Gp di donington park

Superbike. Vi presentiamo la tappa di Donington

- Checa riuscirà a ripetersi? Biaggi tonerà alla vittoria o saranno i piloti inglesi ad imporsi? Assisteremo come sempre a due gare avvincenti; meteo permettendo | C. Baldi, Donington
Superbike. Vi presentiamo la tappa di Donington

 

La Superbike fa tappa in Inghilterra per il secondo round di questo mondiale 2011. Dopo un anno di sosta il tortuoso e spettacolare circuito del Leicestershire torna ad ospitare le gare delle derivate dalla serie. Nel 2009 si impose in entrambe le manches l’americano Ben Spies che raccolse punti importanti per la vittoria del titolo.

Ai piloti non è andata a genio la decisione della Infront Motor Sport di correre in Inghilterra a metà Marzo, però a Donington ci saranno tutti, fatta eccezione per Toseland che si è infortunato al polso destro durante i test effettuati dal team BMW Italia al Motorland Aragon di Alcaniz la scorsa settimana. Lieve frattura al radio e niente Inghilterra per lo sfortunato pilota inglese che deve così rinunciare alla prima delle due gare di casa previste dal calendario 2011 della Superbike in Inghilterra (la seconda si disputerà a Silverstone a fine luglio).

E così i 23 di Phillip Island a Donington diventeranno 20 (non sono previste wild card). Pochi ma buoni? Speriamo. E speriamo di non dover fare come in GP dove per sembrare in tanti alla partenza i piloti si dispongono tre per ogni fila. Siamo ai minimi storici, ma per il momento non si vedono all’orizzonte novità che possano cambiare le cose ed infoltire la griglia della Superbike 2012.
A Donington la musica dovrebbe essere diversa rispetto a Phillip Island, soprattutto se consideriamo che i piloti inglesi sono animati da una grande voglia di vincere, primo tra tutti Leon Haslam. Il pilota della BMW in Australia è salito sul podio, ma solo in gara uno e sul gradino più basso. Su quello che lui stesso considera il circuito di casa darà il massimo per entrare nella storia e conquistare quella che sarebbe la prima vittoria in Superbike per la S1000RR. Farlo di fronte ai suoi tifosi sarebbe davvero una grande soddisfazione. Tom Sykes spera di fare lo stesso e di regalare alla Kawasaki una vittoria che manca da troppo tempo alla casa di Akashi. Leon Camier, che le prime due gare le ha corse in condizioni fisiche precarie (febbre e mal di gola) vorrà senza dubbio rifarsi in Patria, sapendo di poter contare su un Aprilia in gran spolvero. Anche Rea è in cerca di rivincita soprattutto nei confronti della sfortuna che lo ha bersagliato nelle prove australiane impedendogli di dare il massimo in gara. Davanti al suo pubblico Johnny saprà galvanizzarsi e punterà al bersaglio grosso. Pur non essendo inglese, ma irlandese, anche per Eugene Laverty queste saranno le gare di casa e visto come è andata nella terra dei canguri una sua vittoria non ci stupirebbe affatto.

Tutte belle intenzioni e grandi speranze che però potrebbero infrangersi contro quello che è stato il dominatore delle prime due manche della stagione Carlos Checa, deciso a proseguire il suo momento magico e a mantenere la vetta della classifica. Biaggi a Phillip Island ha sorriso a denti stretti e a Donington non si accontenterà del secondo posto. Sui saliscendi di Donington si potrebbe rinnovare quel duello tra Biaggi e Melandri che abbiamo visto in Australia. Melandri sembra essersi ambientato alla grande nel mondiale Superbike, conosce molto bene la pista e il podio conquistato nella seconda manche della stagione gli ha senza dubbio stuzzicato l’appetito. Saranno questi i protagonisti sulla pista vicina alla foresta di Sherwood? Forse. Ma non dimentichiamoci gli outsider Smrz, Guintoli (che sembra essersi ripreso dall’infortunio patito nei primi giri di gara uno), Haga, Fabrizio e Corser. Come sempre è difficile fare pronostici in Superbike e se poi dovesse arrivare la pioggia, cosa alquanto probabile in Inghilterra nel mese di Marzo, i valori in campo sarebbero rivoluzionati ed i piloti che amano correre sul bagnato (un nome su tutti : Roberto Rolfo) potrebbero rappresentare delle grandi sorprese.

Dovrebbe finalmente aver concluso il suo calvario Chris Vermeulen regolarmente iscritto alle due gare inglesi. Vermeulen sembra aver finalmente risolto i problemi al ginocchio che lo hanno sino ad ora tenuto lontano dalla sua Ninja ZX-10R. Il team Kawasaki incrocia le dita e sa di aver bisogno dell’esperienza del pilota australiano per sfruttare tutto il grande potenziale della nuova ZX-10R.

Non perdetevi le prossime due gare del mondiale Superbike e ricordatevi che (anche con l’ora legale) la differenza di fuso orario è di un'ora in più rispetto all’Inghilterra e quindi le gare prenderanno il via domenica 27 Marzo alle 13 ed alle 16,30 ora italiana.

  • dino8477, Partinico (PA)

    mi posso permettere una moto giapponese usata.forza max,forzaaprilia.
  • lars, cantù (CO)

    Ridateci Brands Hatch!!!!
Inserisci il tuo commento