eventi

E' iniziata la Jesolo Bike Week

- In una splendida giornata di sole si è inaugurata alla Pista Azzurra la seconda edizione della Jesolo Bike Week
E' iniziata la Jesolo Bike Week

 

Benché l'orario ufficiale di apertura fosse stato fissato alle 14.00, fin dalla prima mattina tanti motociclisti si sono dati appuntamento a Jesolo per curiosare tra gli stand ancora in allestimento e per visitare il nuovissimo Moon Cafè, struttura permanente all'interno della Pista Azzurra, inaugurato nell'occasione della JBW, locale in perfetto stile "kustom kulture" che riecheggia il Mooneyes Hot Rod & Custom Show di Yokohama, evento - culto per gli appassionati del mondo Harley-Davidson e delle personalizzazioni. Si tratta della prima replica europea del locale già esistente a Yokohama e Santa Fè.
 

Alla Jesolo Bike Week, organizzata dallo staff del Motor Bike Expo di Veronafiere e dal Gasoline Road Bar, è presente anche il leggendario Shige Suganuma, organizzatore del bike show giapponese che oggi (sabato)
festeggerà il compleanno in laguna.
  

Gli espositori


Oltre 100 gli espositori che hanno allestito le proprie postazioni lungo il nastro d'asfalto della Pista Azzurra in attesa del carosello di eventi che caratterizzerà il fine settimana. Intanto ha espresso il proprio apprezzamento la Presidente della Provincia di Venezia Francesca Zaccariotto che ha detto: "È con molto piacere che porgo il mio saluto e il mio in bocca al lupo alla Jesolo Bike Week, un appuntamento con le due ruote che, di fatto, è come se aprisse la stagione turistica. La moto, infatti, è per i suoi appassionati sinonimo di libertà ma anche di vacanze, di amicizia, di uscite in compagnia. Perciò auguri a questa mostra che valorizza il nostro territorio e, per chi la visiterà, casco allacciato, luci accese anche di giorno e prudenza!".


Compiacimento è stato espresso anche dal Presidente dell'APT di Venezia che ha dichiarato: "JBW è il primo evento dell'estate che vede nel litorale jesolano il punto di arrivo di un viaggio alla scoperta del nostro territorio, affascinante per chi lo vivrà su due ruote, coinvolgente per chi vi parteciperà da spettatore".

 

Numerosi i motivi di richiamo dell'expo che ha raccolto alcune tra le più importanti case motociclistiche, con la propria produzione di serie, insieme a raffinatissimi customizzatori, autentiche vedette, anche a livello
internazionale, di questo settore.


Le case motociclistiche

 

Alla prima categoria appartengono Bimota, Ducati (rappresentata dalla concessionaria ufficiale di Venezia), Harley-Davidson, Headbanger, Royal Enfield, Triumph, Victory e Yamaha. E in tanti hanno approfittato delle splendide condizioni meteo per provare su strada i modelli della Headbanger, unica azienda italiana che produce in serie moto custom con il fascino della grande tradizione americana, delle bicilindriche Victory, azienda del gruppo Polaris che ha recentemente acquisito il marchio Indian, o della Yamaha, che ha messo a disposizione dei visitatori i cruiser bicilindrici dalla forte personalità XVS950A ed XV1900A Midnight Star, la potente naked FZ8 ABS o il potente quattro cilindri VMAX caratterizzato da impressionante potenza ed accelerazione "imprigionate" in un design unico.

 

Di grande impatto la presenza dell'Harley-Davidson, con il supporto del concessionario di Treviso, un vero e proprio evento itinerante caratterizzato dall'imponente truck americano "The legend on tour". Oggi, dalle 10.00 alle 18.00, sono in programma uscite di gruppo per assaporare le sensazioni della moto americana numero uno al mondo. Attese protagoniste di "The Legend On Tour" le ultime novità moto, Softail Blackline e Sportster 1200 Custom.

