Salone di Milano

EICMA 2017: Kawasaki Z 900RS CAFE, foto, video, dati e prezzi

- Debutto ufficiale per la naked retrò di Akashi, nelle due versioni standard e cafè Racer, alla fiera EICMA di Milano

Kawasaki aveva già presentato la nuova Z900RS (retrò sport) pochi giorni fa al 45° Tokyo Motor Show e la ripropone al Salone di Milano EICMA 2017 per il suo debutto europeo: derivata strettametne dalla base tecnica della Z900 ed erede dell'iconica 900Z1 lanciata nel 1972, la Z900RS ha già riscosso consensi, perlomeno per la linea e ve l'abbiamo mostrata qui.

La casa di Akashi aveva già provato a rilanciare il suo mito “Z” con le Zephir 750 e 1100 nei primi anni '90 (che non ebbero grande successo) e, successivamente, con l'intera serie ZRX 1100 e 1200 la cui importazione in Italia si è conclusa una decina di anni fa. Nonostante l'indisponibilità sul nostro mercato, la ZRX 1200R in colorazione verde e grafica “KZ 1000 Lawson” è diventata una cult-bike ed è tutt'ora ricercatissima nel mercato dell'usato.

Kawasaki cerca adesso di emulare lo stesso approccio nella versione CAFE (si scrive così, senza accenti e tutto maiuscolo) della Z900RS presentata ad EICMA 2017 dove richiama la veste estetica delle Z1000 da endurance dei primi anni '80; poche ma sostanziali le differenze dalla Z900RS per definire una moto più orientata al mercato delle cafè racer: il cupolino, il manubrio a piega bassa, la sella, la finitura del silenziatore e, ovviamente, la colorazione Vintage Lime Green con filetti bianchi.

La vista laterale sovrapposta di Z900RS e Z900RS CAFE
La vista laterale sovrapposta di Z900RS e Z900RS CAFE

Tutto il resto, dal motore di 948 cc da 111 cv a 8.500 giri al controllo di trazione su due livelli, alle pinze radiali anteriori assistite da una pompa anch'essa radiale, alla frizione servoassistita e antislittamento, fino alla sospensione posteriore Back-link, è identico alla sorella RS con la quale condivide quindi l'accorciamento della prima marcia, mentre la sesta e il rapporto finale della trasmissione vengono allungati per garantire migliori consumi; da notare che per la Z900RS Kawasaki per la prima volta dichiara di avere progettato il sound del quattro cilindri, sopratutto all'avviamento, al minimo e durante la marcia a bassi regimi, scegliendo opportunamente percorso dei gas di scarico e densità del materiale smorzante.

Ad EICMA sono stati comunicati i prezzi f.c. per entrambi i modelli: 11.790 per la RS e 500 euro in più per la CAFE. Presentato l'ampio catalogo di abbigliamento dedicato.

  • username__795295

    Veramente stupenda! anche la colorazione è davvero indovinata
  • anonym_4124923

    L' unico appunto che posso fare alla cafè è che avrei gradito dei semimanubri rialzati cioè attaccati sopra la piastra di sterzo e non sotto come sulle supersportive.Pero' è solo questione di gusti,non è che sia un difetto.Per il resto è tutto perfetto,io sono un amante delle Kawa ne ho avute 5 finora e secondo me sono sottovalutate,hanno qualcosa che le altre moto non hanno,almeno tra le giapponesi,un fascino ed un carattere sconosciuto alle altre.
Inserisci il tuo commento