Anticipazioni 2017

Ducati 2017: Monster 939 e 800 ad aria

- Il motore già visto sulla famiglia Hyper sbarca sul "piccolo" Monster, e l'800 della Scrambler torna a casa per ampliare la gamma e rispettare l'Euro-4
Ducati 2017: Monster 939 e 800 ad aria

Non è certo una sorpresa, dopo l’arrivo della nuova famiglia Hyper 939: anche sul “piccolo” Monster raffreddato a liquido arriverà il nuovo motore Testastretta a cilindrata maggiorata e in regola con la normativa Euro-4, trasformando l’821 in un Monster 939. Come già avvenuto per la cugina maximotard non ci aspettiamo alcuna modifica se non revisioni di dettaglio al comparto ammortizzante e alla rapportatura per adeguarsi all’aumento di coppia e cavalleria dovuto al nuovo propulsore.

Più curioso il ritorno – stando ad alcune foto spia che circolano – del propulsore a due valvole nella gamma Monster. Dopo averlo abbandonato nel 2014, relegandolo alla famiglia Scrambler dove il calo di prestazioni dovuto all’Euro-4 non ha penalizzato un modello comunque brillante e più… scanzonato della tipica Ducati, pare che il glorioso bicilindrico raffreddato ad aria rientri dalla finestra, andando a spingere un modello che sostituirà la 821 (diventata del resto molto più matura con il motore da 937cc) in veste di modello d’accesso alla gamma Monster, che nella sua nuova declinazione forse non ha fatto breccia nel cuore dei ducatisti come ci si attendeva. La manovra permetterebbe a Ducati di impiegare anche la versione da 400cc sui mercati emergenti.

I cambiamenti alla gamma Ducati non finiscono certo qui: oltre alla già svelata Supersport ci aspettiamo adeguamenti per aggiornare all’Euro-4 anche la Monster 1200, senza dimenticare Panigale (per la quale tremiamo al pensiero dello scarico…) e Diavel, sulla quale potrebbe arrivare il motore DVT della Multistrada così come, forse più logicamente, il 1262 della X-Diavel. Attenzione ad Intermot e ad EICMA…

  • Darkcity, Milano (MI)

    Si può girare alla Ducati una preghiera?
    "Per piacere, ripeto, per piacere fate quello che vi pare ma separate e allontanate pedane pilota e passeggero. Poi, giacché ci siete, con tutta quella elettronica, sareste così gentili da mettere uno straccio di contamarce e livello carburante sul cruscotto? Ce li ha anche la mia Mt 09 che è talmente essenziale che a stento ha telaio, ruote e motore. Non è cosa superficiale (dati anche i prezzi). Il Monster non l'ho comprato per quei motivi; sopprattutto per quelle pedane demenziali!"
    Grazie :-)
  • dadopoli, Treviglio (BG)

    La gamma Monster si sta posizionando sempre più in alto come cilindrata: con in listino il 1200 e ora l'821 che diventa 939 ormai manca una media cilindrata come modello di entrata (quello che nel tempo sono stati i vari 600-620-695-696), non sarebbe quindi una brutta idea utilizzare l'800 della Scrambler.
Inserisci il tuo commento