Alessandro Botturi. Dakar o Africa Race? E poi, con che Moto?

Piero Batini
  • di Piero Batini
Il Gigante di Lumezzane è “fermo” da un anno. Proprio fermo? Alessandro Botturi si racconta e (non) ci svela i “segreti” del suo futuro tecnico, sia pure a mezza bocca (ma con un gran sorriso)
  • Piero Batini
  • di Piero Batini
7 dicembre 2021

Milano, 30 Novembre 2021. Alessandro Botturi ha vinto l’Africa Eco Race 2020, poi si è fermato. Pandemia, si è fermato anche il Rally, e poi… un progetto niente male. Il Gigante di Lumezzane ha partecipato allo sviluppo di una Yamaha Ténéré 700 molto particolare. Potremmo dire che è l’anello che mancava alla catena della storia di quel nome lanciato e quindi associato indelebilmente alla Casa giapponese.

Abbiamo incontrato Botturi a EICMA, allo stand di Yamaha. Di sotto la nuova Ténéré campeggiava un metro al di sopra di tutte le novità della Fabbrica, al primo piano dello stand, preso letteralmente d’assalto da un’”orda” di appassionati”, Alessandro ci ha raccontato qualcosa. È quel qualcosa che lega il Pilota al futuro prossimo, ai prossimi impegni agonistici e agli obiettivi. D’altro canto, ci interessava cercare di capire che ha fatto Botturi in tutto questo tempo…

Oggi ne sappiamo un po’ di più sul suo futuro prossimo e sulla nuova Yamaha all-purpose che vediamo decisamente, con quella ruota da 21 all’anteriore, indirizzata verso l’avventura, e che immaginiamo con una vocazione davvero speciale. Che i due elementi, Pilota e Moto, siano in qualche modo connessi più strettamente di quanto si pensi? Sentiamo…

 

© Immagini AER – Corradini - PB

Argomenti

Ultime da Dakar

Da Automoto.it

Caricamento commenti...