Due giorni di test ad Assen per il team Honda Superbike

Due giorni di test ad Assen per il team Honda Superbike
Carlo Baldi
Rea ed Aoyama hanno svolto due giorni di test sulla pista che il 22 Aprile ospiterà il terzo round del mondiale Superbike. Pioggia e freddo hanno ostacolato le prove | C. Baldi
13 aprile 2012

Punti chiave


L’inverno non se ne vuole andare e se ne sono accorti anche Rea ed Aoyama che ad Assen hanno concluso due giornate di test senza però poter svolgere tutto il lavoro che avevano programmato assieme ai loro tecnici proprio a causa delle avverse condizioni meteo. Il team Ten Kate Honda ha scelto la pista olandese come proprio track test anche perché la sede della squadra è a soli 50 chilometri dall’autodromo.

Ecco il commento dei due piloti :

Jonathan Rea: «Purtroppo non abbiamo potuto completare il lavoro che ci eravamo prefissati perché faceva freddo ed ha piovuto spesso. Il lavoro che abbiamo potuto fare però è stato importante. Abbiamo provato delle

Abbiamo potuto testare anche alcune modifiche alla parte elettronica e tutto considerato abbiamo fatto un buon passo avanti anche se non possiamo sapere di quanto ci siamo migliorati sino alla prossima settimana

modifiche alla forcella che mi ha fatto trovare un buon feeling con l’avantreno e poi il forcellone posteriore che abbiamo utilizzato a Imola ci consente una maggiore accelerazione. Abbiamo potuto testare anche alcune modifiche alla parte elettronica e tutto considerato abbiamo fatto un buon passo avanti anche se non possiamo sapere di quanto ci siamo migliorati sino alla prossima settimana, quando su questa stessa pista ci confronteremo con gli altri piloti della Superbike».

Hiroshi Aoyama: «Sono state due giornate positive anche se avrei preferito trovare un clima decisamente migliore che mi avrebbe consentito di testare nuovi assetti e di aumentare il mio feeling con la moto. Nei test di Imola abbiamo riscontrato dei miglioramenti che abbiamo confermato anche qui ad Assen, una pista che conosco bene. Il grip con le gomme più dure è migliorato e questo è importante visto che è stato uno dei fattori che a Imola mi aveva impedito di fare bene. Penso di avere una buona base dalla quale partire e che mi consentirà di migliorare le mie prestazioni specialmente nelle prove. Solo con una buona posizione in griglia posso sperare di stare con i piloti più veloci».
 

I risultati sino ad ora conseguiti dai due piloti Honda non sono stati soddisfacenti. Rea pur non entusiasmando si è avvicinato al podio, mentre soprattutto ad Imola Aoyama ha avuto notevoli difficoltà e non è andato più in la di un diciottesimo posto e di un ritiro. Il team Ten Kate attende quindi con ansia la gara di casa per dare una svolta alla propria stagione. Rea punta deciso alla vittoria, mentre Aoyama, su di una pista che conosce bene, spera di poter colmare il divario che sino ad ora lo ha separato dai top riders della Superbike.

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now