Anticipazioni

Colove 800X, l'Adventure un po' Ténéré 700 e un po' KTM 790

- Crescono di numero e cilindrata le moto adventure prodotte in Cina e destinate all'esportazione. Colove, che già produce una 500 bicilindrica nota anche in Europa, ha presentato la sua futura 800X. Con un motore fortemente ispirato al 790 KTM

Mentre si attende l'arrivo in vendita della Benelli TRK, e CF Moto ha già mostrato la sua MT800 con il motore KTM 790, un'altra esponente fra le enduro stradali di categoria adventure 800 è stata annunciata in Cina. Si tratta della Colove 800X ed è stata svelata online dal fondatore dell'azienda Zhang Xue.

Colove già produce alcuni modelli, fra i quali c'è la 500X che viene venduta anche con altri marchi in alcuni paesi. Si chiama ad esempio Macbor Montana XR5 in Spagna, oppure Maverick MV 500 (da Hunter Motorcycles) in Indonesia o Daytona Maverick 500 altrove. In Svizzera arriva invece con il marchio Colove (la vedete qui sotto).

Della Macbor Montana abbiamo già scritto qui. Monta un motore bicilindrico in linea che ha identiche misure di alesaggio e corsa, cilindrata, rapporto di compressione e potenza del motore Honda che equipaggia la CB500X.

I cloni di motori giapponesi, che si differenziano parzialmente esternamente, non sono certo una novità in Cina e sono ben più numerosi rispetto agli accordi di licenza esistenti.

Nel caso della futura adventure 800X di Colove sono stati mostrati tre bozzetti di stile (qui sopra) che ricordano modelli esistenti, come Yamaha Ténéré 700, Suzuki V-Strom 650 o Triumph Tiger 900.

La struttura è identica e prevede un telaio in acciaio, ruote a raggi in apparenza da 21 e 18 pollici, forcella a steli rovesciati e sospensione posteriore progressiva. Si parla di un peso a secco di 180kg, di un serbatoio da 23 litri, di sospensioni con escursione lunga (240 mm) e luce a terra di 255. Durante la presentazione è stato detto che la 800X avrà strumentazione TFT con navigatore integrato, quick-shift, acceleratore elettronico, mappe motore, controllo di trazione e cornering ABS.

Di concreto è stato invece mostrato il motore bicilindrico in linea (sopra), del quale sono stati forniti alcuni dati.
Esteticamente la somiglianza con l'unità 790 di KTM (l'LC8c da 799 cc) è davvero molta, carter laterali a parte e poco più, e identiche sono le misure di alesaggio e corsa di 88x65,7 mm.
Ufficialmente non risulta nessun accordo con la casa austriaca, che esiste invece con CF Moto per la citata MT800.

E' possibile che la 800X definitiva venga presentata nel corso del 2021.

  • brunomana, Lucca (LU)

    Gentilissimi al momento le moto cinesi come le auto non hanno probabilmente ne la qualità ne l'appeal delle moto europee o Giapponesi..ma è questione di tempo, di esperienza,"guardate" cosa è successo nella elettronica di consumo
    Ricordo però che ormai ci sono milioni di cinesi benestanti che non vogliono assolutamente comprare cinese se non altro per immagine oltre alla qualità reale di molti comparti europei (meccanica Moda arredamento cibo)... per BMW e Audi è il primo mercato export ormai!!
    e sicuramente fra alcuni anni il prodotto economico non lo faranno nemmeno piu' i cinesi...
    Questo non vuol dire che l'occidente e specie l'italia si debba dare una mossa...e ridurre gli sprechi.ma.siamo in competizione con il Mondo..se ancora non si è capito!!
  • dulli, Roma (RM)

    beh ora letti i commenti,non resta che dire "Piu' Mash per tutti"
Inserisci il tuo commento