KTM 450 SMR 2023. Supermotard da impennate e traversi infiniti

Tolti i veli alla nuova versione della KTM 450 SMR targata 2023. Nuovo telaio, nuove sospensioni e un leggero monoalbero capace di tirar fuori 63 cavalli per una guida adrenalinica
31 maggio 2022

Supermoto dalla dinamica di guida estrema, la nuova 450 SMR di KTM è stata rivista da cima a fondo con l'obiettivo di limare decimi importanti nel tempo sul giro. Una rivisitazione completa che non stravolge il già ottimo progetto.

Arriverà nelle concessionarie nel mese di giugno al prezzo di 11.690 euro f.c.

Partiamo dal nuovo motore monocilindrico con distribuzione monoalbero e quattro valvole che è stato progettato puntando sulla centralizzazione delle masse ed eroga ben 63 cavalli di potenza con un di poco inferiore ai 27 kg, circa mezzo chilo in meno rispetto alla versione precedente.

E' stato inclinato all’indietro, il pignone abbassato di 3 mm e ci sono aggiornamenti al cilindro e un’ottimizzazione dell’albero motore. Il cambio a cinque marce con un nuovo rapporto di trasmissione è Pankl Racing Systems e c'è l’inedito Quickshifter per salire di marcia senza frizione. Una funzione che può essere disabilitata con l’interruttore combinato sul manubrio e che è integrata nel sistema Keihin di gestione del motore che consente di intervenire sul controllo della trazione e sul launch control; inoltre si possono scegliere due mappature del motore personalizzabili.

Il nuovo telaio in acciaio è idroformato, tagliato al laser e con saldature robotizzate. E' stato modificato nella flessibilità longitudinale e torsionale, intervenendo anche sullo spessore delle pareti.
La versione 2023 si distingue per un differente punto di fissaggio dell’ammortizzatore posteriore, che migliora l’assorbimento e la stabilità sul dritto. Il concetto di anti-squat si traduce in una migliorata accelerazione fuori dalle curve, merito anche del riposizionamento delle masse e del nuovo ammortizzatore.

Le pedane montate in posizione più interna aumentano la sensazione di poter stringere meglio la moto, mentre il telaietto posteriore realizzato in alluminio e rinforzato in poliammide è un altro dettaglio che contribuisce a migliorare la guidabilità, oltre a essere molto più resistente.
Le piastre di sterzo sono in alluminio di alta qualità fresate CNC. Questa nuova soluzione aumenta la superficie di contatto con i foderi della forcella e migliora la sensibilità.

Il nuovo forcellone in alluminio pressofuso, il nuovo perno ruota posteriore da 22 mm di diametro e il mono WP XACT di ultima generazione consentono di gestire al meglio le derapate in ingresso curva.
La forcella AER da 48 mm, tra le sue caratteristiche, è dotata di funzioni di smorzamento divise e di ghiere per la regolazione che non richiedono utensili. Anche l’ammortizzatore WP XACT si distingue per la stessa praticità: più corto e più leggero, ma con la stessa escursione di prima, è stato aggiornato per offrire migliorate caratteristiche di smorzamento.

Gli ingressi in curva beneficiano anche della frizione antisaltellamento Suter con idraulica Brembo e l’impianto frenante composto da un disco anteriore da 310 mm morso da una pinza Brembo a 4 pistoncini e dal freno posteriore da 220 mm.

La 450 SMR è equipaggiata con pneumatici Metzeler Racetec SM K1, che offrono ampia finestra di utilizzo e tempi di riscaldamento rapidi.

Rivista infine anche la posizione di guida: grazie alle nuove ergonomie e alla particolare triangolazione del pilota che offre una superficie di contatto ancora maggiore con la moto.
Esteticamente si nota il tocco di viola ispirato agli anni Novanta, insieme alla nuova grafica, alla sella arancione piatta e al codino bianco.

Ultime da News

Da Automoto.it

Caricamento commenti...