anteprima

Honda: in arrivo una sportiva su base MotoGP! Sarà l’erede della mitica RC30

- La Casa giapponese lancia una notizia che lascia senza fiato. Dopo le moto e gli scooter dai bassi consumi, ora in cantiere c’è una supersport derivata dalla MotoGP per tornare protagonisti. Ricordate la RC30?
Honda: in arrivo una sportiva su base MotoGP! Sarà l’erede della mitica RC30

Honda: in arrivo una sportiva su base MotoGP


No, non siamo reduci da un abbondante bevuta e non è nemmeno tempo di pesci d’aprile. La notizia che vi diamo ha tutti i crismi dell’ufficialità. Ce la dà il CEO del colosso giapponese, Takanobu Ito, che ha oggi delineato i progetti della Honda destinati a rilanciare la Casa nei prossimi anni sui mercati internazionali.
Le moto sportive ormai sono destinate a produrre volumi di vendita ridotti – è vero – ma rappresentano ancora oggi un biglietto da visita formidabile, che dà sfoggio della tecnologia e del sapere ingegneristico di un gruppo industriale. Non si spiegherebbero altrimenti gli investimenti nel campionato MotoGP.
Ma oggi, finalmente, l’attenzione della Honda pare concentrarsi nuovamente sulle moto sportive destinate al grande pubblico. Oggetti guidati da pochi, che fanno sognare molti. E così, dopo avere introdotto le moto 700 (NC X ed S, Integra) che fanno virtù di consumi prossimi ai 30 km/l, e dopo aver aggiornato l’SH ora dotato di ABS di serie, è giunta l’ora di mettere mano alla famiglia supersport.

Torna il motore V4 su una moto supersport


Ito San ha dichiarato che la Honda sta sviluppando una nuova supersportiva che sfrutterà le tecnologie acquisite nella MotoGP. Sarà quindi probabilmente spinta dal formidabile motore 1.000, con 4 cilindri disposti a V.
Vi ricorda nulla? Il V4 supersport non è una novità per la Casa giapponese, ha infatti equipaggiato una delle moto più belle della storia motociclistica, la RC 30.
Un modello, la cui sigla corretta è VFR 750 R, presentato in Giappone nel 1987 e prodotto fino al 1990, che ha lasciato un segno indelebile a livello di design (pensate al forcellone monobraccio poi ripreso con successo dalla Ducati 916 di Massimo Tamburini) e di guidabilità.

Il lato destro della RC30
Il lato destro della RC30

La RC30 godeva dello stato dell’arte della tecnologia da corsa ed era dotata di un potente V4 preparato per vincere da subito. Quanto alla ciclistica, svettavano un sofisticato forcellone posteriore monobraccio in alluminio, una carenatura in materiale molto leggero e parecchi altri particolari di pregio. Non solo, le RC30 non venivano assemblate su una normale linea di produzione, ma costruite a mano, una ad una, in HRC. Questa meraviglia debuttò nel 1987, e l’anno successivo una versione speciale dotata di un motore di derivazione RVF vinse il Campionato Mondiale Superbike con Fred Merkel.

La RC30 ha compiuto nel 2012 25 anni. Honda potrebbe celebrare la ricorrenza offrendo agli appassionati la sua erede. Un modello destinato a scrivere un’altra bellissima pagina di storia della moto.

Leggi la storia della Honda RC 30

 

  • piega996, roma (RM)

    D998

    Quello che dici non c'entra un tubo.
    Non ho mai detto che Ducati o altri marchi Italiani sono delle scartine.

    MA i colossi , già il fatto di essere dei colossi hanno dei vantaggi in tutti i termini è nelle cose.
    Le case Italiane sono rimaste sempre dei nani. Producono qualche eccellenza.
    Ora la Ducati non è nememno più Italiana , indovina perchè.
    Poi le moto di ttutte le marche si rompono, altrimenti non esisterebbero le officine, ma i problemi meccanici o elettronici che danno Le moto italiane sono effettivamente al primo posto. A me le moto i marchi piacciono tutti , Ho moto tedesche, Italiane, Inglesi ne ho avute di ogni marca. E a parte che era il mio lavoro ho un orizzonte ampio di esperienze con tutte le marche. Tu da quello che scrivi sei un talebano del prodotto Italiano, se conosci solo quello non puoi parlare d'altro. Insomma molti pregiudizi, preconcetti e molto tifo integralista. Scommetto che ti piace agitare anche la bandiera Italiana, Io da qualche anno sinceramente me ne vergogno.
  • D998, Uggiano la Chiesa (LE)

    Piaga 996

    Ed io ti ripeto che gli italiani facevano le moto turbo negli anni '30 quando i giapponesi nemmeno esistevano. Poi la Ducati faceva i condensatori? Oggi la Honda fa le moto e poi...motoseghe e tagliaerba. Dimmi quando i giapponesi hanno costruito moto tecnologiche come quelle che ho nominato prima il quale nemmeno conosci... La verità fa male... Fatti un giro nelle officine di moto giapponesi e ti accorgerai che ci sono le Honda o Yamaha smontate non solo per i tagliandi, ma anche per rotture meccaniche e problemi elettronici... Altro che orologi svizzeri...
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Honda VFR 750 R RC30
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Honda
  • Modello VFR 750 R
  • Allestimento VFR 750 R RC30
  • Categoria Super Sportive
  • Inizio produzione 1988
  • Fine produzione 1993
  • Prezzo da 13.427
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.180 mm
  • Larghezza 700 mm
  • Altezza 1.185 mm
  • Altezza minima da terra 130 mm
  • Altezza sella da terra MIN n.d.
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse n.d.
  • Peso a secco 216 Kg
  • Peso in ordine di marcia 236 Kg
  • Cilindrata 748 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 4
  • Configurazione cilindri a V
  • Disposizione cilindri longitudinale
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V 90
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 70 mm
  • Corsa 48,6 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 16
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 102 cv - 74 kw - 9.500 rpm
  • Coppia 7 kgm - 66 nm - 10.500 rpm
  • Emissioni Euro 0
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC 13 km/l
  • Capacità serbatoio carburante 19 lt
  • Capacità riserva carburante 3,5 lt
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Doppio trave in alluminio a diamante
  • Sospensione anteriore Forcella Showa da 41 mm
  • Escursione anteriore 140 mm
  • Sospensione posteriore Monobraccio Pro-Link regolabile nel precarico
  • Escursione posteriore 130 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 296 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 256 mm
  • ABS No
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70 VR17
  • Misura cerchio posteriore 18 pollici
  • Pneumatico posteriore 170/60 VR17
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Honda

Usato: Honda VFR 750 R RC30

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta