mostra aiuto
Accedi o registrati
Salone di Milano 2017

EICMA 2017: Honda Neo Sport Café, un altro teaser

- Un secondo teaser offre qualche informazione in più sulla novità in arrivo ad EICMA. Che si tratti della versione di serie del concept CB4 del 2015?

A distanza di una settimana dal primo video teaser, Honda rilascia un altro breve contenuto che ci svela qualcosa in più della novità che svelerà nella conferenza stampa che, come consuetudine, anticipa di un giorno (lunedì 6) l'apertura del Salone di Milano nelle giornate riservate agli addetti ai lavori.

Anche in questo caso, l'accento per questa Neo Sport Café viene posto sulla qualità delle lavorazioni (la dicitura riporta un orgoglioso "Japan Crafted") ma pur lasciando molto all'immaginazione ci sono diversi elementi su cui ragionare, anche perché la linea e diversi dettagli ci ricordano molto da vicino il concept CB4 presentato proprio ad EICMA due anni fa.

Iniziamo dal motore, del quale si intravedono quattro condotti di scarico che confermano l'adozione di un propulsore plurifrazionato, magari - ipotizziamo noi - con qualche parentela con quello della CBR 1000RR Fireblade. Lo scarico ci ricorda invece, pur con alcune importanti differenze, quello della CB 1000R, con due uscite che ancora una volta ci riportano al concept sopra citato.

La memoria torna a quel modello anche per il faro tondo ma molto moderno e per il codino tronco e minimalista, ma anche e soprattutto per il forcellone monobraccio che si intravede nel lancio al banco nella scena finale. Sta a vedere che Honda ci regala una naked davvero gustosa, stavolta?

L'articolo precedente 

EICMA si avvicina, e iniziano a manifestarsi  i teaser delle case. Stavolta tocca ad Honda, che ci incuriosisce con un modello definito semplicemente "Neo Sport Café". Con il classico video in cui... non ci fanno vedere nulla, se non qualche dettaglio, la Casa di Tokyo anticipa così una novità del segmento classico, che però, allo stesso tempo, Honda definisce "un tipo di moto completamente nuovo".

La descrizione del video parla di "puro spirito Café Racer", con buona pace dei puristi che imporrebbero l'adozione dei semimanubri e non del manubrio largo che appare negli ultimi secondi del video, ma anche di lavorazioni precise ed accurate come solo in Giappone sanno fare. A questo punto ci hanno davvero incuriositi...

  • capobutozzi, Roma (RM)

    sono d'accordo quando ero ragazzo (ormai 20 anni fa) la Honda era la casa da seguire, ora invece se levi la AT, la nuova cbr e l'X-adv non trovo nulla di eccezionale (ok la cbF 500 è un buon prodotto a buon prezzo), ovvero nulla che fa battere forte il cuore come qualche kawasaki o Yamaha, forse potrebbe fare come toyota con Lexus e creare un brand più qualitativo per europa e nord america, se continua così l'alone di qualità che si era creato negli anni precedenti scomparirà.
    Yamaha per esempio si sta giocando le carte molto bene e kawa (tra le giapponesi la mia preferita) ha già ben in mente cosa fare.
  • Willy73, Borgofranco d'Ivrea (TO)

    Infatti non capisco...20 anni per rifare l'Africa Twin che tutti volevano, han sempre richiesto ed infatti...successone.
    Hanno smesso di fare il transalp 700 che ,con poche modifiche( 6 marcia, qlche cv in più e miglior isolamento del calore) era la media enduro migliore di tutte, naked sportive più nulla...la CB1000 ferma ad un progetto di 10 anni fa...ecc ecc...
    OK, fai la NC,la ADV, ma fai qlche moto per i motociclisti puri, diciamo old style??
    Sveglia honda...svegliaaaaa
Inserisci il tuo commento