Ecologia

25 megalopoli producono oltre la metà dei gas serra

- Una ricerca della Sun Yat-sen University ha analizzato l'impatto delle città più inquinanti a livello mondiale
25 megalopoli producono oltre la metà dei gas serra

L'inquinamento prodotto dai grandi centri urbani è uno dei temi di grande interesse degli studi sul riscaldamento globale. Oltre la metà della popolazione (il 56%) mondiale vive ormai nelle città e si calcola che il 70% dei gas nocivi emessi in atmosfera sia prodotto nei grandi centri urbani. Ora un nuovo studio pubblicato dalla Sun Yat-sen University ha calcolato che 25 città sono responsabili del 52% delle emissioni di gas nocivi. 

Le cosiddette megalopoli sono quindi fortemente impattanti sull'intero ecosistema mondiale. "Oggi, oltre il 50 percento della popolazione mondiale risiede nelle città", afferma il co-autore Dr Shaoqing Chen, della Sun Yat-sen University. "Si dice che le città siano responsabili di oltre il 70 percento delle emissioni di gas serra e condividono una grande responsabilità per la decarbonizzazione dell'economia globale. Gli attuali metodi di monitoraggio utilizzati dalle città variano a livello globale, rendendo difficile valutare e confrontare i progressi della mitigazione delle emissioni nel tempo e nello spazio".

La ricerca è stata condotta su 167 località in 53 paesi diversi. Le città sono state scelte in Cina, Stati Uniti, India ed Europa per offrire una rappresentazione più fedele della distribuzione delle emissioni in tutto il mondo. Fatti i calcoli è emerso che appena 25 città sono responsabili di oltre la metà dei gas serra. La maggior parte si trova in oriente come Handan, Shanghai e Suzhou in Cina e Tokyo in Giappone ma ci sono città molto inquinanti anche in Europa come ad esempio Mosca e Istanbul.

Lo studio conferma come siano necessarie misure più drastiche per raggiungere gli obiettivi delineati nell'accordo di Parigi per limitare l'aumento medio della temperatura globale a 1,5 °C rispetto all'era preindustriale. 

  • Paolo661511, Castel San Pietro Terme (BO)

    Se è veramente così...la svolta elettrica europea (Europa tradizionale) sarà completamente inutile. Non che ne abbia mai dubitato...
  • Bruno_7, Genova (GE)

    Il problema non è la metropoli ma le regole che si danno per viverla.
    Questione di opinioni, io mi divido tra una città piccola, Genova e una metropoli da quasi venti milioni di abitanti, Manila.
    La grande città non dorme mai è incredibile ed affascinante: ti svegli alle 3 di notte e vai a prenderti un gelato o al ristorante o a fare due passi in centro che è sempre pullulante.
    In campagna ci vado a trovare amici e parenti mi basta poco poi mi annoio a morte.
    La campagna genera sbadigli inaridisce le menti: ho provato in passato a viverci - negativo.
    Si sa che inquina più una stufa a pellet che una gara di 2 tempi, il problema sono le regole e le disponibilità per poterle rispettare.
    Bisogna poi dire che il sogno della casa in campagna con orticello e galline è molto affascinante a parole, la realtà è ben diversa, tagliare il prato raccogliere le deizioni degli animali o potare gli alberi, per alcuni un divertimento per me da celebrolesi.
Inserisci il tuo commento