test pneumatici

Dunlop TrailSmart: tanto grip e il 14% di durata in più

- Dunlop sostituisce l’apprezzato Trailmax col nuovo TrailSmart che presenta un battistrada rivisto per durare di più e andare meglio offroad. L’abbiamo provato: il grip resta eccellente su asfalto, mentre è meno tangibile il miglioramento sullo sterrato
Dunlop TrailSmart: tanto grip e il 14% di durata in più

Malaga - Le maxi enduro vivono il loro boom: nel 2014 valgono il 27% delle immatricolazioni moto in Europa con una crescita del 14% sul 2013. Cresce il mercato, aumentano le prestazioni. Pensate che in meno di 40 anni la potenza ha fatto un balzo del 450%!
Si è passati dai 28 cavalli della Yamaha XT 500 del 1976 ai 125 cavalli della best seller BMW R1200GS (18.941 pezzi venduti in Europa nel 2014).
Vanno di pari passo la ricerca e lo sviluppo dei costruttori di pneumatici, sempre più attenti a fornire un prodotto che sappia conciliare le prestazioni delle attuali crossover con le aspettative dei clienti in materia di resa chilometrica.
Dunlop presenta in Spagna il nuovo TrailSmart, che prende il posto del Trailmax TR91. A prima vista le differenze non sono così evidenti, ma la nuova gomma cela un lavoro a 360° volto a migliorarne diversi aspetti.
In particolare i tecnici hanno incrementato l’aderenza grazie a un diverso andamento degli intagli che migliora il grip sia su asfalto che su terra battuta; c’è un diverso rapporto tra vuoti e pieni, che limita in modo netto la tendenza della TR91 a “scalinarsi”, innescando fastidiose vibrazioni; infine è stata rivista la mescola per aumentare il chilometraggio.
E’ ovviamente impossibile dire quanti chilometri si percorrono con un treno di Dunlop TrailSmart, dipende dal tipo di moto su cui si montano, dallo stile di guida e dai percorsi che si fanno. E’ però interessante sapere che i test condotti sulla BMW R1200GS hanno evidenziato una resa chilometrica superiore del 14% del TrailSmart sul precedente TR91 Trailmax.
 

Più impronta a terra: aumentano grip e chilometri

Il Dunlop TrailSmart è progettato al 90% per soddisfare il motociclista nell’uso stradale. Non bisogna poi dimenticarsi di quel restante 10%, pensato apposta per chi userà la moto su qualche semplice strada bianca.
Il TR91 aveva già fornito risultati lusinghieri sotto diversi aspetti. In particolare risultava eccellente il grip su asfalto bagnato e asciutto. Era invece migliorabile il chilometraggio.
Dopo 18 mesi di collaudi si è arrivati alla commercializzazione del nuovo TrailSmart. E’ stata ottimizzata l’impronta a terra, che rende più omogeneo il consumo della gomma. Per ottenere questo risultato è stato aumentato anche l’angolo degli intagli (vedi le immagini esplicative). Intagli che migliorano anche il drenaggio dell’acqua grazie al nuovo compound con silice e allo schema XGT.

Il posteriore ha evidenziato un consumo uniforme dopo 200 km di test su asfalto e strade bianche
Il posteriore ha evidenziato un consumo uniforme dopo 200 km di test su asfalto e strade bianche


