MotoGP Virtual Race: 6 domande a Pecco Bagnaia, il favorito

Abbiamo intervistato Pecco alla vigilia della prima gara MotoGP - seppur virtuale - del 2020
27 marzo 2020

Virtual MotoGP. Domenica “corri” al Mugello. Tutti ti danno come vincitore a mani basse. E’ vero? Sei così bravo?
"Domenica ci sarà la virtual race con gli altri piloti. Leggo che tutti mi danno come vincitore a mani basse, ma non credo che sarà così. Ci saranno altri che andranno forte".

E’ vero che Valentino ha detto che non avrebbe partecipato dopo che ha saputo che anche tu eri in gara?
"Non credo proprio che sia quello il motivo, anche perché giochiamo insieme online tutti i giorni a gran Turismo, quindi ci saranno altri motivi.

Chi è l’avversario che temi di più?
"Quelli da temere di più penso siano: Quartararo, Vinales e Alex Marquez perché so che sono quelli che giocano un po' di più a questo gioco".
 

Come stai passando questo periodo di quarantena? Giornata tipo?
"La sto passando abbastanza tranquillo. La mia giornata tipo: mi sveglio alle 7.30 poi gioco un po' alla Play Station (Call of duty, Gran Turismo o MotoGP), oppure guardo un po' di TV, Netflix, Sky... sto riguardando anche le gare passate. Poi ovviamente mi ritaglio un'ora e mezza per allenarmi. Anche in questo periodo è molto importante mangiare bene e rimanere in forma".

Rispondi con una parola o con un’esclamazione: quanta voglia hai di tornare a Gareggiare?
"Tantissima!".

Fai un appello. Restate a casa!
"Ragazzi, cercate di trovare cose da fare perché è importante per tutti e non solo per voi stessi rimanere a casa in questo periodo. E' difficile, ma dobbiamo farlo e occupiamo la giornata con tante cose da fare e uscite solo per lo stretto necessario".

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...