RECENSITO

Cardo Freecom 4+ Duo. Ecco un interfono duo a 4 vie. Recensito

- Vi presentiamo un nuovo interfono della nota Cardo, famosa per i suoi prodotti innovativi e molto curati dal punto di vista del design. Utilizza un Bluetooth a 4 vie. E' dotato di funzionamento Natural Voice per un azionamento con comandi vocali, audio parallelo in streaming (solo Android), cuffie JBL da 40 mm, certificazione IP67. L' autonomia delle batterie è di 13 ore in conversazione e 1 settimana in stand-by. Prezzo 449,95 euro. Info: www.sst-italia.it

Cardo, un marchio che a Recensito conosciamo molto bene, ospitato fin dalle prime puntate del nostro format dedicato alla presentazione dei prodotti-moto più interessanti. 

Oggi vi presentiamo, ovviamente dopo averlo provato, il nuovo interfono Freecom 4+ Duo (con due interfoni a differenza del Freecom 4+ che ne ha solo uno). Trattasi di un prodotto che punta sicuramente sul design e sulla qualità dei componenti.
Il packaging, rispetto al passato, è stato semplificato e reso più "smart". Il suono, che si affida ad altoparlanti da 40 mm marchiati JBL,  è di buon livello. Qualche fruscio alle alte velocità si sente, ma nel complesso la qualità è giustamente da prodotto di fascia media.

Il sistema è piuttosto intuitivo, anche se, come da tradizione Cardo, le molte funzioni presenti rendono obbligatoria un'attenta lezione del libretto delle istruzioni. Anche la guida rapida è sufficiente, ma necessaria: per esempio, nella funzione Radio FM, per passare alla stazione successiva bisogna toccare il testo MEDIA una volta, e per andare alla precedente invece due volte. Forse sarebbe stato consigliabile avere un doppio tasto. 

Ora descriviamo brevemente quali sono le caratteristiche salienti del Freecom 4+Duo.
Telefono: rispondere alle chiamate, effettuare chiamate e controllare i dispositivi mobili con il tocco di un dito o il suono della propria voce.
Volume automatico: adegua automaticamente il volume in base al rumore dell’ambiente esterno.
Condivisione audio: per condividere la playlist o la stazione radio con i passeggeri.
Carica: basta collegare l’unità alla batteria e la ricarica si avvia.
Connettività universale: unità collegabile a qualsiasi cuffia Bluetooth. 
Chiamata a interfono: possibilità di unire qualsiasi chiamata in arrivo alla conversazione interfono.
FM radio: integrata con RDS per una selezione automatica del segnale più forte.
Applicazione dedicata per gestire le funzioni.

Ora vi lasciamo alla nostra videorecensione. Per qualsiasi altra informazione visitate il sito www.sst-italia.it

 

  • the.pif.one

    Una domanda mi sorge spontanea: ma perché in commercio non ancora esiste un interfono che supporti la radio DAB?
    Perché oggi devo spendere 500€ per un interfono che ha ancora la radio FM?
Inserisci il tuo commento