La nostra prova

Facciamo una piccola premessa per dirvi che già il “vecchio” Trailmax era una gomma dalle prestazioni notevoli: ottimo grip sull’asciutto e sul bagnato, più che discreto in fuoristrada.
Nella guida sportiva, in condizioni di caldo, lamentava la tendenza a fare un po’ di scalino lungo il bordo dei tasselli. In Dunlop hanno risolto questo difetto, ora il consumo è omogeneo. L’abbiamo verificato su due pneumatici (nuovo e vecchio) con lo stesso chilometraggio sulle spalle: il TrailSmart dopo 7.000 km presenta una spalla omogenea, senza alcuno scalino. 
Abbiamo svolto il nostro test in sella alla BMW R1200GS (modello 2014), scelta obbligata dal fatto che è lei la moto più venduta anche in Italia.
I Dunlop TrailSmart hanno messo in mostra un grip eccellente in condizioni di asfalto asciutto. La discesa in piega regala un bel feeling anche in abbinamento col sistema Telelever, che tende a filtrare molto le sensazioni di guida. In frenata risulta attenuato l’effetto autoraddrizzante, in questo modo si può agire con forza sui freni sin dentro la curva.
Durante il nostro test abbiamo spinto con decisione per cercare di conoscere il limite di tenuta anche del pneumatico posteriore. Disinserito il controllo di trazione, abbiamo appurato che il Dunlop TrailSmart arriva a derapare in uscita di curva con grande gradualità. Il pilota riesce così ad avere un controllo preciso della potenza scaricata a terra, senza mai subire reazioni imprevedibili.
La nostra prova ci ha portati anche sulle strade bianche, che abbiamo percorso a ritmi molto brillanti.
I
 Dunlop TrailSmart non sono pneumatici specifici per l’offroad, ma in assenza di fango o terreni umidi se la cavano egregiamente. Si può giocare col gas e usare la potenza della moto per chiudere le curve in controsterzo. Ma, quando sono presenti i controlli di trazione, è sempre consigliabile lasciarli inseriti.
I Dunlop TrailSmart si sono confermati ottimi su asfalto (anche bagnato) e hanno una resa chilometrica incrementata, mentre non è così evidente il miglioramento in fuoristrada, dove ricalcano il comportamento dei TR91.

Abbiamo usato:

Casco Suomy
Completo Spidi
Guanti Ixon
Stivali TCX

  • zioux, Duino-Aurisina (TS)

    Grazie Maurizio per benvenuto-sei sempre un Signore.Come potrei dimenticarti dopo due,tre consigli che mi hai dato tempo fa.Sono ancora in debito con te e mi ricordo anche che proie ti ha scritto riguardo un strada in Austria che conosco molto bene(mitica 69 e non solo per nome).Parlavi di andare ma non so come e finita dopo ma se hai piani di venire da queste parti contattami pure.
    Pietrop-io con le tourance mi sono trovato discrettamente bene ma con le tourance exp invece ho avuto esperienza cosi negativa che non ho mai piu messo metzeler.Io ho la f650gs cosi rispondo anche a caimano.
    Domanda a sig.Andrea - Pocchi hanno comentato questo art.ma tutti o quasi siamo daccordo che le tr91 sono le migliori in questo segmento:Suo voto per queste e "solo" 7,5 per via fuori strada o ha trovato/riscontrato anche qualche altro diffeto?

    saluti
  • pietrop6207, Parma (PR)

    Riporto la mia esperienza con il modello da cui derivano queste gomme, le Dunlop TR91. Le ho montate su una Yamaha XT660R e ho già montato 3 treni (ad aprile dovrei cambiarle perché ormai il posteriore è alla frutta).
    Nella gallery si vede il confronto fatto tra le TR91 e le Trailsmart. Posso assicurarvi che la tenuta delle TR91 è fenomenale sia con asciutto che con bagnato e non uso il termine fenomenale a caso. La mia moto è molto scarica davanti, al contrario di maxi-enduro, e la uso parecchio per viaggiare in due. Il risultato è che l'avantreno è spesso alleggerito e quindi lo pneumatico anteriore lavora meno di quello posteriore. Lo si vede sui consumi: tutti e tre i treni che montato mostravano un consumo doppio (se non di più) al posteriore. Con l'ultimo treno sono riuscito a consumare di più le spalle (vuoi per una guida più sportiva nell'ultimo anno), ma la velocità con cui si appiattisce al centro è notevole. Diciamo che il grip paga in durata. Ma nonostante la gomma sia consumata (l'ho usata in città a freddo su bagnato, strisce, pavè, etc.) la qualità della mescola è incredibile: puoi buttare giù la moto senza problemi, calibrando ovviamente il gas a seconda del fondo.
    Un'ultima nota: la tomaia è molto rigida e la gomma è molto silenziosa. Consumandosi vi accorgerete di quanto tosto sia questo pneumatico! Ah, entra in temperatura molto in fretta.
    Spero quindi che le Trailsmart siano degne delle precedenti TR91 e, stando a quanto dicono, dovrebbero essere migliori.

    PS il treno gomme originale che avevo sulla moto era Metzeler Tourance: mai più! Fanno letteralmente..pena! Non c'è paragone con le TR91: maneggevolezza, agilità, angolo di piega, tenuta su bagnato e asciutto, temperatura.
Inserisci il tuo commento