Test MotoGP

Test MotoGP a Valencia. Tante novità, tutti rincorrono Honda

- “Erano parecchi anni che non si vedevano così tante novità “ è il primo commento del nostro Ing. Bernardelle

VALENCIA - C’è un bel sole, ma fa freddo: si potrà girare meglio tra le 13 e le 15. Il debutto di Alex Marquez è avvenuto nel modo peggiore, ovvero una caduta dopo soli 7 giri: pilota illeso, ma certo Alex sperava in qualcosa di differente. Per sdrammatizzare, si può dire che ha preso alla lettera le parole del fratello Marc, quando dice: “Bisogna cadere per trovare il limite”. Assente, come previsto, Pecco Bagnaia, infortunatosi nella caduta nelle FP3; in pista, invece, Dani Pedrosa con una KTM rinnovata. Nel live foto, commenti e considerazioni, ecco quelle del nostro ingegnere Giulio Bernardelle.

“Erano parecchi anni che non si vedevano così tante novità “evidenti” tutte insieme. La Yamaha ha telaio e aerodinamica nuove; KTM ha rinnovato la ciclistica. Ducati ha lavorato anche lei sul telaio, con filosofia strutturale di quella della Honda 2019: si cerca di trovare una rigidità della parte anteriore della ciclistica che si combini bene con le caratteristiche dell’anteriore Michelin, per permettere al pilota di sentire meglio il limite di aderenza della gomma. Questo va al di là delle caratteristiche di guida del pilota: tutti hanno bisogno di capire dove possa arrivare la gomma. Si può dire che dopo la RC213V 2019, queste saranno le prime moto con la ciclistica studiata appositamente per le Michelin. Si sta lavorando più che nel recente passato sulla sospensione posteriore: geometria e struttura. Anche in questo caso c’entrano le gomme: la Honda ha fatto vedere la strada da seguire. Bisogna riuscire a far durare la morbida posteriore per fare tutta la gara”.

E’ probabile che non si andrà avanti fino alle 17, considerando il calo della temperatura.

 

di Giovanni Zamagni

CLASSIFICA ALLE ORE 13.00

1

93

M. MÁRQUEZ

1'31"168

2

44

P.ESPARGARÓ

+0"279

3

36

J. MIR

+0"600

4

27

I. LECUONA

+1"004

5

35

C. CRUTCHLOW

+2"107

6

6

S. BRADL

+2"359

7

73

A. MÁRQUEZ

+4"254

8

33

B. BINDER

+4"897

9

53

T. RABAT

+5"487

10

17

K. ABRAHAM

+8"234

AGGIORNAMENTO ALLE ORE 17:00
Quartararo chiude in testa la prima giornata di prove a Valencia con un best lap di 1'30"163 ottenuto al 73° giro. Il pilota Petronas è stato quello che ha macinato il maggior numero di km in pista, con ben 82 giri. Alle sue spalle altre due Yamaha, quellE di Viñales e di Morbidelli. Dovizioso è il primo ducatista nella classifica dei tempi, e precede Marc Márquez di 33 millesimi. Nono tempo per Rossi. Dopo l'annuncio di ieri, oggi è stato il giorno del debutto di Alex Márquez, che dopo essere caduto subito in mattinata è riuscito a completare 53 giri, con un best lap in 1'32"873.


CLASSIFICA ALLE ORE 17:00

Pos   Rider Team Fastest lap Lead. Gap Prev. Gap Laps Last lap
1   QUARTARARO, Fabio Petronas Yamaha SRT 1'30"163     73 / 82  
2   VIÑALES, Maverick Monster Energy Yamaha MotoGP 1'30"327 0"164 0"164 58 / 66  
3   MORBIDELLI, Franco Petronas Yamaha SRT 1'30"650 0"487 0"323 30 / 71  
4   DOVIZIOSO, Andrea Ducati Team 1'30"665 0"502 0"015 48 / 58  
5   MARQUEZ, Marc Repsol Honda Team 1'30"698 0"535 0"033 33 / 60  
6   MIR, Joan Team SUZUKI ECSTAR 1'30"811 0"648 0"113 61 / 63  
7   RINS, Alex Team SUZUKI ECSTAR 1'30"958 0"795 0"147 57 / 76  
8   ESPARGARO, Pol Red Bull KTM Factory Racing 1'30"974 0"811 0"016 29 / 58  
9   ROSSI, Valentino Monster Energy Yamaha MotoGP 1'31"012 0"849 0"038 57 / 73  
10   MILLER, Jack Pramac Racing 1'31"130 0"967 0"118 20 / 43  
11   CRUTCHLOW, Cal LCR Honda CASTROL 1'31"183 1"020 0"053 63 / 69  
12   PETRUCCI, Danilo Ducati Team 1'31"433 1"270 0"250 9 / 10  
13   LECUONA, Iker Red Bull KTM Tech 3 1'31"645 1"482 0"212 55 / 57  
14   IANNONE, Andrea Aprilia Racing Team Gresini 1:31.674 1.511 0"029 28 / 54  
15   RABAT, Tito Reale Avintia Racing 1:31.775 1.612 0"101 50 / 53  
16   ESPARGARO, Aleix Aprilia Racing Team Gresini 1:31.815 1.652 0"040 20 / 45  
17   PEDROSA, Dani Red Bull KTM Tech 3 1:31.863 1.700 0"048 38 / 52  
18   PIRRO, Michele Pramac Racing 1'32.016 1"853 0"153 23 / 38  
19   ABRAHAM, Karel Reale Avintia Racing 1'32.034 1"871 0"018 44 / 47  
20   SMITH, Bradley Aprilia Factory Racing 1'32.090 1"927 0"056 46 / 50  
21   BINDER, Brad Red Bull KTM Factory Racing 1'32.645 2"482 0"555 61 / 70  
22   BRADL, Stefan Repsol Honda Team 1'32.833 2"670 0"188 25 / 25  
23   MARQUEZ, Alex LCR Honda 1'32.873 2"710 0"040 52 / 53  
NC   KALLIO, Mika Red Bull KTM Factory Racing        
  • lc36Srad750, Empoli (FI)

    a me a vedere questi che girano 2 giorni a diritto mi è venuta una gran voglia di fare una bella pistata alla faccia loro e alla faccia della ricerca dell'ultimo decimo!!!

    ma qua dentro chi è di voi che fa qualche turno? io per il 2020 ho già il grande gixxer pronto
  • Stiducatti, Corsico (MI)

    Ing. Bernardelle, io questa rincorsa da parte degli altri costruttori all'avantreno di Honda, proprio non riesco a vederla. Dalle foto - piene di ombre - capisco poco.
    O mi spieghi - tu o qualche utente che sia particolarmente illuminato - il dettaglio che te lo fa credere, altrimenti resto dell'idea che le differenze - spesso enormi - tra le soluzioni ciclistiche, le distribuzioni dei pesi e le rigidezze dei telai (sia in intensità che in posizionamento), rendano difficile 'copiare' soluzioni localizzate.
Inserisci il tuo commento