Rally del Marocco. Vince Quintanilla, Walkner Campione del Mondo

Rally del Marocco. Vince Quintanilla, Walkner Campione del Mondo
Piero Batini
  • di Piero Batini
Grande battaglia nel deserto del Marocco. Alla fine la spunta il neo ufficiale Honda, ma l’austriaco di KTM conquista il suo secondo Campionato del Mondo. Bene i “nuovi dakariani” italiani, di cui parleremo a parte, perché se lo meritano
  • Piero Batini
  • di Piero Batini
14 ottobre 2021

Zagora, Marocco, 14 Ottobre. Il Rally del Marocco si chiude con una autentica serie di successi, personali, di manifestazione e di disciplina. Già i 160 partenti erano un segno di ritrovata grandezza, poi la battaglia che si è sviluppata su diversi fronti e sfondi ha completato il senso dell’Evento fuori dal comune. Parliamo di Moto, qui.

Ha vinto Pablo Quintanilla. Per il cileno è un successo importantissimo, per vari e complessi motivi. Innanzitutto perché pone fine a un digiuno lunghissimo, un calvario iniziato con l’ultima edizione della Dakar in Sud America. Poi perché “Quintafondo” ha appena cambiato casacca, passando dal Team Husqvarna al Monster Honda ufficiale. Un nuovo assetto porta sempre grande entusiasmo e voglia di fare (bene), ma anche una serie inevitabile di complicazioni. La prima fra tutte è legata all’adattamento al nuovo team, alle nuove strategie, soprattutto alla nuova Moto. Arrivare e vincere, ecco, diventa il perfetto iniziare bene per essere… più avanti che alla proverbiale metà dell’opera.

Battaglia vinta, ma non facile. Altre cose erano nuove, per esempio la inedita KTM 450 Rally (e le sue gemelle Husqvarna e GasGas). Dall’altro lato, c’era il fatto che le Honda hanno provato molto, ma poco in gara. All’inizio c’era uno sbilanciamento evidente. Il primo giorno, per esempio, tre Honda finiscono ai primi tre posti, proponendo la solita velocità di Barreda e la buona forma di Brabec. Poi, nei giorni successivi, dalla Squadra KTM-Husqvarna-GasGas, tenuta evidentemente su un livello di basso profilo pensando soprattutto al collaudo della nuova Meccanica, era saltato fuori Matthias Walkner, che dello Squadrone era l’unico ad avere una motivazione in più. L’austriaco, infatti, era in corsa per il Titolo di Campione del Mondo Cross-Country Rally per aver vinto il (mezzo) Silk Way Rally.

Così Walkner vince il secondo giorno e passa in testa, di fatto tuttavia offrendo il fianco al ritorno dei Piloti Honda nella terza tappa. Che tornano puntualmente al centro del palcoscenico, però con uno “schema” differente. Barreda si perde, Brabec accusa, Cornejo è costretto al ritiro. Ecco che inizia ad uscire allo scoperto Pablo Quintanilla.

Con 5 sole Tappe, numero dispari, il gioco è abbastanza semplice e la strategia evidente, ma la terza Tappa scompiglia e carte in tavola. Brabec trova per istinto l’uscita dal oued e vince la tappa davanti al sorprendente Buhler, Hero, e passa al comando del Rally. Bene le due Yamaha ufficiali di Van Beveren e Short, bene Santolino, Sherco. Meno bene Walkner, perso, che scivola al 10° posto, malissimo Barreda che salta ben 3 waypoint. Niente di che, comunque in una dozzina di minuti sono in dieci. Il Rally di David Castera è abbastanza imprevedibile e complesso da prestarsi al colpo di scena quasi quotidianamente. E si arriva alla 4° e penultima tappa. Rivoluzione.

Brabec apre la pista da solo (dove sono i compagni di squadra?) per quasi tutta la Speciale, fino al momento in cui commette due grossi errori di (difficile) navigazione. Non è il solo. Salta fuori Sanders, GasGas, che vince la tappa e passa al comando della Corsa trascinando la riscossa di Walkner e le ambizioni, ora concrete, di Quintanilla. Il bello di un Marocco così incerto è che ogni giorno cambia tutto, e la classifica di giornata finisce per riflettersi fedelmente sulla Generale. Sandeers primo, Walkner a 30 secondi, Quintanilla a meno di due minuti. È il presupposto per un finale… prevedibile.

Quinta tappa, infatti, e Pablo Quintanilla scatena il suo attacco, riprende gli apripista e si invola a vincere tutto. La Speciale, davanti a Ricky Brabec e Daniel Sanders, e il Rally davanti a Walkner e Sanders. Con il secondo posto conquistato al termine dell’edizione 2021 del Marocco, Mathias Walkner conquista per la seconda volta il Titolo di Campione del Mondo Cross-Country Rally. La prima risale al 2015, stesso Rally, quando l’ex Campione del Mondo di Motocross MX3 portato ai Rally da Heinz Kinigadner si impose nella 13° edizione del Mondiale (ex Coppa del Mondo). Poi sono arrivati i due secondi posti e la vittoria alla Dakar del 2018.

Non è finita, a parte parliamo degli italiani.

 

© Immagini Rallye du Maroc – DPPI - Red Bull Content Pool – KTM Media – GasGas – Hero Motorsport – Monster Honda RT

Rallye du Maroc 2021. Classifica Finale Assoluta.

1. Pablo Quintanilla (CHI), Honda, 16:26:51

2. Matthias Walkner (AUT), KTM, 16:28:50 +1:59

3. Daniel Sanders (AUS), GASGAS, 16:32:18 +5:27

4. Ricky Brabec (USA), Honda, 16:34:05 +7:14

5. Adrien Van Beveren (FRA), Yamaha, 16:44:52 +18:01

Ultime da Dakar

Da Automoto.it

Caricamento commenti...