Motomondiale

MotoGP, test Portimão. Lorenzo: "Importante conoscere la pista"

- Il tester Yamaha sarà in pista con la moto 2019. "Sarà utile soprattutto per la scelta delle gomme"
MotoGP, test Portimão. Lorenzo: Importante conoscere la pista

Prendono il via oggi i test di Portimão: la MotoGP debutta sul tracciato portoghese, circuito estremamente complesso e affascinante, che richiederà un certo lavoro di messa a punto e verifica. Le Case sono presenti con i loro tester (tranne Aprilia, che godendo delle concessioni può utilizzare i piloti ufficiali) mentre i titolari gireranno con le moto di serie di ogni singola Casa.

Per Yamaha ci sarà naturalmente Jorge Lorenzo, che torna in sella alla YZR-M1 per la prima volta dopo i test invernali. "Sono entusiasta di tornare a guidare la M1 - sono nove mesi, quasi un anno, che non giro e non sono mai stato fermo tanto a lungo" ha detto Jorge. "Quindi sarà difficile adattarsi di nuovo alle moto e alle velocità. Abbiamo due giorni per girare qui, e sarà importantissimo sfruttarli al meglio, perché è una pista tutta nuova e molto complessa dal punto di vista altimetrico: sarà molto importante non commettere errori stupidi all'inizio, fare chilometri e raccogliere informazioni per i piloti ufficiali Yamaha."

Jorge Lorenzo sarà in sella alla stessa YZR-M1 che ha guidato nei test di Sepang. "Yamaha non ha potuto portare la moto nuova in tempo per questo test, quindi sfrutteremo i due giorni per definire la rapportatura del cambio, ma soprattutto per selezionare le gomme, per capire bene come lavorano su questo asfalto e in queste condizioni, soprattutto quali usare in qualifica e quali in gara. Difficilmente potrò lavorare sull'assetto, visto che la 2019 è una moto diversa dalla 2020."

Lorenzo ha poi parlato in generale del campionato, che segue naturalmente con interesse. "È un campionato difficile, molto equilibrato anche se Mir e Quartararò hanno allungato un po' sugli altri. Però fino a prima di Barcellona erano in lizza in sette per il titolo. Mancano comunque abbastanza gare perché cambi tutto, quindi è un Mondiale molto divertente anche seguendolo da casa!"

  • magojiro, Roma (RM)

    Qualunque cosa fa Lorenzo, in alcuni commenti viene sempre criticato a prescindere, capisco porsi delle domande, avere dei dubbi, ma non comprendo questa ironia (che poi è un disprezzo velato). Meno male che gli ossessionati sono sempre gli altri. Lorenzo è pur sempre un pentacampione, e merita il giusto ripetto anche se fa solo da tester.
  • Erik4

    La moto 2019 non è il problema. Morbidelli ha vinto quest'anno con la moto 2019! Il problema è il tester che non li frega niente, se non di spillare + quattrini possibile dalle case, che ancora credono in lui.
Inserisci il tuo commento