Guide

Kit riparazione gomme tubeless moto e scooter: la guida per la riparazione on the road

- Forare la gomma è un bell'inconveniente ma, con un kit di riparazione, potrete ripartire velocemente in sella alla vostra moto
Kit riparazione gomme tubeless moto e scooter: la guida per la riparazione on the road

Forare la gomma della propria moto o del proprio scooter è un incubo ricorrente di tutti noi motociclisti e, nonostante l’annoso dibattito in cui i sostenitori della camera d’aria si contrappongono a coloro i quali considerano più sicuri gli pneumatici tubeless, il problema rimane. Per quanto riguarda gli pneumatici a camera d’aria, l’unica soluzione definitiva è quella di smontare la ruota posteriore e poi scegliere se riparare la camera d’aria o, in alternativa, sostituirla, mentre per quanto riguarda gli pneumatici tubeless, la riparazione è molto più veloce, a patto che ci sia solo un foro e non un taglio.

In questa guida analizzeremo quali possano essere delle buone scelte di kit per riparare gli pneumatici tubeless da portarsi appresso in moto, sia tutti i giorni che, a maggior ragione, durante i lunghi viaggi. Un kit, che ha un prezzo medio di poco più di 30 euro, potrebbe farvi risparmiare dei bei soldi, evitandovi il conto del carro attrezzi e un bel po’ di tempo.

Partiamo con il dire che ci sono due diversi tipi di kit di riparazione in vendita, quelli con le bombolette pressurizzate di Co2 e quelli sprovviste. Il costo dei primi, ovviamente, è superiore ma, in caso di foratura, oltre che a riparare il danno, vi daranno la possibilità di gonfiare la gomma danneggiata, riportandola in pressione. Per essere più sicuri, la nostra scelta ricadrebbe sulla prima tipologia di kit e qui di seguito parleremo di quelli prodotti da Givi, BCR e da Lampa, molto simili tra di loro, sia nella dotazione che nel prezzo e che forniscono tutto il materiale necessario alla riparazione dello pneumatico forato.

Il kit per riparazione tubeless Givi
Il kit per riparazione tubeless Givi

Il prezzo medio di questi tre kit si aggira attorno ai 30 euro e, all’interno della confezione, troverete 3 bombolette di Co2, un erogatore, 5 stringhe di gomma autovulcanizzante, una chiave a T per foro, una chiave a T con uncino, un taglierino e un tubetto di mastice.

Come utilizzarli? Oltre al video in fondo all’articolo, qui di seguito potete trovare una guida che vi accompagnerà passo a passo nelle procedure di riparazione dello pneumatico forato della vostra moto.

Prima di tutto dovrete individuare e rimuovere l’elemento che ha forato lo pneumatico come, ad esempio, una vite o un chiodo. Una volta rimosso, dovrete pulire il foro con la chiave in dotazione, in modo tale da rendere uniformi i contorni del buco; lo step successivo richiede il far passare la stringa di gomma autovulcanizzante all’interno del foro della chiave con uncino e, successivamente, l’applicazione del mastice sulla stringa.

Una volta terminata quest’operazione, bisogna infilare il tutto all’interno della foratura, estraendo poi la chiave. Con la stringa di gomma al proprio posto, è ora giunto il momento di utilizzare la bomboletta di aria compressa che, attaccata all’erogatore, va a gonfiare lo pneumatico bucato.

Il kit per riparazione tubeless BCR
Il kit per riparazione tubeless BCR

Per concludere i lavori, infine, utilizzando il taglierino in dotazione, potrete rimuovere la gomma in eccesso, facendo in modo tale che non superi la linea del tassello della gomma.

Dopo aver terminato queste operazioni potrete riprendere il vostro viaggio, con il consiglio di far controllare la foratura da un gommista specializzato che possa così valutare la situazione e, nel caso, intervenire con un'ulteriore riparazione o, altrimenti, con il controllo della pressione.

Con una spesa relativamente bassa potrete quindi evitare di rimanere a piedi e di dover contattare un carro attrezzi che, con ogni probabilità, vi costerebbe più della cifra che avreste investito in un kit di riparazione per gomme tubeless.

 

  • ziofex

    Nel video di esempio non viene usato il rubinetto...!!!
    senza rubinetto che la parte dolente del kit, come fa a bucare la bomboletta di co2 per far uscire l'aria.?

    mi sembra un pubblicita del prodotto un po viziata..
  • ziofex

    purtroppo il rubinettino essendo in plastica alla lunga col calore perde in tenuta e a me, ma non solo, è capitato che con la pressione della bomboletta di co2 il rubinettino ti esplode drasticamente in mano ..
    A quel punto riesci a tornare sulle tue ruote col vecchio classico col carroattrezzi che ti accompagna da un benzinaio a gonfir la gomma.
    Se invece che in plastica fosse di altro materiale es alluminio sarebbe decisamente più utile e sicuro.
Inserisci il tuo commento