Novità 2017

MV Agusta F4 RC, la replica da 212 cv

- La Casa di Varese propone anche quest'anno una serie limitata SBK Replica, in 250 esemplari, della sua F4 1000 in edizione Reparto Corse. Con il kit pista MV dichiara 212 cv di potenza e peso a secco di 175 kg
MV Agusta F4 RC, la replica da 212 cv

MV Agusta costruirà sempre più modelli top di gamma e serie speciali. La strategia è stata annunciata da tempo da Giovanni Castiglioni e alla recente presentazione della tre cilindri F3 RC di pochi giorni fa – una serie limitata che ripete l'iniziativa dello scorso anno – segue ora la stessa operazione con la quattro cilindri F4 RC.

Come per l'edizione presentata a marzo dell'anno scorso, la nuova edizione F4 RC sarà ancora disponibile in 250 esemplari numerati. Il prezzo riportato dal il sito di MV Agusta è 40.090 euro.
Per quanto riguarda la nuova F4 RC la maggiore novità è nella rivista veste grafica, che è naturalmente ispirata alla F4 che partecipa al mondiale Superbike con Leon Camier. La colorazione è la classica rossa-bianca e rispetto al modello dell'anno scorso mancano i riferimenti al marchio AMG su carenatura e cupolino, sostituito dallo sponsor Motul.

Cambia anche la posizione del numero “37” sulla pancia della carenatura, un numero che ricorda i titoli marche conquistati nel campionato del mondo velocità.
La F4 Reparto Corse viene corredata di un kit pista che comprende il silenziatore di scarico in titanio della SC-Project, la centralina elettronica di gestione motore racing dedicata, il copri codino monoposto in fibra di carbonio, il tappo serbatoio in ergal, i tappi che coprono i fori lasciati sul cupolino una volta tolti i retrovisori e il telo coprimoto.

Il quattro cilindri in linea di 998 cc, il solo rimasto con la catena di distribuzione disposta centralmente, ha la particolarità delle quattro valvole per cilindro disposte radialmente e il cambio a sei marce estraibile. L'iniezione prevede otto iniettori e condotti di aspirazione a lunghezza variabile, ci sono il controllo della coppia con quattro mappature, otto livelli per il controllo di trazione e il sensore di inclinazione che dialoga con la piattaforma inerziale con tre giroscopi e tre accelerometri.
Modifiche dedicate sono l'albero motore alleggerito, la testata con nuovi condotti aspirazione, i coperchi motore in magnesio, pistoni e bielle alleggeriti, viteria in titanio.
La potenza massima erogata è di 205 cv a 13.450 giri, che diventano 212 a 13.600 giri in configurazione kit. La velocità massima è dichiarata in 302 km/h.

Il telaio è il noto traliccio d'acciaio con piastre di fulcro forcellone in lega leggera e interasse. La forcella rovesciata è un Ohlins NIX 30 e il forcellone monobraccio muove l'articolazione progressiva e il mono Ohlins TTX36.
Anche l'impianto frenante è al top: Brembo da 320 flottante con pinze radiali GP a quattro pistoncini da 30 mm. Il disco posteriore è d a210 mm e l'impianto Abs è un Bosch 9 Plus Race Mode con dispositivo anti sollevamento posteriore.

Le ruote in alluminio forgiato da 17” montano pneumatici 120/70 e 200/55. Il peso è dichiarato in 183 kg a secco, che scendono a 175 con il kit pista.

 

  • mar66, Palermo (PA)

    davide.sieti
    è basta con questa storia delle giapponesi senza anima ho avuto sia moto italiane e giapponesi ,auto italiane e straniere,con le italiane solo problemi di affidabilità purtroppo
  • mar66, Palermo (PA)

    [email protected] i 213cv li hai misurati sul banco prova che hai a casa? chissà perchè Mv è rimasta l'unica ad avere la catena centrale... ah forse ho capito per far apparire il motore più largo e quindi più imponente...la laurea hai detto bene l'ho presa per strada, tu invece ?....
Inserisci il tuo commento