegato di Timur Sardarov e prepara per Eicma una Brutale 1000 da 212 cavalli
2 novembre 2018

A pochi giorni dall’apertura di Eicma, da Varese arriva la notizia di un aumento di capitale di MV Agusta che servirà a sostenere e potenziare il piano industriale.

Si tratta di 40 milioni di euro messi a disposizione da GC Holding (la società di investimento facente capo a Giovanni Castiglioni) e dalla ComSar Invest SA, fondo di investimento lussemburghese del gruppo anglo-russo Black Ocean di Timur Sardarov.
In totale nell’ultimo anno la ricapitalizzazione ha raggiunto i 50 milioni di euro. L’attuale proprietà di MV aveva infatti già operato una ricapitalizzazione a luglio del 2017, preparando l’uscita di scena di Mercedes AMG che deteneva il 25% della Casa varesina.

Il Consiglio di amministrazione di MV Agusta ha nominato presidente Giovanni Castiglioni, mentre Timur Sardarov è stato eletto amministratore delegato e presidente del Consiglio di Amministrazione.

Per quanto riguarda la produzione motociclistica, prosegue l’ampliamento della serie tre cilindri – a Eicma ci sarà almeno una novità 800 – e soprattutto prenderà forma la nuova serie "premium" con motore a quattro cilindri. Proprio a Eicma sarà svelata una nuova Brutale 1000, una naked quindi, da ben 212 cavalli e accreditata della velocità record di 312 km/h.
Cambia anche l’organizzazione della rete di vendita, con la riduzione del numero delle concessionarie e la promozione di negozi monomarca. In questa direzione vanno l’apertura della concessionaria MV di Mosca prevista entro novembre, l’apertura di MV Agusta Londra a metà dell’anno prossimo e un totale di dodici concessionarie monomarca entro il 2019.

«Negli ultimi 5 anni MV Agusta ha vissuto un’importante crescita – ha detto Giovanni Castiglioni - grazie all’ampliamento della propria gamma di prodotti. Ora è giunto il momento di consolidare gli sforzi e mirare a rafforzare e ampliare i servizi di assistenza e la rete. Dal punto di vista finanziario, sono orgoglioso dell’incredibile lavoro svolto negli ultimi 24 mesi, che ci ha permesso di ridurre la nostra posizione debitoria di oltre il 60%. Questi importanti risultati sono stati ottenuti grazie al lavoro fatto fianco a fianco con Timur in questo periodo intenso. MV Agusta adesso è solida e posso finalmente concentrarmi sul lato industriale, che è la parte che amo di più, con l’obiettivo chiaro di portare sul mercato i prodotti più avanzati del settore. Ho personalmente proposto al CdA la candidatura di Timur come futuro CEO di MV Agusta e sono davvero felice che abbia accettato questo ruolo: la sua visione e il focus sull’innovazione sono quello che serve al gruppo per fare un ulteriore passo avanti».

«Sono entrato in azienda quasi due anni fa – queste le parole di Timur Sardarov, nuovo CEO MV - lavoro a stretto contatto con Giovanni e il nostro team per portare in MV Agusta non solo visione e strategia, ma anche le risorse finanziarie necessarie a far sì che MV Agusta evolva verso una maggiore
modernità e dinamicità. Sono onorato della fiducia accordatami dal Consiglio di Amministrazione e dai nostri dipendenti e dedicherò anima e corpo all'azienda con l'obiettivo di far tornare MV Agusta nell'olimpo a cui appartiene».

G.M.

Argomenti

Ultime da News

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now