Ecco un'altra foto spia della futura Himalayan 450

Ecco un'altra foto spia della futura Himalayan 450
Antonio Privitera
  • di Antonio Privitera
E' presto per dire quando potrà arrivare la nuova Adventure di Royal Enfield raffreddata a liquido, nel frattempo i prototipi vengono colti sulle strade indiane
  • Antonio Privitera
  • di Antonio Privitera
24 gennaio 2023

Il serrato ritmo di sviluppo di nuovi modelli da parte di Royal Enfield parla di almeno una decina di nuove moto da qui a 2025, una di queste - e forse tra le più attese - e la piattaforma raffreddata a liquido di 450 cc (anche se la cilindrata effettiva non è mai stata confermata dalla Casa indiana) che potrebbe essere declinata in più modelli, dando un successore all'Himalayan e dando vita ad altri inediti modelli tra cui una roadster e una scrambler.

L'ultima foto "sfuggita" dai collaudi che i tester Royal Enfield stanno effettuando sulla futura Himalayan 450 la dobbiamo ai colleghi indiani di Zigwheels e ritrae chiaramente la strumentazione: se nell'attuale Himalayan sono presenti numerosi strumenti racchiusi in un unico pannello con a lato il piccolo display del navigatore turn-by-turn Tripper, su questo prototipo - ma che appare in uno stato piuttosto avanzato - troviamo un singolo strumento circolare (non meno di 10 cm di diametro, ad occhio) montato in posizione molto verticale: ottimo per la guida su strada, meno per il fuoristrada quando ci si alza sulle pedane ma non è detto che l'inclinazione non sia variabile come accade su alcune moto. Colpisce l'ampiezza dello strumento che, immaginiamo, potrebbe racchiudere al suo interno tutte le informazioni indispensabili ed eventualmente anche essere utile per la connettività e la navigazione. Dalla foto non è possibile capire se si tratta di un'unità TFT o LCD e se vi siamo settori analogici al suo interno.

 

A ben guardare, le forme del serbatoio - seppure pesantemente mascherate - appaiono molto più abbondanti rispetto alla Himalayan 410 attuale, mentre anche in questa foto notiamo la forcella USD, il cupolino in pieno stile Himalayan, i comandi che sembrano mutuati da quelli della HNTR. Ovvio che non tutto quello che vediamo sarà riproposto sul modello definitivo ma a questo punto lo sviluppo dovrebbe già essere ad un elevato livello di definizione e i cambiamenti nella dotazione rispetto al modello definitivo dovrebbero essere contenuti.

Non arriva alcuna conferma o ulteriore notizia dalle parti di Chennai, per sapere qualcosa di più dovremo certamente attendere quantomeno la seconda metà del 2023.

Foto: Zigwheels

Da Automoto.it

Caricamento commenti...