Ucraina. Le moto elettriche diventano anti-tank

Ucraina. Le moto elettriche diventano anti-tank
Marco Berti Quattrini
Silenziose, veloci, e quasi inarrestabili. Le moto elettriche adattate per trasportare razzi anti-tank sono un'arma estremamente efficace nell'arsenale ucraino
18 maggio 2022

La validità dei mezzi elettrici in situazioni di combattimento è al vaglio di molti eserciti in tutto il mondo. Dalle eBike alle moto offroad i militari stanno testando i più disparati veicoli nei diversi scenari di guerra.

Delfast è un'azienda ucraina che produce veicoli elettrici: una via di mezzo tra delle dirtbike e  delle eBike da enduro. Hanno i pedali come le bici ma raggiungono una velocità di 80 km/h e hanno un'autonomia dichiarata di oltre 300 km. La vera arma segreta delle Delfast però è la silenziosità. 

In sella a questo veicoli i soldati ucraini sono in grado di avvicinarsi ai carri armati russi, di colpire e di fuggire velocemente. Sono mezzi così efficaci che le forze armate di Kyiv hanno deciso di dotarle di particolari supporti per trasportare i razzi anti-tank NLAW.

Grazie alle Delfast  i soldati possono raggiungere velocemente e inosservati le colonne nemiche. Possono muoversi all'interno dei boschi e sui sentieri superando quasi ogni tipo di ostacolo. Come si diceva, l'effetto sorpresa garantito dalla silenziosità dei mezzi elettrici aumenta l'efficacia tattica delle moto elettriche. L'impiego di questo tipo di mezzi rende più efficaci e meno pericolose le azioni anti-tank dell'esercito ucraino. 

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese