Ducati V4 Streetfighter Lamborghini, la sportiva nata… in aeroporto! [VIDEO]

  • di René Pierotti
Andrea Ferraresi ha raccontato a Moto.it la genesi di questo nuovo prodotto, il secondo nato dalla collaborazione con Lamborghini
  • di René Pierotti
8 settembre 2022

I colori di questo nuovo modello nato dalla collaborazione con Lamborghini sono stati decisi dall’Ad Claudio Domenicali quando ha visto una Huracan Sto esposta nell’aeroporto di Bologna. Preso da questa visione Domenicali ha telefonato al direttore del Centro Stile Ducati, Andrea Ferraresi: “La voglio così!”. 

Proprio Ferraresi ha raccontato a Moto.it la genesi di questo nuovo prodotto, il secondo nato dalla collaborazione con Lamborghini. Il primo era stato realizzato nel 2020 e ispirato alla Sián e aveva dato vita alla Diavel 1260 Lamborghini.

La Streetfighter V4 Lamborghini è in numero limitato, solo 630+63 esemplari. Perché 630? La livrea ha una colorazione “Verde Citrea" ed "Arancio Dac" con logo STO e il numero 63, cioè l’anno di fondazione della Lamborghini. 

Questo numero, moltiplicato per dieci, fa 630, cioè la tiratura di queste Ducati. Ogni moto ovviamente ha un certificato di autenticità. 

La nuova Ducati Streetfighter V4 Lamborghini è ispirata ovviamente alla supersportiva Huracán STO ed è stata svelata agli appassionati venerdì scorso, in occasione del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini di MotoGP a Misano.

Questa supersportiva rielabora in chiave Ducati i concetti che hanno dato vita alla Huracán STO.

Non è un segreto che Ducati e Lamborghini sono parte della stessa famiglia: Audi. 

Adesso la moto più potente ed estrema tra le stradali di Borgo Panigale elabora e accentua il suo stile aggressivo. Come si vede ad esempio nei cerchi forgiati che riprendono lo stile di quelli della Huracan STO. Il serbatoio, il parafango anteriore, la parte posteriore e il puntale di Ducati Streetfighter V4 lamborghini sono poi tutti dedicati. Prese d’aria, estrattori e sfoghi richiamano infatti le classiche linee della Huracan STO. 

Tutti i componenti in fibra di carbonio hanno poi la stessa trama delle Lamborghini Huracan STO, estremamente riconoscibile. 

Il motore è il Desmosedici Stradale da 1.103 cm3 da 208 CV di potenza, caratterizzato da albero controrotante, distribuzione desmodromica a quattro valvole per cilindro e ordine degli scoppi Twin Pulse di derivazione MotoGP ma sulla Ducati Streetfighter V4 Lamborghini compare la frizione a secco, come sulle Ducati MotoGP e Superbike.

Argomenti

Ultime da News

Da Automoto.it

Hot now

Caricamento commenti...

Hot now