Yamaha Ténéré World Raid Team. Botturi e Tarres: Tunisia e Africa Eco Race

Yamaha Ténéré World Raid Team. Botturi e Tarres: Tunisia e Africa Eco Race
Piero Batini
  • di Piero Batini
La rivoluzione delle bicilindriche è scatenata. Yamaha scende in campo ufficialmente con il Team che affronterà il Tunisia Desert Challenge e l’Africa Eco Race con la Ténéré 700 World Raid. Botturi + Tarres
  • Piero Batini
  • di Piero Batini
12 aprile 2022

Africa chiama, Yamaha risponde, 12 Aprile 2022. È ufficiale, un paio di settimane da quando avevamo “annunciato” che c’era una rivoluzione in atto sotto la cenere, ed ecco la risposta ufficiale di Yamaha, di Yamaha Italia, di Alessandro Botturi e di Pol Tarres. Oggi l’ufficializzazione del Team, del Progetto e del Programma, domani la partecipazione al Tunisia Desert Challenge, e dopodomani, leggi metà ottobre, la discesa in campo all’Africa Eco Race.

Tutto in una notte, verrebbe da dire, e invece è un discorso lungo, elaborato, ragionato. Di conseguenza scelte ponderate, decisioni calate al momento giusto, programmi a medio termine e con “target” attentamente studiati.

L'Africa, la patria spirituale della Yamaha Ténéré, farà da sfondo all’azione del nuovo Yamaha Ténéré World Raid Team nella sfida dell'Africa Eco Race 2022, che si corre da Monaco fino al leggendario traguardo di Dakar, in Senegal, dal 15 a 30 Ottobre”. Questa la gustosissima sintesi della grande novità di Primavera inoltrata, che diventa caldissima con l’annuncio dell’imminente partecipazione al Tunisia Desert Challenge in partenza il 20 Aprile. Alessandro Botturi ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo della Yamaha Ténéré World Raid, ed è giusto che sia lui a diventarne l’ambasciatore nel debutto agonistico ri-ufficiale di Yamaha. Non solo, è bello sottolineare che il bi-campione e detentore dell’Africa Eco Race difenderà il proprio primato con una Moto che è evocativa, certamente, ma che è la soluzione chiavi in mano per gli appassionati: dal concessionario all’Africa. Come dice Botturi, che si porta dietro l’icona funambolica dello spagnolo Pol Tarres, questa stupenda storia è “Emozioni, Gara, e un Sogno!”

Copio e incollo dal nostro lavoro di un paio di settimane fa. “Si torna al sogno ufficiale. Penso Yamaha e non posso fare a meno di pensare Alessandro Botturi o Pol Tarres…” C’è dell’altro, sicuro, ma lo vedremo senz’altro più avanti. Il dado è tratto, la rivoluzione è scatenata!

 

© Immagini Yamaha

Ultime da Dakar

Hot now

Caricamento commenti...