 

Le custom


Per quanto riguarda il settore custom, indiscusse "reginette" della prima giornata della Jesolo Bike Week sono state le tre realizzazione italiane recentemente premiate a Mainz, in Germania, nella finale europea del campionato costruttori organizzato dalla Custom Chrome.


Si tratta anzitutto dell'affascinante sidecar "Union" della Abnormal Cycles di Samuele Reali, un concentrato di raffinatezze artigianali nato dall'armonioso abbinamento tra una rara H-D U 74" Flathead del 1942 ed un
altrettanto introvabile side Stoye del '56.
 

Poi della "Alice", l'elegante chopper su base Panhead, proposto da Lorenzo e Donatella Boccin, meglio noti come BCC, marchio di Eraclea, e della "199" una special firmata Asso Special Bike che riesce a fondere in un'unica sofistica realizzazione - di ispirazione racing - creatività, elevatissimo contenuto tecnologico e cura artigianale (solo motore e cambio sono prodotti da altre aziende).

 

Tra le curiosità dell'expo dominano estro, stravaganza, originalità: customizzazione è parola d'ordine, tutto può essere personalizzato in base al gusto del motociclista. E negli stand è possibile ammirare ed acquistare
creazioni indite come, per esempio, l'inedito bauletto portaoggetti che replica perfettamente la palla ovale del football americano, proposto dall'artigiano palermitano Francesco La Russa, da tutti conosciuto come
"Franco Cuoio".

 


Ospiti speciali

Sull'ideale red carpet degli ospiti speciali hanno passeggiato lo svedese Joakim Krantz, esponente dei Sinners, il celebrato maestro del pinstriping Capitan Blaster (al secolo Ettore Callegaro) e Danny Schneider, l'eclettico preparatore svizzero, fondatore di Hardnine Choppers. Le conigliette di
Playboy hanno aggiunto con ironia un tocco sexy e glamour all'expo.

 

Il programma


Il programma di oggi (sabato) prevede un autentico carosello di eventi che avrà i suoi momenti culminanti alle 16.00, sul grande palco della Jesolo Bike Week, nel talk show con il viaggiatore, giornalista, scrittore (e
business manager di successo) Roberto Parodi autore di due libri: "Il cuore a due cilindri: viaggi e riflessioni di un uomo innamorato della sua Harley - Davidson" e "Scheggia. Una storia di moto e di amicizia", e, a seguire, nella premiazione del Bike Show organizzato da Lowride.


E all'expo è possibile ammirare ed acquistare "About Us", straordinaria galleria fotografica sul mondo custom firmata da Gianni Rizzotti, professionista del settore moda, e realizzata in collaborazione con Motor
Bike Expo. Il volume è stato presentato alla stampa venerdì sera nella prestigiosa sede storica di Ca' Vendramin del Casinò di Venezia.

 

In programma anche concerti dal vivo, alle 19.00 con i Skin Deep, cover band Deep Purple, e alle 23.00 con Voodoobox, cover band Rolling Stones, e un inedito contest di "burn out" (ovvero di slittamento da fermo della ruota posteriore della moto con relativa densa fumata bianca) riservato ad alcuni espositori.

 

Dopo il moto tour di ieri, che ha attraversato la marca trevigiana, oggi alle 11.30 partenza di un nuovo giro turistico per motociclisti che avrà come prima meta Caorle per poi scoprire Cimadolmo, patria dell'asparago bianco, percorrendo le incantevoli stradine che discendono il Piave. Le escursioni, guidate dai Road Captain, sono aperte a tutti. 
 

L'itinerario di ieri si è concluso al Casinò di Ca' Noghera dove era prevista una giornata dedicata ai motociclisti: i partecipanti al moto tour hanno trovato un parcheggio moto riservato e, anche indossando abbigliamento informale, hanno goduto di ingresso gratuito e un gettone di benvenuto.

  • massib5, Reggio nell'Emilia (RE)

    bella roba

    ottima idea mettere delle moto come sfondo a una mostra di coniglie!
  • st4s01, Maddaloni (CE)

    Che bei cilindri..

    Che "occhi" fantastici ha questa girl...:-))
Inserisci il tuo commento