Novità 2022

Aprilia Tuareg 660: eccola! Caratteristiche, peso e potenza della nuova moto italiana [VIDEO e GALLERY]

- Sulla base della apprezzata piattaforma 660 nasce la nuova enduro stradale italiana. Ecco il suoi numeri: sospensioni a lunga escursione, peso light e la giusta potenza

E' una giornata speciale per gli appassionati del marchio Aprilia - tantissimi in tutto il mondo - e del mondo adventure. L'attesa Tuareg 660 vede la luce sulla pagina web della Casa (da cui è tratto il video di lancio che vedete sopra) e si svela ai nostri occhi.
Design minimalista e decisamente originale, come da DNA di Aprilia, che dal suo debutto ha sempre tracciato una strada propria più che seguire quella segnata dai concorrenti.
La nuova Aprilia Tuareg 660 sfrutta la modernissima piattaforma 660. Ma ovviamente è declinata in chiave fuoristradistica. Ha quindi una ciclistica leggera, con sospensioni a lunga escursione (240 mm), meno cavalli (80) ma più coppia in basso. 
Ecco alcune delle caratteristiche svelate oggi. Ovviamente, in attesa di provarla, vi daremo tutte le info che saranno via via rivelate da Aprilia.

TECNOLOGIA APRC
4 Riding Mode, 2 dei quali personalizzabili (1 dedicato alla guida fuoristrada). ABS  disinseribile su entrambe le ruote o solo sul posteriore. Sistema APRC completo di Traction Control, Cruise Control, Engine Map e Engine Brake. Tutto accessibile dallo schermo TFT da 5" ad alta visibilità.

PESO CONTENUTO
Con soli 187 kg a secco, Tuareg 660 è uno dei riferimenti nel settore. I tecnici Aprilia hanno limato ogni grammo possibile, equipaggiando Tuareg con tutto l’essenziale per l’adventouring, a cominciare dal capiente serbatoio da 18 litri.

CICLISTICA APRILIA
Tuareg 660 tiene fede alla tradizione delle ciclistiche Aprilia, grazie al nuovo telaio tubolare in acciaio accoppiato a staffe in alluminio e collegato al motore in 6 punti, all’interasse di poco superiore ai 1.500 mm e all’attenta distribuzione dei pesi e centralizzazione delle masse.

SOSPENSIONI OFF ROAD
Più mm, nessun compromesso. Forcella da 43 mm di diametro e monoammortizzatore con leveraggi progressivi, entrambi a lunga escursione: 240 mm di corsa per entrambi.

MOTORE RIDISEGNATO
Il bicilindrico parallelo frontemarcia esprime ora 80 CV di potenza massima, 70 Nm di coppia massima e un sostanziale incremento della schiena ai bassi e ai medi. La nuova coppa dell’olio riduce l'ingombro verticale, regalando una luce a terra di oltre 240 mm e un’altezza della sella inferiore a 860 mm.

Fonte: Aprilia

Leggi tutti i commenti 235

Commenti

  • skippy59, Stella (SV)

    MI SEMBRA UNA GRAN MOTO, almeno sulla carta e dalle foto.
    Brava Aprilia
  • rho01, Bergamo (BG)

    peso peso peso..mamma mia, solo questo conta? ma la moto la dovete portare a spalle?? Piccolo esempio. anni fa avevo il Transalp 650 seconda serie. con quel cesso di motore a 3 valvole da 30cv alla ruota, la forcella così penosa che manco il ciao, freni che a dir tanto rallentavano e basta, il mono che in due diventava praticamente inutile, secondo voi quanto pesava? eppure ci ho fatto sterrate su sterrate, campi arati, sentieri, di ogni. qualche volta l' ho appoggiata a terra, e l' ho sollevata da solo. ed era un cesso di moto sotto ogni punto di vista. Questa che pesa uguale, ha il triplo dei cv, elettronica al top, forcella decente, freni buoni, perchè non dovrebbe andare bene? Se volete 160kg, prendetevi un drz400 di 20anni, un dominator di 30, e andate felici con quelli..che poi conta soprattutto come è distribuito quel peso..il gs adventure arriva a 250kg eppure lo si porta come un 600..
Leggi tutti i commenti 235

Commenti

Inserisci il tuo commento