Venerdi - prove libere

Prima giornata di prove a Valencia: sei Ducati nei primi otto posti

- Sei Ducati nei primi otto posti della griglia provvisoria con i primi tre posti occupati da Checa, Smrz e Byrne. La pista Ricardo Tormo di Valencia si conferma terra di conquista per le moto di Borgo Panigale | C. Baldi, Valencia
Prima giornata di prove a Valencia: sei Ducati nei primi otto posti


La pista Ricardo Tormo di Valencia è da sempre considerata terra di conquista per le Ducati e le prove disputatesi oggi sulla pista spagnola hanno confermato la grande competitività delle moto di Borgo Panigale su questo tracciato. Sei Ducati nei primi otto posti della griglia provvisoria con i primi tre posti occupati da Checa, Smrz e Byrne. Lo spagnolo è in forma smagliante, pronto a confermare il ruolo di pilota favorito sulla sua pista di casa.

Dovrà probabilmente vedersela anche con il suo compagno di squadra a conferma della validità del lavoro svolto dal team Althea. Grande la prestazione di Jakub Smrz che si è inserito al secondo posto. Ancora una volta quindi i piloti privati della Ducati sono stati più veloci dei due ufficiali, con Fabrizio (caduto senza conseguenze sia questa mattina che nel pomeriggio) ed Haga piazzatisi rispettivamente al sesto e settimo posto e seguiti a poco più di un decimo da un sorprendente Lorenzo Lanzi. Solo Biaggi ed Haslam, i protagonisti di Portimao, hanno saputo interrompere l’egemonia delle rosse italiane.

Max è quarto, seguito a ruota da Haslam. Nono Crutchlow che precede Camier, Guintoli, il compagno di squadra Toseland e Johnny Rea, molto a disagio con la sua Honda su questo tracciato. 
Corser è stato a lungo nelle prime posizioni per poi chiudere solo al quattordicesimo posto, e precedendo un ottimo Luca Scassa. Anche oggi sono stati ben dodici i piloti racchiusi nell’arco di un solo secondo a conferma che le prove e la Superpole di domani pomeriggio renderanno torrido il clima primaverile di Valencia.

Valencia – Venerdi - prove libere

1   Checa C. (ESP) Ducati 1098R 1'35.154 
2   Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 1'35.288 
3  Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 1'35.598 
4   Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 1'35.776 
5   Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. 1'35.794 
6   Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 1'35.875 
7   Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1'35.881 
8   Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1'36.066 
9   Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F. 1'36.070 
10 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'36.130 
11 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 1'36.187 
12 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 1'36.199 
13 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 1'36.203 
14 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 1'36.254 
15 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1'36.319 
16 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 1'36.350 
17 Andrews S. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'36.378 
18 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 1'36.447 
19 Scassa L. (ITA) Ducati 1098R 1'36.807 
20 Pitt A. (AUS) BMW S1000 RR 1'36.815 
21 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1'37.169 
22 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'37.764 
23 Resch R. (AUT) BMW S1000 RR 1'38.206 
24 Morais S. (RSA) Honda CBR1000RR 1'38.370 
25 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 1'39.121 

Primo turno prove ufficiali


1 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 1'34.220
2  Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 1'34.502
3  Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1'34.690
4  Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. 1'34.771
5  Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 1'34.780
6  Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 1'34.886
7  Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1'34.935
8  Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 1'35.049
9  Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 1'35.052
10 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F. 1'35.132
11 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 1'35.189
12 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 1'35.203
13 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1'35.232
14 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 1'35.279
15 Scassa L. (ITA) Ducati 1098R 1'35.467
16 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 1'35.555
17 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 1'35.641
18 Pitt A. (AUS) BMW S1000 RR 1'35.906
19 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'35.912
20 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'36.766
21 Morais S. (RSA) Honda CBR1000RR 1'36.865
22 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1'36.928
23 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 1'37.171
24 Andrews S. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'37.477
25 Resch R. (AUT) BMW S1000 RR 1'37.712

  • RossoBio, Palombara Sabina (RM)

    Quest'anno il campionato è veramente uno spettacolo!!!!
    E devo confessare che anche se sono un ducatista sfegatato....... forse non mi dispiacerebbe se anche quest'anno la mia cara lasciasse gli onori della gloria a qualcun'altro...... ovviamente a Max!!! Se lo merita proprio.

    per bymaxx --> non vorrei sbagliare ma anche il casco (suomy) dovrebbe essere italiano.....ha sede legale a Como..
  • bymaxx, VIGEVANO (PV)

    Eddai un po' di italico orgoglio...moto e pilota italiani, sponsor italiani, abbigliamento made in Italy...azz il casco... Non mi è simpatico Biaggi (in fondo in fondo neanche Rossi) ma è bravo
Inserisci il tuo commento