Attualità

Harley-Davidson: meno moto alle concessionarie quest'anno

- La Casa americana prevede di ridurre il numero delle moto che consegnerà quest'anno alle sue concessionarie negli USA dopo la ripartenza: diminuire le giacenze e offrire un numero inferiore di opzioni
Harley-Davidson: meno moto alle concessionarie quest'anno

Secondo un documento inviato da Harley-Davidson alla propria rete di vendita negli Stati Uniti, a rivelarlo è il Wall Street Journal, la produzione negli stabilimenti H-D nel Wisconsin e in Pennsylvania è stata riattivata questa settimana, e seguirà un nuovo programma.

Le fabbriche erano state chiuse a marzo a causa dell'epidemia di Coronavirus e - è questa la novità annunciata - circa il 70% delle 698 concessionarie Harley-Davidson negli Stati Uniti non riceveranno altre moto quest'anno, oltre a quelle già consegnate.
In questo modo dovrebbero abbattersi del 65% le giacenze nelle concessionarie stesse alla fine dell'anno.

Pare che la nuova produzione si concentrerà per tutto il 2020 sui modelli più venduti, senza includere le colorazioni e gli allestimenti speciali.

La società, nonostante gli sforzi degli ultimi anni, non è riuscita a invertire l'andamento negativo delle vendite in patria: un mercato che vale la metà del suo fatturato.

Oltre al problema dell'invecchiamento dei suoi clienti, Harley-Davidson quest'anno ha ovviamente dovuto fare i conti con l'epidemia di Coronavirus, che finirà per intaccare ulteriormente la domanda.

L'arrivo del nuovo amministratore delegato Jochen Zeitz, a fine febbraio, ha portato come primo risultato l'avvio di un nuovo piano quinquennale, che correggerà il tiro rispetto a quanto fatto negli ultimi tempi.

Vale a dire concentrarsi su modelli tipicamente Harley-Davidson, puntando a non inseguire spazi non strategici e migliorare la redditività. Maggiori informazioni sul nuovo piano Rewire arriveranno con la presentazione dei dati finanziari del secondo trimestre, a fine luglio.

Intanto alcune novità previste quest'anno, come le Pan America e Bronx realizzate sulla nuova piattaforma motore V2 raffreddato a liquido, sono già slittate al 2021, e anche l'annuale incontro con i dealer H-D non si terrà come di consueto ad agosto - è l'occasione per il lancio delle novità dell'anno succesivo - ma è stato posticipato all'inizio del prossimo anno.

  • Steck1, Frascati (RM)

    Non mi pare di aver dimostrato alcun “furore” nei miei commenti, se ho dato questa impressione me ne scuso.
    Da grande amante ed estimatore dello storico marchio Harley Davidson ho solo cercato di confutare delle affermazioni che a me sembrano inesatte.
    Concordo sul fatto che si tratta in fondo solo di chiacchiere tra appassionati, ma mi piacerebbe che tra di noi si parlasse di quanto meravigliose sono le nostre moto, di ogni tipo e marchio, piuttosto che sminuire o denigrare ciò che non ci piace.
    Personalmente di moto vorrei averne tante, perché ognuna è fantastica a modo suo.
    E purtroppo non sono un concessionario Harley... 😊
    Buona strada a tutti!
  • cindy1967

    Il Problema ce ,e anche molto grosso.
    Harley Davidson e' consapevole da anni di.
    Problemi Generazionali
    Problemi di Moda ( I nuovi modelli non incontrano la il benestare del pubblico)
    Il mondo e' cambiato
    Il mondo HOG diventato ormai Obsoleto.
Inserisci il tuo commento